Notizie.it logo

Slovacchia, cosa vedere

slovacchia

Slovacchia, meta turistica di nicchia, si fa strada con la sua tranquillità e la sua storia.

Avete a disposizione un fine settimana lungo o qualche giorno di ferie e volete spingervi un po’ oltre della solita meta turistica appena fuori città? La Slovacchia potrebbe essere la soluzione ideale per voi! Questo piccolo paese dell’Europa centrale, come vi racconteremo più avanti, ha mole cose da vedere.

Innanzitutto, è ancora uno di quei paesi low cost, con un costo della vita molto basso se paragonato con quello italiano. Infatti, potremo passare qualche giorno in completa spensieratezza senza farci mancare nulla, spendendo veramente poco. L’unica eccezione è la capitale Bratislava, che inizia ad allinearsi ai prezzi delle altre grandi capitali europee. Ricordiamo che la Slovacchia ha adottato l’euro nel 2009.

Cosa vedere in Slovacchia

Iniziamo ad immergerci in questo viaggio alla scoperta del paese, partendo dalla capitale della Slovacchia.

Bratislava sorge lungo la riva sinistra del Danubio, a pochi chilometri dall’Austria e dall’Ungheria. È l’unica capitale al mondo a confinare direttamente con due Stati.

Tappa turistica obbligatoria è il Castello di Bratislava, che con la sua mole massiccia, domina la città vecchia. Si tratta in una antica fortezza, divenuta poi residenza reale. Un’altra cosa da fare assolutamente, è una gita in barca lungo il Danubio. Il tour lungo il fiume vi permetterà di spostarvi velocemente e dare uno sguardo di insieme a questa meravigliosa città tra i colli dei Carpazi.

Al confine occidentale della città vecchia, troviamo il duomo di Bratislava, la Cattedrale di San Martino. La meta religiosa più interessante della capitale.

La seconda città più popolosa, con circa 240mila abitanti è Košice, situata nella parte orientale del paese.

I monumenti più importanti si possono ammirare nel cuore del centro storico cittadino.

Un edificio molto caratteristico è sicuramente la Torre di Urbano, edificata a cavallo tra il XIV e il XV secolo in stile gotico e poi successivamente ricostruita in stile rinascimentale. Una tappa non molto frequentata dai turisti, ma rispecchia in pieno lo stile architettonico della città slovacca.

Dopo una breve passeggiata potrete ammirare la Cattedrale di Sant’Elisabetta, il più grande tempio della Slovacchia. Questo gioiello gotico venne costruito in ben 130 anni, sulle macerie di una chiesa parrocchiale, distrutta da un incendio nel 1370. Vicino alla Basilica si trova la cappella di San Michele, che nel Medioevo rivestiva un ruolo importante durante le messe celebrate in onore dei defunti.

Circondato da un curato giardino, potrete vedere svettare una colonna particolare, si tratta del monumento della Colonna della Peste, dedicata alla Vergine Maria, ed eletta come segno di gratitudine per la fine dell’epidemia di peste del 1709.

Passeggiando per Kosice potrete certamente notare molti monumenti che risalgono all’epoca del dominio comunista in Slovacchia.

Slovacchia e dintorni

Allontanandovi dalle città più popolose, si potrà ammirare il vero protagonista dei paesaggi slovacchi, la natura. Le imponenti catene montuose slovacche, gli Alti Tatra e il Parco Nazionale Slovensky Raj, contengono suggestive cornici naturali.

Il record di castello medievale più grande dell’Europa centrale è in Slovacchia, e lo detiene il Castello di Spiš. E nonostante sia costituito prevalentemente da rovine, è stato inserito nella lista dei patrimoni dell’umanità UNESCO.

La sua bellezza è testimoniata anche dalla grandissima affluenza di turisti, basti pensare che ogni anno è la meta di circa 170mila curiosi. Attraverso le sue sale interne è possibile vedere rappresentata quella che era la vita quotidiana di un tempo.

Il castello venne parzialmente distrutto da un incendio nel 1780 e quindi abbandonato. Nel 1970 iniziarono degli imponenti lavori di restauro per consegnare alle future generazioni questa meravigliosa testimonianza culturale della storia slovacca.

Quindi non aspettate troppo per prenotare il vostro viaggio in Slovacchia. Al più presto, prima che venga “scoperta” dal turismo sfrenato, e diventi meta battuta da orde di turisti da tutta Europa. Poi non dite che non vi avevamo avvisato!

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche