Notizie.it logo

La Tour Eiffel come Central Park:avrà il suo parco di 54 ettari

tour eiffel parco

Un progetto da 72 milioni di euro per creare un grande spazio verde di 54 ettari

Parigi si tinge di verde. Anne Hidalgo, la sindaca della capitale francese, ad un anno dalle elezioni municipali del 2020, ha deciso di annunciare la creazione di un immenso parco pubblico ai piedi della Tour Eiffel. In piano infatti c’è la costruzione di uno spazio verde di circa 54 ettari attraverso le due rive della Senna, tra il Trocadéro (Riva destra) e il Champ de Mars (Riva sinistra).

La svolta green della Tour Eiffel

Questo monumentale progetto, che costerà circa 72 milioni di euro, cambierà per sempre una delle aree più visitate della capitale francese. I cittadini parigini e i turisti potranno in futuro beneficiare di questo polmone verde che circonderà la Tour Eiffel.

La paesaggista che ha ideato questa opera è la 68enne Kathryn Gustafson che ha vinto il bando per poter rimodellare lo spazio asfaltato e renderlo più green. Ispirato un po’ al modello Central Park di New York o l’Hyde Park di Londra, questo progetto creerà un’esperienza totalmente differente della città, realizzando secondo le parole della sindaca “un giardino straordinario dove finalmente sentiremo il canto degli uccelli”. Questo proprio perché Parigi, a differenze di altre metropoli, non possiede un vero e proprio polmone verde nel suo centro. I Giardini del Lussemburgo e delle Tuileries, così come il Parco delle Buttes-Chaumont non hanno infatti una superficie comparabile a quelle dei grandi parchi.

Sempre secondo la prima cittadina questo sarà un progetto che farà il giro del mondo, dimostrando la capacità di Parigi di affrontare i cambiamenti climatici e reinventarsi allo stesso tempo, ricordando come la comunità scientifica abbia scelto il 2030 come data ultima per cercare di ridurre l’inquinamento ambientale.

La società che gestisce la torre (SETE) e il consiglio comunale pensano da anni a come cercare di accogliere meglio i turisti in questa parte della città. La Gustafson ha sottolineato come quello che verrà creato servirà a “ricongiungere il vasto spazio oggi diviso in tante piccole cose che non funzionano formando una grande passeggiata”. La passeggiata verde sarà lunga circa 1,6 chilometri e porterà alla chiusura del traffico in una delle zone cruciali dei Lungosenna, il super trafficato Pont d’Iéna che collega proprio le due rive del fiume vicino alla torre. Il ponte verrà ricoperto di alberi e manto erboso tra il 2021 e il 2023 ed è prevista anche la costruzione di tre piazze da cui poter osservare meglio la torre.

I lavori per la costruzione di questo progetto dovrebbero cominciare a fine 2020 e durare circa dieci anni.

Parigi però punta a consegnarne una prima parte per le Olimpiadi del 2024 per cercare di rendere la città più presentabile per questo grande evento.

© Riproduzione riservata
Leggi anche