11 giorni in Finlandia

images

finlandia
Questa è la storia vera di un viaggio di 11 giorni in Finlandia…è stato bella….frrrrrr…5 minuti….Mitici!
Tutto prende forma il 4 giugno…serata che prende risvolti mai immaginati:sono le 18:30 circa quando due giovani e arrapati ragazzi si danno appuntamento per fare 4 chiacchiere e sorseggiare una birra .I due,Cattogno Salvatore (Catto hai visto che ci ho messo 2T!) e Francesco Tilloca seduti al tavolino di un famoso pub Milanese. I due gia fottuti alla seconda Super Tennen’s si stringono la mano prefiggendosi un obbiettivo:andare in Finlandia,All’uscita dal pub a Salvador viene in mente giocare l’asso Brunati Francesco che, il giorno del suo compleanno non poteva che essere infartato e giurare fedeltà ai due disgraziati.Molto più complicato invece fu convincere gli altri 2 membri della spedizione;Il Principino legato da vincoli PreMatrimoniali era più attratto dalla Spagna,Mentre il SempreVerde (Reduce dal concerto del suo cantante preferito) era indeciso per motivi di lavoro,ma su di lui L’Organizer poteva vantare un Pre Contratto siglato nel mese di Dicembre.27/08 nonché compleanno del capitano,Da registrare l’acquisto biglietti da parte di Salvador e Dell’Organizer che leggermente sbronzi si recano al CTS.

Pochi giorni dopo imitati dal Maestro,mentre per convincere gli altri 2 Bastò solamente un ora dal mio ritorno ad Alghero e 4 bicchieri di cocktail.
Ma ora parliamo del trip vero e proprio.
19/08/2/03.Partenza in aereo da Alghero per Il capitano e l’Organizer,Il SempreVerde e Il Principino partiranno qualche ora più tardi in nave alla volta di Genova mentre il Maestro partito da Como,ci raggiungerà in tarda serata a Linate. da non dimenticare per Il Maestro che, è stato una volta tra i best 11 della terza Cat. Di Como. Il Capitano,L’Oganizer e il Mastro dormiranno a Linate per poi partire il giorno dopo all’alba alla volta di Helsinki.Questa dormita verrà sempre ricordata per l’attacco vorace da parte di una greffa di mosche Tarantolate ai danni di Tilloca e Cattogno che Cercavano di dormire pacifici sul pavimento dell’aeroporto.
20/08/03:Dopo esser stati trattati in maniera adeguata nel secondo dei 2 voli,vi è l’arrivo in ostello con straordinaria presenza di fighe e clamorosa e gradita sorpresa:Presenza all’interno della stanza di 3 dame:un Indiana logorroica e 2 luxemburghesi.Da segnalare che a queste prime impressioni segui subito un sms di Tilloca che verrà riportato a fine racconto…per Masu e Troisi nel frattempo,un tranquillo arrivo a Genova con successivo approdo a Milano dove ottengono Vittu e alloggio dal famoso comico Pablo Pittonzio, che per l’occasione sistemò la casa in maniera pietosa.Da non dimenticare che nella tratta Copenaghen – Helsinki i primi 3 arrivati rimasero infartati dal fatto che,veniva distribuito alkool ai passeggeri in maniera così generosa,infatti i 3 ne approfittarono spudoratamente tanto da fare incetta di wisky e birra gia dalle 10:00 del mattino . I primi 3 arrivati, capendo quanto cazzo fosse cara la Finlandia,intrapresero inizialmente la via del McDonalds, per poi infatuarsi definitivamente di una famosa catena finlandese di fast-food chiamata Heesburger .I 5 con il trascorrere dei giorni si accorsero di avere una vera e propria dipendenza da quei fantastici panini:si segnalano pertanto casi gravi di crisi d’astinenza che, portarono come nel caso del Maestro,a mangiarne nel giro di un giorno la bellezza di 6.Da tenere in considerazione che in questi posti non vendevano la birra,ma i 5 sapranno comunque arrangiarsi.Nel fantastico ostello vennero improvvisati straordinari concerti di percussioni e vibrazioni varie,accompagnate da un melodico e scordato pianoforte,strumenti che sono ritornati utili anche per cucinare(vedi piatto della batteria utilizzato per cucinare la pasta al tonno).Nostro fan più accanito fu il “Gatti” versione Svedese che,assistette alle mirabolanti esibizioni in religioso silenzio e assumendo forme non consuete all’interno del suo sacco a pelo.Del “Gatti ”Svedese non si hanno più tracce,da ricordare che una volta è stato bersaglio di oggetti puzzolenti e non identificati:le calze di Umberto.
La prima uscita ufficiale per la conquista della Finlandia, portò i primi 3 arrivati alla conoscenza di un favoloso pub stile irlandese:”Molley Malone,dove all’interno fra giochi d’azzardo e long island very strong(13 euro) e Marlboro a 5,50 euro si cantava sha la la la la suonata dal gruppo più alcolizzato del mondo;gli “JegerMaestro” capitanati da il sosia del figlio di tribikò e ,famosi per le loro lunghe pause rigeneranti.I 3 ballavano e vedevano fighe dappertutto…da segnalare il contatto labiale del Organizer con una maialina lesbicona che nel salutarlo gli apostrofò la frase thank you…seeeee thank you un gran cazzo non avendo capito niente della frase precedente.
