Notizie.it logo

Salgono in aereo ma il posto non esiste: costretti a sedersi a terra

Salgono in aereo ma il posto non esiste: costretti a sedersi a terra

Una famiglia inglese ha viaggiato sul volo Minorca-Birmingham della Tui fly seduta per terra, per mancanza dei posti prenotati all'interno dell'aereo.

Viaggio in aereo per terra. Una famiglia inglese si è trovata un’amara sorpresa nel volo Minorca-Birmingham della compagnia aerea Tui fly. Secondo quanto riportato anche dalla Bbc, per colpa di un problema tecnico è stato necessario cambiare velivolo, con una riduzione dei posti presenti sull’aeromobile. La famiglia si è così trovata a bordo senza i propri posti. Per risolvere il problema, il personale di volo ha proposto loro di fare il viaggio seduti per terra, in uno spazio presente all’interno della cabina. Una volta terminato il viaggio, la famiglia ha chiesto un risarcimento.

Volo aereo per terra

La compagnia aerea ha risarcito la famiglia. Accertata la veridicità dell’accaduto, Tui fly ha provveduto a risarcire la famiglia del biglietto aereo. La vicenda non si conclude qui: secondo quanto riferito dalla Bbc, i magistrati inglesi potrebbero sottoporre la questione al loro giudizio.

Infatti, proponendo alla famiglia di sedersi per terra, il personale di volo avrebbe effettivamente commesso una grave violazione delle norme di sicurezza.

Tutto per colpa della sostituzione del velivolo. I viaggiatori più esperti – soprattutto quelli che prendono il treno – sanno bene che a volte può capitare che il numero di biglietti venduti possa essere superiore al numero dei posti effettivamente disponibili. Eppure, in questo caso, l’errore sarebbe stato commesso da una compagnia aerea. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori, la Tui fly era stata costretta a sostituire l’aereo da linea della tratta Minorca-Birmingham per un problema tecnico dell’ultimo minuto. Tuttavia, il velivolo sostitutivo si è rivelato con un numero di sedili in cabina inferiore a quelli dell’aereo guasto.

Volo per terra: aperta un’inchiesta

Viaggiare in aereo è diverso dal viaggiare su un treno.

I 2 tipi di servizio sono molto diversi, soprattutto a livello di norme di sicurezza per i passeggeri. In particolare, negli aerei si fa molta attenzione che ogni passeggero sia assicurato al sedile con delle cinture apposite, sia nelle fasi di volo, sia nelle fasi di atterraggio. Di conseguenza, se per i capotreni il problema dei “biglietti in più” è risolvibile con l’assegnazione di nuovi posti, senza particolari rischi per i passeggeri, il problema negli aerei non sarebbe di così facile soluzione, dato il numero inferiore di posti rispetto al treno.

Intanto la Tui fly avrebbe già provveduto per il risarcimento alla famiglia. Inizialmente, gli addetti ai lavori si sono dichiarati scettici nei confronti della veridicità di quanto accaduto. La compagnia aerea ha svolto un’indagine interna, che ha dato ragione al racconto della famiglia: i passeggeri hanno trascorso il volo Minorca-Birmingham seduti per terra.

Alla luce di quanto accaduto, Tui fly ha risarcito i clienti del costo dei biglietti, circa 1300 pounds. Inizialmente, la famiglia aveva richiesto un risarcimento di appena 30 pounds.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche