Val Isarco: escursioni e attività nella natura

Le più belle escursioni da intraprendere nella Val Isarco per esplorare la natura e i paesaggi tipici dell'Alto Adige.

Nell’Alto Adige la natura è la vera protagonista, ideale per immergersi nei paesaggi tra le escursioni più belle della val d’Isarco. Passeggiate rilassanti che permettono, non solo di esplorare la natura, ma anche di lasciarsi incantare da panorami mozzafiato.

Val Isarco: le escursioni

La Valle Isarco è una delle due principali vallate dell’Alto Adige. La sua estensione segue il corso dell’omonimo fiume, dalla sua sorgente al Brennero fino alla foce nell’Adige a Bolzano.

Con una lunghezza di 80 chilometri, la vallata è percorsa dal fiume che attraversa splendide città tra cui Bressanone, Chiusa e Ponte Gardena.

Inoltre, la valle separa le Alpi Retiche orientali dalle Alpi dei Tauri occidentali oltre che dalle Dolomiti.

La valle geografica si suddivide in tre comunità comprensoriali: Valle Isarco, Wipptal e Salto-Sciliar. Il capoluogo del comprensorio Valle Isarco e centro maggiore della valle geografica è la città di Bressanone.

All’interno della valle si snodano numerosi sentieri, ideali per intraprendere rilassanti escursioni in famiglia. Infatti, i percorsi sono adatti a tutti e richiedono poche ore di cammino.

Vediamo, quindi, quali sono le più interessanti da intraprendere.

valle isarco

Escursione circolare Laugen – Elvas

Una splendida escursione è quella che conduce da Elvas attraverso il biotopo Laugen. Un percorso facile, adatto a tutti, di appena 4,2 chilometri di cammino. Il percorso richiede circa un’ora e mezza e copre un dislivello di 130 metri.

Il sentiero da seguire è il numero 10 e, successivamente, il 10A. È possibile parcheggiare comodamente ad Elvas, luogo di partenza e di arrivo della passeggiata.

Borgo di Velturno

Una passeggiata rilassante nella storia è quella che conduce nel cuore del borgo di Velturno. Un percorso di media difficoltà, dalla durata di 4 ore e una lunghezza di circa 12 chilometri. Il cammino percorre un dislivello di 240 metri, raggiungendo la quota massima di 1412 metri sopra il livello del mare.

Il percorso prevede l’andata e il ritorno, per cui si parte e si arriva a Snodres di Sopra. Il sentiero da seguire è il numero 9 in direzione nord-ovest fino ai masi di Stilums. Da qui si prosegue lungo l’ampio sentiero attraverso boschi e prati fino a Caredo. Qui un bel sentiero escursionistico conduce alla locanda Feichter, uno splendido punto di ristoro.

Sentiero Woody Walk

Altro splendido percorso, adatto a tutti, è il sentiero Woody Walk di 11 chilometri. Il percorso è circolare e adatto anche ai passeggini, con un dislivello di 430 metri.

Il percorso inizia dal parcheggio di Valcroce, a 2050 metri, dal quale si intraprende il cammino seguendo il sentiero numero 17. Il rientro più facile e consigliato per famiglie che hanno bambini piccolissimi o in passeggino è quello lungo il sentiero numero 14.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Petrinja: cosa vedere nella città croata

Fiume Tagliamento: dove nasce e dove sfocia

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media