Neuquen: cosa vedere nella città argentina

Cosa vedere nella città argentina di Neuquen, la più popolosa della Patagonia.

La città argentina di Neuquen è la più popolosa della Patagonia, ricca di monumenti e di storia, ma vediamo cosa vedere assolutamente. Un viaggio nella cultura dell’Argentina tra i luoghi simbolo della città.

Neuquen: cosa vedere

La città di Neuquén è la capitale dell’omonima provincia, situata nell’Argentina centro-occidentale.

Neuquén si estende sulla confluenza dei fiumi Limay e Neuquén, vantando splendide coste lungo i fiumi.

Con oltre 250mila abitanti, è la città più popolosa della Patagonia.

Importante centro agricolo, ma anche città di storia e di cultura. Fondata nel 1904, divenne la capitale della provincia e dai 5.000 abitanti degli anni trenta, in poco tempo divenne una delle città più popolose. Questo grazie alla scoperta dei giacimenti di petrolio all’interno del territorio provinciale.

La crescita demografica della città aumento il suo prestigio e, così, sorsero attrazioni e luoghi simbolo che ancora oggi attirano turisti e viaggiatori.

Neuquén

Monumento di San Martín

Il monumento più importante è quello di San Martín, situato nel centro della città di Neuquén.

Si tratta di un monumento costruito per commemorare il generale argentino José de San Martín. Il monumento è costituito da una statua equestre in bronzo di San Martín, montata su un piedistallo.

Si tratta, tuttavia, di una delle numerose copie dell’originale, situata a Buenos Aires. A realizzarla fu una società italiana.

Il monumento è circondato da una fontana. Per gli abitanti è considerato il principale punto d’incontro cittadino, dove vengono organizzate manifestazioni, sfilate ed eventi culturali.

Museo Nazionale di Belle Arti

Il MNBA, o Museo Nacional De Bellas Artes, è una delle principali attrazioni della città.

Il museo ospita sia collezioni temporanee che permanenti, e dal 2004 è diventato uno degli edifici più emblematici del Paese.

Un concentrato di cultura e di arte che ospita centinaia di dipinti delle scuole spagnola, fiamminga, francese, inglese e italiana, dal XV al XVIII secolo.

Infatti, al suo interno il visitatore può godere di una delle collezioni d’arte nazionali più rappresentative nelle opere di Cándido López, Fernando Fader, Antonio Berni e tanti altri artisti. L’organizzazione di mostre temporanee e di attività propone un approccio all’arte autentico, che fanno del museo un centro di dialogo e dibattito artistico.

Le opere d’arte ospitate, inoltre, sono l’espressione della società, testimoni del passare del tempo e del trasformarsi della cultura.

Paseo de la Costa

Uno dei luoghi più interessanti da visitare è Paseo de la Costa, un parco che si estende lungo le rive del fiume. Qui vengono, inoltre, organizzati eventi culturali e di intrattenimento per tutte le età.

Un luogo di pace e di relax, in cui non mancano occasioni per diversirsi in famiglia.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Arabia Saudita: cosa non fare in viaggio per non rischiare la multa

Patagonia: cosa vedere assolutamente tra Cile e Argentina

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • Loading...
  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media