Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Notizie.it logo

Parco botanico San Grato: quando andare, cosa vedere

San Grato

Informazioni e consigli per visitare il parco botanico san Grato a Lugano, che contiene una collezione di azalee, rododendri e conifere unica al mondo.

Il Parco San Grato è un parco botanico che si trova nel territorio di Lugano-Carona.

Si tratta di un parco botanico che offre ai visitatori che vi addentrano la sensazione di entrare in un mondo incantato ricco di profumi e colori che altrimenti è difficile cogliere e trovare.

Il parco si estende in lungo e in largo nel suo vastissimo territorio di più di 60 mila ettari quadrati, all’interno del quale si può ammirare la collezione di azalee, conifere e rododendri più vasta della regione.

Il parco di San Grato si trova posto tra il San Salvatore e il Monte Arbostora, a circa 10 km di sistanza da Lugano, e da lì potrete godere di una vista da cui ammirare tutte le città e i luoghi che si districano intorno ad esso.

Visite e sentieri tematici

Quando ci si reca nel parco di San Grato, ci si trova di fronte a un luogo così bello e vasto che ci si può anche confondere data la varietà di piante, sopratutto se non si è esperti del settore.

Proprio per tale motivo il Parco San Grato offre ai propri visitatori di scegliere tra ben cinque percorsi tematici, ovvero botanico, relax, panoramico, artistico e fiaba. Ciascuno di questi percorsi ha il compito di svelare il parco sotto una luce diversa, che segue i ritmi delle stagioni.

Se viaggiate con bambini è disponibile uno spazio giochi, che è situato al centro del parco. Qui troveranno l’opportunità di giocare sia gli adulti che i bambini, immersi nell’atmosfera naturale.

Il parco custodisce al suo interno anche una cappella dedicata a San Grato, il Santo che viene per tradizione invocato contro i fulmini, la tempesta, gli animali nocivi per le colture e, in modo particolare, contro la siccità.

Quando andare

Il parco San Grato è aperto tutto l’anno in tutti i giorni, ma il periodo maggiormente consigliato per visitarlo è quello della primavera. In particolar modo i mesi da prediligere sono aprile e maggio, i mesi in cui la natura si risveglia e offre nel pieno del suo splendore colori e profumi.

© Riproduzione riservata
Leggi anche