Il giorno dopo 21/08 dopo un piacevole risveglio con vista delle luxemburghesi in tenuta da doccia, si vide il ricongiungimento della squadra, con l’arrivo dei felicissimi Principino e Steven,gia eccitati dalla distribuzione di alkool in volo e anche loro ben equipaggiati di bevande.particolare da non sottovalutare l’arsenale alkoolico del gruppo esportato dalla solare terra madre per farlo conoscere ai fegati femminili presenti in terra Finnica.
L’arsenale consisteva in “sole” 11 bottiglie di mirto e 4 di vino bianco,il tutto esaurito nell’arco di 4 giorni…di esperienza grazie!
Nonostante l’elevato prezzo della birra, i 5 indomiti bevitori ne facevano utilizzo dalla mattina(nota bene) fino a notte inoltrata senza attimi di pausa.Un nome su tutti :Lapin Kulta (oro di Lapponia) una lattina da 33cl veniva pagata al market 1,72 euro….un utilizzo minimo di acqua dato il prezzo esagerato (costava più della birra stessa),un inesistente consumo di altre sostanze non alcoliche come coca cola , fanta ecc…fatta eccezione per il caffè.Si calcola di aver bevuto circa 4 litri d’acqua a testa in 11 giorni,media abbassata dal SempreVerde Masu chiamato anche “Paperone dei miei stivali”Volto da un vero e proprio ribrezzo verso l’ h2o.Il secondo giorno al pub potò alla conoscenza di 2 ragazze Finniche :Tina & Tania,apparse ammaliate dal fascino mediterraneo dei 5,i quali furono guidati dalle 2 in uno dei più noti bordelli della capitale finlandese,tra facinorosi consumatori di pastiglie,posto famoso anche per la promiscuità che è stata provata sulla pelle del Maestro in un giorno successivo.
Alla fine della serata le 2 furono convinte dal Maestro a fare visita all’ostello dove alloggiavamo,e subito rimasero sconcertate dalla voracità dei 5 nel mangiare una pasta al tonno (preparata in soli 5 minuti dal ventiseienne Steven…frrrr 5 minuti)pietanza mangiata con coltelli e strumenti vari, dato il non immediato ritrovamento di utensili chiamati forchette.Momento clou della serata fu il racconto,anzi la traduzione del Maestro alla 2 finniche della leggendaria avventura di Tania Cagnotto.Le 2 rimasero Infartate e non impiegarono molto tempo per andarsene senza quasi neanche salutarci e, dopo aver rifiutato il piatto di pasta più bello,nonché fornito dell’unica forchetta a disposizione.Il tutto accadeva tra la silenziosità,la rabbia e l’impotenza del Gatti svedese.
Il 22/08 alla visita del porto e dei suoi relativi chioschetti.

I 5 Rimasero particolarmente impressionati dalla bellezza dei merluzzi di un chioschetto venduti da 2 graziosissime ragazze:Emilia e Kristina. I prodi pranzarono per la modesta cifra di 10 euro a capa con prelibatissimi piatti di pesce accompagnati da birra di nome “Olvi “ che vantava la bellezza di 2% di volume alkoolico..alla faccia del cazzo ,al prezzo di 2 euro a bottiglia da 33cl…nel momento in cui si pagava i 5 si informavano con le 2 sulle attrattive notturne che la città offriva e, vennero a conoscenza di un university party al famoso locale “Vanha” ,Funesto per il cuore di molti recatisi in questo party.Rimasero impressionati dal numero sproporzionato di ragazze belle ed eleganti non ancora identificate.Da segnalare l’elevato numero di pearcing sulla lingua e un elevato numero di pescivendole.
Il 23/08 parte con un classico risveglio infartato,spaventati dalla presenza inquieta del sacco a pelo dello svedese.Da segnalare l’arrivo in camera di 2 sfigati casertani ,ai quali non piaceva proprio sparare cazzate ai 4 venti….unica cosa buona che fecero fu una leggera elargizione ai 5 di materiale infiammabile chiamato Ganja.

