Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Notizie.it logo

Marsa Matruh: cosa fare e vedere nei caraibi dell’Egitto

Marsa Matruh

Alla scoperta di una delle mete più richieste negli ultimi anni dagli italiani

Un antico porto marittimo egiziano, importante punto di scambio nel periodo tolemaico, bizantino e romano: alla scoperta di Marsa Matruh, che sta tornando a essere una delle mete desiderate dal turismo italiano.
Se state pensando di partire per l’egitto, consigliamo di consultare expedia o volagratis per le migliori offerte sui voli, invece per i migliori hotel e B&B consigliamo di dare un occhio a booking

Marsa Matruh

È il principale centro urbano fino alla vicina frontiera con la Libia, caratterizzato da spiagge bianchissime, mare cristallino che creano un litorale frastagliato con profonde insenature. Per raggiungere la città bisogna percorrere un tratto di Mediterraneo africano che va da El Alamein a Marsa Matruh, tra acque dai riflessi turchesi e banchi di sabbia sottilissima e setosa.

Il paesaggio è variegato ed eterogeneo: Marsa Matruh è protetta per ben sette chilometri da una collana di rocce naturali che fungono da frangiflutti, il tratto di laguna che ha anche la proprietà di mantenere le temperature dell’acqua gradevoli.

Per questo oltre al colore turchese caratteristico, il mare è sempre calmissimo. La parte ovest della costa presenta spiagge e località mozzafiato, come la lunga penisola davanti all’estremità occidentale raggiungibile in traghetto. Qui troviamo la spiaggia di El Gharam e la roccia di Layla Morad Rock. Proseguendo troviamo una mastodontica statua di Cleopatra, un omaggio alla regina che amava fare il bagno in questo mare e punto d’accesso per Cleopatra’s Beach, da cui si può ammirare un gruppo di faraglioni che rende il paesaggio unico nel suo genere.

El Gharam

Marsa Matruh: storia

Anche Alessandro Magno secondo la tradizione avrebbe fatto una sosta a Marsa Matruh prima di raggiungere l’oracolo di Amon. Essendo un grande punto di scambi commerciali da millenni, è possibile scoprire vestigia storiche di questi luoghi: resti dell’ancoraggio di una flotta navale di epoca tolemaica e un museo Romano all’interno di una grotta, in cui sembrerebbe che Rommel, il generale tedesco, si sia ritirato per studiare i suoi progetti militari durante la II Guerra Mondiale.

Durante la seconda guerra mondiale, l’intera regione fu coinvolta in alcuni dei più rilevanti fatti, come la Battaglia della vicina El Alamein, in cui si contrapposero l’Asse italo-tedesco all’esercito britannico.

© Riproduzione riservata
Leggi anche