Nassirya: film e informazioni sulle location

Tutte le informazioni che servono per conoscere le location italiane del film Nassirya.

Per girare il film Nassirya sono state scelte delle location italiane che potessero rendere al meglio l’idea dei luoghi in cui avvenne l’attentato del 2 novembre del 2003.

Nassirya, il film: location

La fiction televisiva “Nassirya. Per non dimenticare” ricorda i tragici eventi accaduti durante l’attentato del 2 novembre del 2003.

In quell’occasione furono uccisi in 19, tra carabinieri, soldati e civili. Il film tuttavia non è incentrato sul momento degli attentati ma si concentra sulla vita degli italiani che erano impegnati nella missione in Iraq. Il titolo della fiction fa riferimento alla necessità di mantenere viva la memoria non solo del tragico evento ma anche dell’impegno che ogni giorno vede come protagonisti gli italiani coinvolti nelle missioni all’estero nei territori di guerra.

Advertisements

Per girare il film sono state scelte delle location italiane, data l’impossibilità di svolgere le riprese all’interno del territorio iraqueno. Nello specifico, per le riprese delle scene più drammatiche sono state scelte delle località del Salento. Si tratta di Lecce e del paesino di Castrignano del Capo.

Museo Castromediano

Lecce, Museo Castromediano

Uno dei luoghi in cui sono avvenute le riprese del film Nassirya è il Museo archeologico provinciale Sigismondo Castromediano. Si tratta di un museo che sorge nella città di Lecce, che è anche dotato di una pinacoteca e di un lapidario. La fondazione del museo leccese risale al 1868 e avvenne grazie a Sigismondo Castromediano, che in quel periodo storico era il duca di Cavallino. All’interno della struttura è possibile vedere molte importanti testimonianze che risalgono all’epoca messapica e al periodo degli antichi romani.

Inoltre, nella sezione che riguarda la preistoria è presente una ricostruzione fedele della Grotta dei Cervi di Porto Badisco. In questo contesto è possibile ammirare le riproduzioni delle antichissime pitture rupestri che si trovano all’interno della grotta. Nella pinacoteca sono esposti quadri che risalgono al periodo bizantino e a quello veneziano. Una sezione del museo è inoltre dedicata alle cosiddette arti minori.

Castrignano del Capo

Alcune scene del film sono state girate all’interno del borgo di Castrignano del Capo.

Si tratta di un paesino che si trova all’interno del territorio che fa capo alla provincia di Lecce. Nello specifico, la location scelta per le riprese di alcune scene della fiction televisiva è quella della Piazza San Michele. Per riprodurre in modo fedele la città di Nassirya, al momento delle riprese del film nella piazza pugliese è stata momentaneamente collocata una statua che raffigura Saddam Hussein. Le accortezze prese dal regista hanno fatto in modo di rendere verosimile l’ambientazione.

Scritto da Debora Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Rochester, Minnesota: cosa vedere, le migliori attrattive

Borghi da visitare d’inverno: i più belli

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media