Luoghi nascosti del Piemonte: idee di viaggio originali

Un viaggio alla scoperta dei luoghi nascosti del Piemonte.

Per trovare la bellezza a volte bisogna allontanarsi dai luoghi più famosi, e partire alla ricerca dei luoghi nascosti, come in Piemonte. Questa regione, infatti, vanta bellezze che rimangono nell’ombra delle grandi mete turistiche, ma meritevoli di essere scoperte.

Vediamo, quindi, quali sono i luoghi più curiosi da scoprire in Piemonte.

Luoghi nascosti del Piemonte

La regione piemontese, abbracciata dalle alte vette delle Alpi, è culla di tesori nascosti, tra natura e storia. Una terra, infatti, che è stata protagonista del passato e lo è ancora oggi.

Ad oggi i viaggi sono frenetici e si vivono con la fretta di visitare le più famose mete turistiche in breve tempo, per scattare fotografie e passare subito a quella successiva.

Advertisements

Ma ci sono anche i viaggiatori che amano prendere il viaggio come un’esperienza all’interno di una realtà diversa da quella di partenza. Un modo di fondersi con la cultura e di scoprire luoghi che altri turisti non hanno visto.

Per questi viaggiatori abbiamo creato una guida ai luoghi meno conosciuti del Piemonte, ma che nascondono bellezze meritevoli di una visita.

Ostana

Annoverato nella lista de I borghi più belli d’Italia, il romantico borgo di Ostana sorge nella provincia di Cuneo, nella Valle Po.

Un paesino tranquillo, da cartolina, con splendide case e vicoli caratteristici, che affascinano i viaggiatori.

All’interno del territorio si trova anche il Bosco Incantato, un luogo in cui immergere anima e corpo nella natura. Con ben dieci oasi, il bosco comprende il giardino botanico, l’orto di permacultura, l’olmo antico, il teatro, il giardino Zen, la casa tra gli alberi, le acque della salute, il labirinto spirituale, il camminamento a piedi nudi, il ciclo dell’acqua.

Ostana

Vogogna

Il classico borgo in pietra, quello di Vogogna è un meraviglioso contenitore di monumenti importanti. Il borgo, inserito nel club de I borghi più belli d’Italia e insignito della Bandiera Arancione dal Touring Club Italiano, vanta luoghi storici risalenti al Medioevo.

Imperdibile, infatti, la visita al Castello Visconteo, costruito nel 1348 per volere di Giovanni Visconti, vescovo di Novara. Ma non solo. Infatti, poco sopra il castello si trovano le rovine dell’antica rocca risalente al IX-X secolo.

Altri monumenti storici di grande interesse sono il Palazzo Pretorio, sempre del 1348, il Mascherone celtico, realizzato in pietra ollare.

Vogogna

Neive

Nelle Langhe, in provincia di Cuneo, sorge l’antico borgo di Neive, un meraviglioso esempio di borgo medievale. Infatti, il suo centro storico conserva ancora oggi l’impianto dell’epoca.

Il cuore del borgo è rappresentato da Piazza Italia che pare quasi un salotto settecentesco nel quale si affacciano le sedi amministrative del paese. Il magico borghetto è stato inserito nel club de I borghi più belli d’Italia. Si fregia, inoltre, del marchio di qualità turistico-ambientale della Bandiera arancione conferito dal Touring Club Italiano.

Neive

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Prato, cosa vedere con bambini per una vacanza perfetta

Slow Tourism in Italia: cosa significa e in cosa consiste

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media