Quindi solito pranzo al porto con donazioni di foto tessere in formato gigante da parte del sempreverde Steven Masu,foto tessera che ammaliò numerosi clienti,da segnalare che nel momento che la foto comparve tra i merluzzi e le patate,avvennero strani inconvenienti atmosferici ,vedi cascate sulla testa del Maestro.Per non parlare dell’inizio del test personale “do you know Moccia?”Che consisteva nel far vedere un tappo di birra ichnusa con all’interno la foto di Mirko accompagnata dalla fatidica domanda.Ancora non si capisce perché tutti risposero no.Da segnalare anche i numerosi nonché gratuiti pranzi dei piccioni Punkabestia ,sempre immortalati dal solerte Principino.Quindi abbandonato l’ostello per partire alla volta di Tampere ,i 5 ormai innamorati della capitale,presero la drastica decisione di abolire la visita alla tecnologica città rischiando,avendo già abbandonato il primo ostello, di rimanere a dormire per strada.Venendo a conoscenza di fantastici sconti sul traghetto che portava al diamante nel cuore di Helsinki,ossia l’isoletta di Suomellina ,decisero di prendere alloggio in codesto posto,non ancora consapevoli della fama che li avrebbe travolti.Impossessatisi immediatamente dell’ostello, dell’area circondariale e organizzando subito un Mirto Party in compagnia di 3 giovani austriache alle quali si aggiunse uno dei monumenti dell’isola:la famosa Yuoppa.Una delle graziose austriache “Susy” ,prima apostrofò il Mirto definendolo sciroppo e con ciò offendendo la combriccola Sarda,dopo prese spavento brutto con codesta medicina .I 5 praticamente rasero al suolo l’ostello facendo prendere un altro spavento brutto ai 4 inglesi capitati per loro sfortuna in camera con i 5 prodi.Inoltre si segnala il giorno seguente un battibecco tra il Maestro e The man of Reception Alias Barabba che alterato concluse la conversazione con la frase per l’occasione tradotta in italiano:” ma cosa cazzo lo pigliate a fare l’ostello se tanto tornate alle 7 di mattina?”….cosa che sconcertò il Maestro.Non paghi dell’effimera ma facile conquista dell’ostello ,i 5 (tanto per cambiare già sbronzi di primo pomeriggio)decisero di ampliare il proprio potere sull’isola,spacciandosi,dopo aver mostrato la foto della nazionale con le loro facce ,per giocatori di fama internazionale. I 5 con a capo L’Organizer infognato e vorace di questa celebrità,incominciarono a impiastricciare gli arti superiori delle fanciulle dell’isola,emozionate dalla presenza di questi 5 fuoriclasse. Non si limitarono solo agli autografi, ma fecero vere e proprie foto di rito con le fans, oramai estasiate,riuscirono anche ad ottenere l’invito all’esibizione pubblica dei 5 che, si sarebbe dovuta svolgere il giorno seguente alle 2 del pomeriggio.
La serata non aveva un piano ben preciso,dopo la clamorosa buca data alle austriache a causa della perdita del gentil traghetto per un cazzo di minuto…Helsinki era gonfia di gente e i 5 gonfi di Mirto e Lapin Kulta….chi voleva andare al reggae party,chi voleva andare al Vanha e ,chi rimase incastrato tra la folla vedi Steven e chi si infognò a parlare con una napoletana e una finnica…alla fine per una pura coincidenza si scopri che il reggae party si trovava al Vanha e,tutti rimasero soddisfatti e contenti(da evidenziare la ginocchiata ai coglioni subita all’ingresso: (8€ + guardaroba obbligatorio – consumazione) e quelle all’uscita incassate dal Principino …Però se li valeva tutti!Il locale per l’occasione era vestito a festa,con 3 sale da ballo (o da sballo) e terrazzo esterno,i 5 estasiati dalla musica dal vivo (poi riusciranno a fare una foto addirittura con il cantante )rimasero colpiti soprattutto dalla bellezza delle sculture greche presenti nel locale,sculture dalla sorprendente bellezza, parevano quasi modelle,che mimetizzate tra la folla fecero scontrare il famigerato e saltellante Principino ,causandogli un forte dolore nelle parti basse.Da segnalare gli effetti del morso della tarantola sul nostro capitano,per l’occasione vestito come O ’ Scugnizzo di Pizzo Calabro con tanto di ciccìa del nonno e barba incolta.da notare la particolare attenzione dell’Organizer nei confronti dei servizi igienici con annessi trenini a 3 vagoni. All’uscita del locale i 5 fecero la conoscenza del Principe di Bell Air noto come Raul o ’ re del Mozambico che , fornito di 2 diamanti ai lobi delle orecchie,alla faccia del miglior Berlusconi promise per i 5 l’albero della cuccagna,ossia un party con modelle,coca,ganja e preservativi gratis…tutto ciò si rivelò una grande bufala ma ciò non intaccò nei 5 la stima nei confronti del re del Mozambico, che continuò imperterrito a raccontare favolette che gli provocò un notevole aumento delle sopraciglia facendolo assomigliare sempre più al leggendario Antòòòò.
Da qua nacque il motto che seguiva ogni stronzata..:”Raaauuuull!!!!” I 5 ,però, rimasero favorevolmente colpiti dal famoso proverbio del Mozambico: “quando una chica pesa più de Quaranta chilos …se puede scopar!..Raauuuuul!!!!.Inoltre vantava un vocabolario finissimo di italiano;esempio lampante la frastumia che non mancava mai di dire :Porco diooo accompagnata da fallo tecnico :frrrr!!!.
Inoltre bel siparietto alle 4:30 del mattino prima con un romano che d’innanzi a una piazza deserta ci chiese dove poteva andare a pisciare…poi con una ragazza impegnata a vomitarsi per strada e incoraggiata dai 5 con la famosa canzone che faceva cosi: don’t worry be happy e seguente sorriso da parte della tipa tutta infartata…rincontrata 5 minuti dopo all Heesburgher !
