Notizie.it logo

Amsterdam: cosa fare e vedere in primavera

Amsterdam: cosa fare e vedere in primavera

Amsterdam dà il meglio di sé durante la stagione primaverile. Ecco una lista di cosa fare e vedere nella Venezia del Nord a Marzo e ad Aprile 2019.

Ci sono stagioni che sembrano fatte apposta per visitare determinate città. Non fa eccezione la città di Amsterdam. La capitale dei Paesi Bassi trova nella Primavera il contesto ideale per mostrare il suo “lato migliore” a tutti i turisti che decidono di esplorarla. Con i suoi canali e monumenti, la capitale è già un piccolo gioiellino a prescindere dal periodo dell’anno in cui si visita, eppure, nel mese di Marzo e di Aprile, la città di Amsterdam riesce persino a superarsi.

Cosa fare e vedere in città

La chiamano la “Venezia del Nord”. Il paragone con la Serenissima è sempre stato riconosciuto come più che azzeccato. Il titolo si deve ai suoi monumenti, ai suoi canali e – soprattutto – a una generale aria romantica che solo la città olandese è in grado di ispirare. Amsterdam dà il meglio di sé nel pieno della stagione primaverile, grazie all’espressione del suo pieno potenziale in appuntamenti e eventi organizzati appositamente per omaggiare la città.

Itinerario ideale

Innanzitutto, se si hanno a disposizione un paio di giorni per visitare la città, la prima tappa dell’itinerario deve essere il parco di Keukenhof. Quest’ultimo si trova nella città di Lisse, a circa 40 km da Amsterdam.

Il parco è conosciuto anche con l’appellativo di “Giardino d’Europa”, grazie al tripudio di colori e profumi che può offrire proprio nella stagione per eccellenza della fioritura. Seguendo la via dei fiori, il secondo appuntamento imperdibile della Venezia del Nord è certamente il Bloemenmarkt, il Mercato dei fiori galleggianti. Come dice il nome, il mercato si erge su delle bancarelle galleggianti sulle acque di uno dei canali più importanti di Amsterdam, il Singel. Il Bloemenmarkt rappresenta una delle attrazioni più belle e suggestive della città e con la bellezza dei suoi colori è in gradi di sintonizzare il turista con il mood della capitale olandese. A questo punto, si può procedere con la terza tappa dell’itinerario: il Rijksmuseum.

L’anno di Rembrandt

Il museo più famoso di Amsterdam si tinge dei colori di Rembrandt. Il 2019 è l’anno in cui ricorrono i 350 anni dalla morte del pittore olandese Rembrandt Harmenszoon van Rijn. Il genio dell’artista si è particolarmente distinto nel panorama olandese grazie alla sua singolare capacità di rappresentare lo sconvolgimento dell’Io, alla luce di alcuni eventi narrati nelle fonti religiose, primo fra tutti il Vangelo.

In omaggio all’estro di Rembrandt, il Rijksmuseum ha indetto una serie di iniziative, sotto il titolo di “Year of Rembrandt”, con un’esposizione corposa delle opere dell’artista, tra cui i 22 dipinti più famosi della mano del pittore, 60 disegni e oltre 300 stampe.

La mostra sarà accessibile al pubblico a partire dal 10 Giugno 2019.

Quello di Rembrandt rappresenta uno degli appuntamenti culturali imprescindibili dell’itinerario. Tra questi si segnalano anche il Wonderland Festival Indoor, dedicato alla musica House e Techno, il Awakenings Easter Special, anch’esso dedicato alla musica e il Koningsdag, la festa del re.

Appuntamenti floreali

Il fiore all’occhiello della Venezia del Nord restano comunque gli appuntamenti floreali. L’Olanda e in particolar modo Amsterdam sono famose per l’enorme bellezza che la natura assume nel loro territorio in determinati periodi dell’anno. Sembra quasi inutile dire che lo spettacolo raddoppia durante la stagione primaverile. In occasione della fioritura, la città ha in agenda circa 3 appuntamenti: Festival dei “Fiori di ciliegio”, il Tulp Festival – dedicato ai tulipani – e il week end di Pasqua. Durante quest’ultimo, sarà possibile per i turisti mettere le mani sul Paasbrod, rinomato dolce tradizionale olandese, cucinato appositamente per la Pasqua.

© Riproduzione riservata
Leggi anche