Parco delle Mura di Genova: origini e visita

Cosa vedere e cosa fare nel Parco delle Mura, l'area naturale situata alle spalle del centro storico di Genova.

Il Parco delle Mura è l’area naturale protetta che circonda la parte storica di Genova, in un contesto storico e naturalistico che ha segnato il passato della città. Il parco urbano è una delle zone più interessanti da visitare nel capoluogo ligure.

Parco delle Mura di Genova

Il Parco delle Mura, o Parco della cinta muraria, è l’area che racchiude le maggiori strutture storico-architettoniche del complesso difensivo eretto tra XVIII e XIX secolo. Le mura avevano, infatti, lo scopo di proteggere la città dalle aggressioni nemiche.

Il primo tratto della cinta più lunga in Europa risale al periodo fra 1626 e 1632. All’epoca furono eretti 12 chilometri di mura lungo i crinali e oltre 3 lungo la linea di costa.

Ampliate nel Settecento, furono completate sotto il Regno sabaudo nell’Ottocento, con la costruzione dei forti. Da est a ovest i forti Santa Tecla, Richelieu, Quezzi, Ratti, il Castellaccio, forte Fratello Minore, forte Puin, forte Crocetta, forte Begato, forte Tenaglia e forte Sperone, per un totale di sedici edifici fra torri e fortezze.

Genova

L’area del parco

Il parco, costituisce la più vasta area verde del capoluogo ed il il polmone verde della città. L’area è situata dietro il porto vecchio e il centro storico, in una posizione centrale tra lo sviluppo lineare della costa e l’estensione urbana lungo i fiumi Polcevera e Bisagno.

L’area è costituita dalle fortificazioni a ovest del Bisagno e quelle di Ponente, che si snodano lungo la val Polcevera.

Da questa parte la cinta muraria include la Lanterna, il faro simbolo di Genova, e l’omonima porta.

Le creuze

Per raggiungere le colline sono diversi i percorsi pedonali che partono dalla città antica. La ripide salite, chiamate “creuze”, mattonate che dalle Mura Nuove, raggiungono le due vallate.

Il parco, inoltre, raggiunge rapidamente oltre 2000 piedi sul livello del mare. Da qui, infatti, si gode di una vista panoramica a 360 gradi della città, della Corsica e delle Alpi.

Il forte Sperone

Uno dei forti più interessanti da visitare è il forte Sperone. Questo, infatti, viene considerato uno dei più importanti del sistema di fortificazione genovese. Situato sulla sommità del monte Peralto, gode di una posizione dominante sulla città e nel punto di innesto delle Nuove Mura con i percorsi che conducono in direzione nord, verso i forti Puin, Fratello Minore e Diamante. Le prime notizie relative a questa fortificazione risalgono al 1300. Tuttavia, il forte per come si presenta oggi deriva dalle modifiche apportate tra il 1700 e il 1800. Durante la Prima guerra mondiale era una prigione, in seguito utilizzato dalla Guardia di Finanza tra il 1958 e il 1981. Ad oggi, invece, il forte è utilizzato come sede per rappresentazioni teatrali e manifestazioni culturali durante la stagione estiva.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Canal Grande, Venezia: info e curiosità

Capodanno senza viaggi, riscopriamo la nostra città

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • zermatt estate 2020Zermatt estate 2020: tutte le informazioni

    Tutte le informazioni che servono per visitare Zermatt durante l’estate 2020.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.