La domenica 24/08 potò all’incontro del Will Smith africano con i 5 ormai appesantiti dal peso dei propri strumenti sessuali,incontro che li avrebbe dovuti portare a una breve gita a “Passìla” ma invece li condusse solo alla faraonica visione di innumerevoli sculture greche.Quella fu la serata più fiacca degli ormai padroni della Finlandia,causa la mandrunia domenicale del popolo finnico.La serata portò alla visita di un locale che ai 5 non piacque per niente per l’eccessiva presenza di una masnada di froci pronti a punirti alla minima disattenzione.Ci scusiamo con i nostri lettori, ma questa domenica nonostante tutto va ricordata per l’accerchiamento di 3 del gruppo da parte dei fans dell’isoletta ormai moltiplicatisi che, praticamente assalirono i 3 richiedendo anche in maniera un po’ scortese ,foto,dediche e autografi.Da sottolineare la presenza di altri italiani che alla vista di ciò si avvicinarono ai tre chiedendo loro:…Il Principino infastidito per non esser stato riconosciuto.dopo circa 15 secondi di totale silenzio ,elaborò con difficoltà ma elevata fantasia luna stronzata a cui codesti italiani cedettero ,infatti il Principino riuscì ad imbarcargli la puttanata della rappresentativa Sarda salvando i 3 da una figuraccia di merda memorabile. I turisti non fecero altro che augurare un “in bocca al lupo” .i 3 :il SempreVerde Steven(con una bottiglia di mirto un mano[per la cronaca l’ultima]per curare la nostra immagine), L’Organizer e il Principino attraverso numerosi flash accecanti ,riuscirono con difficoltà a prendere il Gentil traghetto per Helsinki e poter raccontare l’accaduto ai 2 assenti.
Il 25/08 inizia con l’abbandono dell’ostello di Suomellina con due ore di ritardo (come al solito)Per partire alla volta di Turku dove la ci attendeva l’ospitalità della famosa Raikonen di Turku, nonché amante della guida sportiva (la bagassa sua)Alias Paulina.I5 rimasero infartati dal prezzo del treno 20 euro per un tragitto di 135 km,da segnalare che uno dei componenti della ciurma ,Steven, richiese a gran voce con codesto biglietto la consumazione.Richiesta che cadde nel vuoto.Arrivati a Turku durante l’attesa per la venuta di Raikonen,si sfidarono a calcio tra barboni piscianti e vomitanti e piccioni voraci che volavano radenti al suolo col rischio di collisione sul campetto.Da notare per l’occasione l’acquisto del Beckham di Turku,che trascinò alla vittoria l’Organizer e il Capitano.Favoloso l’ultimo goal, nonché goal decisivo del Capitano che di rovesciata sfrutta e insacca in rete un fantastico cross dell’Organizer. Raaaauuuuull!!!!!!!
All’arrivo di Raikonen la squadra si separò per attuare il famoso piano di risparmio “Ostello guarda come ti fotto!”
Il Principino l’Organizer e il Capitano saggiano subito la guida sportiva di Raikonen.Il Principino e il Capitano dopo aver sistemato in stile post-moderno la camera,prima diedero appuntamento agli altri per mangiare fuori, poi invece organizzarono una fantastica pasta al sugo con le olive (il tutto rigorosamente Barilla)Alla faccia degli altri tre in crisi di astinenza dai panini dell’Heesburgher .Una delle attrattive che colpì subito i 5 fu l’Eric pub ,dove i nostri prodi ebbero la fortuna di conoscere La così detta Saku-Tume, birra che deve essere accompagnata da sussa a briscola,Saku Tume che vantava 6.7% di volume alkoolico.Comunque Paulina rimase infartata dagli elevati ritmi alkoolici dei 5..ma per non far fare pessima figura al popolo finnico (considerati grandissimi bevitori)esclamò:”per me oggi è solo lunedì non sono abituata a bere il lunedì”(vedi giorni seguenti).
Il 26/08 si apre con la sfacciataggine dei due ospiti italiani all’ostello che, organizzano un principesco banchetto a base di pasta al sugo di olive e croccantissimi wurstel. Da segnalare la perla di saggezza del capitano rivolto verso un solitario SurfMan tedesco: “Da noi in Sardegna spira lu Mistral!”,a questo banchetto parteciparono anche la Raikonen di Turku e una delle più famose latterie di Turku ,ma per gli amici semplicemente Tiia,che invito i 5, attratti da tutto quel ben di dio ,ad un alkool party la sera stessa a casa sua.Da rilevare durante l’arco della giornata la gita turistica ma anche di lavoro all’interno dell’ ”Alko”…catena Finlandese di negozi Che dal nome si può intuire comercializasse caramelle per bambini…Raaaauuull !!La si potevano reperire bottiglie di vermentino di Sardegna e di Sella&mosca Very strong alla modica cifra di 8 euro.La sera i 5 si recarono a casa di Tiia,che più che una casa sembrava un bordello di alta classe con tanto di luci soft, candele e cioccolati che sembravano stronzettini di gatto.i 5 rimasero infartati dalle esorbitanti misure della fabbrica di latte che si cambiò la bellezza di 3 magliette allo scopo di far uscire di testa i 5 imporrassati.da sottolineare la maglietta con la tigre,cioè la penultima indossata.La sera l’Eric pub pullulava di gente e il clima era di festa..ma non per Tiia però, tornata abbondantemente prima a casa a causa di rigurgiti antifascisti.Sicuramente sarà stata colpa dell’acqua che gli è stata portata a fini di lucro dall’Organizer,che per l’occasione si beccò l’esclamazione della barista sbigottita alla pronuncia di quella parola cosi schifosa…:vuoi dell’acqua? Cose dell’altro mondo! Si segnala anche la scoperta di un nuovo cocktail da Parte del SempreVerde Steven,ovvero cidro con prepotente aggiunta di Grappa finlandese.Dopo l’ennesima consulenza della barista del locale che parlava italiano,la squadra concluse la serata al “Mary Lou” ,una delle tante discoteche del posto dai prezzi favorevolissimi :ingresso 2 euro e birra a 2 euro,all’interno del locale,che pullulava di studentesse universitarie si verificarono scene di gelosia a causa della rivalità tra i 2 più famosi piloti Finlandesi:Raikonen e Hakkinen e, chi vuole capire capisca.Da segnalare l’uscita ad un certo punto della serata , del capitano che sbronzo Capitò in una discoteca affollata da 3 infartati,dove venne recuperato dal Maestro,anzi per la verità si recuperarono a vicenda,con il quale intraprese un contorto discorso sui misteri della vita.Il SempreVerde Masu nel frattempo vestito per l’occasione da Keniano ,si iscrisse alla maratona notturna di Turku ,che lo vide vittorioso in solitario dopo ben 6 ore di forzata competizione fra autobus sbagliati e falsi Pit – Stop mentre il nostro instancabile avventuriero percorreva gli sperduti sentieri dei boschi di Turku e seguito da una festante greffa di scoiattoli.Il Maestro e il Capitano attuarono per la prima volta il piano studiato a tavolino ,nome in codice : “Finestra Abusiva” Al loro ingresso nella stanza gli altri 2 inquilini si infartarono della scena ma, una frase chiara e secca del capitano tranquillizzò loro : “Siamo della stanza,abbiamoi pagato!”da dire che i due provenivano dagli Emirati Arabi e dal Belgio.
Il 27/08 parte con il ricongiungimento dei 5 ormai sparsi per Turku con il pranzo,come al solito abusivo organizzato all’interno dell’ostello.Unico assente il vincitore della maratona che si cullava sugli allori all’interno della camera dell’ostello.Da sottolineare le costante presenza dell’oro di Lapponia che appariva e scompariva molto velocemente e che oramai era la bevanda che aveva sostituito definitivamente l’acqua.Nel pomeriggio Il Principino,ormai deciso a darsi alla formula 1,durante un aperitivo cerco di prendere accordi con lo staff femminile della Mclaren, entrando per caso in un gioco femminile universitario che pareva molto invitante.In tutto ciò fu coadiuvato dal Capitano vestito per l’occasione da tropino.Codesto gioco consisteva nel commettere da parte delle matricole dell’università di Turku,più cose stupide possibili. I 2 furono oggetti di uno dei giochi con in palio il maggior numero di punti a disposizione,che avrebbe fornito al gruppo che li aveva adescati una considerevole spinta verso la vittoria finale. I 2 arrivati al parco si accorsero di esser stati colti in uno dei rari momenti di sobrietà. Fatalità del caso erano gli unici ad esserlo.Essi ottennero la bellezza di 2000 punti ovvero il massimo ,per il loro fascino italiano(chi dava i punti era troppo in porra). Ringraziati vivamente dal gruppo ricevettero l’invito ufficiale al Kino per partecipare ad una festa universitaria della facoltà di legge. A tutto ciò segui una foto di rito per immortalare il momento catartico.Il gruppo allora si divise in 2 scaglioni(rigorosamente pieni):Il SempreVerde E l’Organizer parteciparono ad un alkool Party che si tenne alla fabbrica del latte,la quale vista la brutta figura del giorno precedente si limitò nel bere, come del resto fece anche La nostra driver,e inoltre anche lei criticò il mirto (Portato come omaggio a Raikonen in segno di gratitudine per la sua ospitalità,…..no che sarebbe arrivato integro al 27 si si con la siccità che regnava!)definendolo sciroppo per la tosse!
I 2 incuriositi e imporrassati per la ormai prossima e imminente conoscenza della coinquilina della fabbrica del latte,rimasero infartati dall’obbrobrio di codesta ragazza e,l’Organizer,abbagliato dai fumi dell’alkool pensò di avere ritrovato in Finlandia un vecchio amico del quartiere di Santi Angeli:Giovanni Sanna ,mentre il SempreVerde pensò fosse una buona idea dare qualche consiglio sull’abbigliamento da indossare per la serata alla nuova conoscenza.Da rilevare che il morso fatale della tarantola colpì anche la latteria e la nostra driver. Nel frattempo all’Eric Pub si ponevano le basi per l’ennesima mosca notturna (perché quella pomeridiana andava ormai affievolendosi!),e il Capitano per l’occasione rilasciò una delle tante bomboniere di cui disponeva.Andati al Kino i 5 si accorsero di essersi trasformati in veri e propri uffici anagrafe essendo pieni di timbri di discoteche nelle mani!
