Notizie.it logo

5 motivi per visitare Sorrento in primavera

5 motivi per visitare Sorrento in primavera

A Sorrento vi sono tantissimi bei posti da visitare e la primavera è il periodo migliore per farlo perché le temperature sono più piacevoli.

Se amate la tranquillità, ma anche le visite culturali e delle interessanti tappe enogastronomiche e sportive, Sorrento è il luogo ideale dove trascorrere la vostra vacanza.

Sorrento rappresenta la perla della penisola e vi incanterà per la limpidezza delle sue acque e la varietà di colori che soprattutto in primavera dominano incontrastati nei sontuosi giardini, negli agrumeti con le fragranze più inebrianti. Non solo, qui in questo periodo potrete assaggiare delle gustosissime prelibatezze fatte di piatti a base di ingredienti tipici e genuini come la mozzarella, i pomodori, l’olio, il basilico e l’ottima pasta.

Sorrento non è noto solo per il mare, le spiagge e la sua meraviglia naturale, ma anche per l’arte e la cultura. Infatti possiede anche un caratteristico centro storico situato intorno alla piazza centrale che rievoca il grande scrittore Torquato Tasso, che proprio qui ebbe i suoi natali.

Per cui, non potrete dimenticare di visitare il magnifico Duomo, Cattedrale dedicata ai santi Filippo e Giacomo, che pensate, risale all’undicesimo secolo, con decorazioni al suo interno realizzati in legno da artigiani del luogo.

Altra imponente struttura è la Basilica di Sant’Antonino situata nella piazza che ha lo stesso nome in onore del patrono della città.

Realizzata in marmo provenienti di origine greco-romana ha al suo interno tre navate suddivise in dodici colonne. Tra le varie opere conservate qui, vi è una tela che raffigura Sant’Antonino che libera dalla possessione del male, la figlia di Sicario, il duca di Benevento. Altro luogo sacro è il Convento di San Francesco, con un bellissimo chiostro del Trecento.

Situata nelle vicinanze, c’è poi la Villa Comunale che si affaccia proprio sul mare ed è di una bellezza davvero mozzafiato, da qui potrete ammirare l’intero golfo di Napoli. Passate poi alla Marina Piccola, da qui partono gli aliscafi per raggiungere Ischia e Capri, ma collega anche diversi comuni del golfo di Napoli, di Salerno e del Cilento.

Se amate l’arte, allora non potrete assolutamente perdervi una visita al Museo Correale, ospitato dalla meravigliosa Villa alla Rota, dove sono conservate collezioni d’arte e reperti archeologici che raccontano la millenaria storia di questo luogo.

La villa possiede anche uno splendido giardino. Altre tappe fondamentali del vostro viaggio potrebbero essere il Vallone dei Mulini, Villa Tritone con le sue meravigliose piante esotiche, le Antiche Mura, il Museo della Bottega della Tarsia Lignea e i Ruderi della Regina Giovanna, tra i siti archeologici più noti.

Ed ancora, tra le meraviglie offerte dalla natura, fermatevi poi per una giornata presso la Grotta delle Sirene , con spettacolari giochi di colori al suo interno.

In primavera inoltre, potreste usufruire anche di diversi pacchetti turistici assai economici messi a disposizione dai diversi alberghi e club del luogo, con tariffe molto convenienti, proprio nella prospettiva di ottenere un maggiore afflusso di turisti, offrendo la possibilità di ammirare i panorami della Penisola Sorrentina e della magnifica Costiera Amalfitana.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche