Cosa non comprare all’aeroporto di Tokyo

untitled (59)

Tokyo è una destinazione per lo shopping, con centinaia di piccoli negozi di specialità e molti dei più grandi centri commerciali al mondo. Se volete fare acquisti di souvenir, approfittate di un pomeriggio. Non aspettare fino a quando si arriva in aeroporto per il volo di ritorno a casa. Questo non è solo perché i prezzi sono più alti che nei negozi della città. Ci sono una serie di cose che si ottengono per un affare migliore in città – e un sacco che non si possono comprare in aeroporto – soprattutto se si aspetta prima di aver già controllato i bagagli.

Qui ci sono cinque cose che non si dovrebbe comprare in aeroporto:
1.
Coltelli giapponesi. Per ovvie ragioni, i coltelli sono vietati nei bagagli a mano.

2.
Vini giapponesi. Sì, il Giappone è un paese produttore di vino, ma anche se hanno ampliato la loro offerta di saké, negozi tax-free sia a Haneda e Narita non offrono nulla vicino a quello che si potrebbe trovare in un negozio all’angolo.

3.
Pennelli per la pittura e scrittura.

Ci sono alcuni pennelli confezionati in plastica in alcune delle bancarelle di souvenir, ma se si vogliono davvero pennelli per la scrittura giapponese, li si compra in un negozio di specialità di Tokyo.

4.
Tessuti giapponesi. Un kimono è un meraviglioso ricordo; e ci sono alcuni artigiani (e artigiane) che fanno meravigliosi tessuti.

5.
Ceramiche e porcellane giapponesi. Mentre non vi è nessun marchio che compete con marchi internazionali come Lladro, Royal Copenhagen o Wedgewood, il mestiere di ceramica è molto vivo in Giappone.

© Riproduzione riservata
Leggi anche
Piquadro Blue Square Ventiquattrore pelle 42 cm scomparto ...
590 €
Compra ora
Littlelife Portamerenda termico - LittleLife - Coccodrillo
23 €
Compra ora
Jost Kopenhagen Business Zaino pelle 45 cm scomparto Laptop Black
299 €
Compra ora
Nania Seggiolino Auto Befix SP Dama Blu
44 €
Compra ora