Il Principino il Maestro e il Capitano rimasero affascinati dal locale tanto che, il Principino oramai appassionato di formula1,venne acquistato dalla Ferrari sotto consulenza gratuita del Capitano.Il Kino come per magia fu sommerso di bolle di sapone che veeera…mente affascinarono il pubblico del locale.Nonostante la vicina presenza di Todt e Montezzemolo,il pilota ferrarista non disdegnava per niente la corte della McLaren che gli voleva montare le Bridgestone per farlo andare più piano…Dopo la diverse esperienze la ciurma si riunì al Mary Lou e ,i 3 del Kino rimasero incantati dalla SuperTarantola dell’Organizer e del SempreVerde. La serata veniva coronata dal miglior ingresso abusivo della storia dell’ostello,i 5 con a disposizione solamente 2 letti e una camera che poteva invidiare le cabine seconda classe delle più vecchie Tirrenia,riuscirono con abilitè da contorsionisti a farsi una bella pennichella nonostante le bestemmie dei coinquilini,da ricordare le ingiuste accuse del Capitano nei confronti dei piedi dell’Organizer,accuse ritirate la mattina seguente e seppellite 2 giorni più tardi quando,vedemmo un bel paio di nike nuove di zecca ai piedi del Maestro costretto all’acquisto dopo che gli inquilini della sua camera gli imposero di dormire con le finestre aperte a una temperatura di +7 a causa delle ondate di piacevole profumo emanate dai suoi piedi.
Il 28/08 inizia con la partenza anticipata del Maestro alla volta di Helsinki per un incontro galante con una venditrice di anellini…,molto dolce all’apparenza!Questa giornata partorì 2 avventure parallele.partiamo da quella del Maestro che,giunto in solitario a Helsinki,sbarcò nuovamente nell’isola di Suomellina dove,venne rimbrottato da Barabba che,in un inventiva degna del miglior Cicerone pronunzio l’accusa Gravosa e offensiva, attribuendoci il furto dell’acqua dei giapponesi che era nel frigo…roba da pazzi! Il Maestro datosi appuntamento con la fanciulla alle ore 22:00, la vide arrivare solo alle 23:30 (e meno male che le donne si fanno aspettare…alla facci’ u caz!).;indomito continuò la serata e finì nel bordello, rimanendo infartato da come la venditrice di anellini cedette alle avance di un tossico,lasciando il malcapitato Maestro prima a parlare con le sue amiche ,poi a dormire sulla panchina del Santa Fè (Altro locale della zona) coperto di calorosi quotidiani.Questo dormitorio fu scoperto dal Maestro dopo aver seguito il più furbo dei barboni di Helsinki…dovette aspettare anche il proprio turno per dormire,aspettando le 6:20 per prendere il Traghetto verso l’isoletta.Negli stessi attimi a Turku Il Capitano e Il Principino si infarcivano di Saku Tume e,intrapresero una partita a citrulla che vide vincitore il Principino. A stomaco vuoto le 3 Saku Tume annebbiarono i già annebbiati sensi dei 2,i quali furono raggiunti successivamente dagli altri 2,anche loro con il fegato già saturo di alkool, prese il via una partita a briscola che non ebbe storia con trionfatrice la coppia degli ultimi arrivati.Da qua iniziò il giro delle feste universitarie.Prima si andò al “Prima”dove si segnala l’incontro del SempreVerde(per l’occasione con un gran mal di schiena) con Cinderella,la quale gonfiò sempre più gli attributi del prode Steven. Nel frattempo prendeva forma il tentativo disperato tentativo dell’Organizer di trascorrere una notte a base di frustate e giochi erotici pericolosi, con una famosa pornodiva di Turku conosciuta anche in ambienti Milanesi!e,molto attratta da penetrazione anale con susseguente orgasmo e vibratore alla mano per tappare l’altro buco disponibile nel basso ventre.ma non portò gli effetti desiderati,infatti,la pornodiva eccedette con le bevande e se ne tornò a casa tutta bella che infartata.Il Principino ;il Capitano e il SempreVerde seguiranno invece il Team della McLaren andarono al Forte dove incontrarono con tanta sorpresa la Croupier del Molley Malone di Helsinki,la quale perse giocando a Black Jack nonostante la sua grande esperienza,ma non aveva mai fatto i conti con il logorroico Parlare del SempreVerde.Il Forte non era poi cosi tanto forte e alla fine vi rimase solamente il Capitano,che provò ad essere ingaggiato dalla McLaren dopo estenuanti trattative. L’Organizer nel frattempo aveva raggiunto i 2 al Prima e dopo qualche birra si diressero tutti e 3 al Mary Lou dove il Principino cercò di entrare nel gioco d’azzardo!Finita la serata i 4 affamati si ricongiunsero in piazza dove furono adescati da una carovana di studenti che li aveva invitati ad un Reggae Party,e dopo una estenuante camminata con arrivo di fronte alla centrale del latte,furono scaricati e il reggae party si rivelo fantasma. I 4 tarantolati da una camminata interminabile furono oggetti di crisi di nervi con violento lancio di porta euro sassarese!Tornando indietro decisero che era meglio fare una bella pennichella sul prato di un bel parchetto, ma dopo 25 minuti di nanna vennero mangiati dal freddo e, raggiunta una panchina della piazza principale,decisero di accomodarsi su di essa dove ,furono cacciati quasi subito dai pulitori della piazza,che li presero di mira con gli idranti.Nulli furono anche i tentativi di riscaldarsi aiutandosi con i motori e la marmitte dei Bus (per la cronaca eravamo vestiti molto leggeri con una temperatura di +6 gradi).Alla fine,7 circa, riuscirono a raggiungere la casa di Paulina,dove per l’occasione allestirono un altro accampamento abusivo!
E mo’ viene il bello!!(bello perché siamo qua a raccontarlo!)
29/08/03: EVVIVA LA VITA! I nostri programmi erano:fare tutta una tirata dalla sera precedente,ma i 4 data la infartante sbornia e la stanchezza accumulata dai giorni precedenti,optarono per una bella dormitina di 3 ore a casa di Paulina,con partenza rimandata alle 10.(mai l’avessimo fatto!)Tutto procede liscio,e la Paulina si offrì dopo l’invito di Steven ad accompagnarci in macchina sino alla stazione,sfidando tutte le leggi della Fisica….terminati i preparativi si ingegnarono a far entrare tutti i bagagli nella macchina,sembrando disperati extracomunitari! Non sapevano ancora che avrebbero visto scorrere la loro vita sul filo del rasoio,entrati in macchina con disposizione a puzle,avendo visto l’ora e avendo a disposizione solo 20 minuti per arrivare in stazione,Venne esclamata tale frase:”A ci muoviamo il sonno!!!?”.
Il pilota invogliato da codesta esclamazione volette mostrarci la sua guida sportiva(neanche fossimo a scala picada!) ricordandoci della sua identità di Kimi Raikonen;per 3 di loro furono i 30 secondi più lunghi della loro vita,mentre il quarto aveva già provato un esperienza analoga insieme al Famoso Comico Pablo Pittonzio!Dopo le prime 2 curve un po’ troppo sportive e prese ad alta velocità,iniziammo a zigzagare facendoci padroni di ambedue le corsie,un po’ a destra e un po’ a sinistra,un po’ qua e un po’ là,con l’incombente pericolo di incontrare il famoso bus numero 28 che, ci avrebbe portato nell’aldilà senza neanche pagare quei 2 euro di biglietto,nonché il pericolo di incrociare qualsiasi altra autovettura.Il Principino,oramai accortosi che solo lui avrebbe potuto cambiare le sorti della vicenda,tentò di recuperare la macchina oramai lanciata verso l’ignoto.purtroppo senza esito positivo e, la macchina tarantolata,strusciò la fiancata posteriore contro la parete di roccia dell’altra corsia evitando il frontale con un palo e,finendo successivamente dritta contro un albero che non dimenticheremo mai!,e facendo il pelo ad una giovane mamma che passeggiava felice e tranquilla con 2 figliuoli di 4anni uno e 4 mesi l’altro(in carrozzina),i 5 rimasero miracolosamente illesi,solo una leggera botta allo stinco per l’Organizer e il Capitano,ma non finisce qui….estratti dalla macchina con le proprie forze,riverificarono varie scene di follia,chi baciava l’asfalto,chi bestemmiava a Raikonen,chi era perplesso e chi era ancora ubriaco.Arrivarono 2 ambulanze pronte a soccorrerci e una volante della polizia pronta ad arrestarci.Si trovarono male quando seppero che alla guida c’era Kimi e proposero di utilizzare la sua patente per la scenografia del prossimo carnevale di Turku.Dopo i normali accertamenti da parte degli sbirri sul luogo dell’incidente, i prodi si rimisero in viaggio.Raggiunta finalmente la stazione partirono alla volta di Helsinki,da questa esperienza i 4 capirono il vero valore della vita,e infatti subito dopo ripresero a bruciarsi il fegato con l’ennesima Lapin Kulta III.ad attenderli c’era il Maestro che li accompagnò al gentil battello .I 4 soppravissuti si risistemarono in Hostello e successivamente tornarono a Helsinki per affrontare l’ennesima serata da protagonisti.La giornata passo tra una visita allo Stockman, dove scoprirono la presenza del famigerato Alko,dove,come al solito,fecero ricche le tasche dei venditori finlandesi.Durante la visita al parco,che pullulava di giovani alkoolisti anonimi,presero a chiedere informazioni su dove passare la loro penultima notte finnica.Un nome su tutti li colpì:Tikkeri. L’Organizer e il SempreVerde si infognarono con il gentil sesso finlandese e raggiunsero in seguito gli altri 3 al Tikkeri.
Da non dimenticare una magra figura di merda dell’alto Steven,che non riconobbe una delle sue conquiste.il Tikkeri pullulava di eleganti statue Greche che sguazzavano tra fiumi di champagne,quei 7 euro furono spesi bene e,Steven per l’occasione Cristoforo Colombo,si imbarcò sulla Nina, la Pinta e la Santa Maria, senza però vedere terra.La serate si stava per concludere con un incontro di boxe,all’angolo blu L’Organizer nonché Francisco Gonzales Tilloca peso mosca e, all’angolo rosso L’abominevole uomo del Tikkeri,peso 110 libre.A tutto ciò seguì una pennichella all’Heesburgher ormai diventato il nostro centro sociale,dove furono svegliati dalla security e ,successivo pernottamento alla panchina 5 stelle fornita di numerose trapunte cartacee(con l’hostello che se la rideva, cazzo, pagato 17.5euro!).
Il 30/08 si punta la sveglia alle 11 nonostante si dovesse sgomberare la stanza per le 10:00,da ricordare per l’occasione la presenza abusiva del SempreVerde Steven,entrato dalla finestra di servizio.Si arrivò allo scontro verbale con la lady of reception che, ci urlò:”go out now”(Fuori dai coglioni adesso!)alle 12:30 circa i 5 si avventurarono per passare l’ultima notte finlandese.Una volta lasciati gli zaini in stazione,si passo un pomeriggio da infartati,il Principino ormai convinto di non poter più baciare la petrosa Itaca,nonostante il tentativo di the king of Mozambico,tornato alla ribalta per l’occasione.Tra pescivendole atletiche,madri vogliose di sardegna,e le idee geniali del Maestro(idee geniali solo per lui!),Fecero incetta di Lapin Kulta per la serata,e organizzarono una festicciola all’Heesburgheer che da qualche giorno era orami diventato il nostro Leoncavallo!Si decise di trascorrere la serata al Vanha,con breve sortita al Kuppala e al Molly Malone dove non si ebbero notizie ne degli JegherMaestro ne della famosa Croupier.Il Vanha,inizialmente vuoto,spaventò i nostri eroi,ma si riempì pian piano di giovani donzelle,tra infarti e tarantole varie.Da segnalare il sorriso ritornato sul volto del Principino che,vide una luce particolare all’interno del localee tutto gli sembrò più bello!Era una stella! All’uscita i 5 ormai esausti,conobbero delle finniche state in passato nella bella Alghero,e i 5 provedettero subito ad offrire Vittu e alloggio.Ultimo spuntino all’Heesburgher ,con messaggi galanti mandati ad aitanti consumatrici di hamburger: My name’s Salvador… ,il disperato tentativo di regalare cospicui sconti a due profonde conoscitrici del posto alle quali notammo che non piaceva il Ketch-up…il tutto avveniva mentre il Principino mostrava la sua gratitudine verso il Re del Mozambico,offrendogli il pasto dalla concorrenza(McDonalds). 2 palleggi in stazione degni dei migliori giocatori della nazionale di calcio, il tutto mentre aspettavamo la navetta per il l’aeroporto , pesante infarto sulla 615,Sonno profondo in aeroporto e divisione della squadra,check-in degno del miglior lino Banfi in “Vieni avanti cretino”…il viaggio di ritorno chi se lo ricorda, tra un morso di panino con merluzzo e uno stronzo in canna,finta perdita di bagagli a Malpensa, Saudade di Finlandia sempre più acuta….ritorno a Milano e tanta, tanta,tantissima voglia di ritornare verso la Finlandia.Tra le tante cose non citate, per ora ne ricordiamo almeno 2:
la visita al primo ostello di un giornalista Nigeriano Della Fifa,dal tanfo di ascelle allucinante,con il quale si è ballato Bob Marley per almeno un oretta,e giocato a ping-pong ; e una ragazza che suonava il clarinetto per strada,accortasi di avere 5 italiani di fronte(super paraculata la tipa!),ha suonato per quegli ospiti speciali “Un italiano” di Toto Cotugno.Ciò successe per ben 2 volte…Furono momenti molto belli!!

Questa è la storia vera di un viaggio di 11 giorni in Finlandia…è stato bella….frrrrrr…5 minuti….Mitici!

Concludiamo il racconto con un messaggio inviato il 19/08/03 alle 20:30 e 16 secondi ,da parte dell’Organizer al Principino:”Inizia l’avventura dei magnifici 5, sto andando all’appuntamento con il capitano.In bocca alle finlandesi, miei prodi sono troppo felice,il mirto pesa già adesso figuriamoci quando è bevuto!FinE……per Adesso

© Riproduzione riservata
Leggi anche
Eastpak Traf'ik Light apple pick red
60.72 €
Compra ora
Hardware Airstream S Valigia di cabina 4 ruote 55 cm black lemon
60.3 €
Compra ora
Foppapedretti Seggiolino Auto Go! Evolution
65 €
74 € -12 %
Compra ora
Littlelife Portamerenda termico - LittleLife - Pinguino
23 €
Compra ora