Budapest terme: quali sono le migliori della località belga

Per vivere a 360 gradi Budapest, una visita alle terme è necessaria.

Budapest è la capitale dell’Ungheria, e anche la sua città più grande. Con quasi due milioni di abitanti, la città è un’importante centro turistico da parte di visitatori di tutta Europa, a tal punto da diventare la venticinquesima città più visitata al mondo.

Budapest è tagliata in due dal Danubio e presenta il tipico clima ungherese: inverni rigidi e estati calde, ma non necessariamente eccessive. Inoltre la città è caratterizzata da diverse sorgenti termali. Scopriamo le terme di Budapest.

Budapest: il turismo e i suoi luoghi

La capitale ungherese, come detto prima, è un luogo molto importante dal punto di vista turistico. Moltissimi musei vengono visitati ogni giorno da migliaia di turisti, come le piazze e le chiese antichissime di Budapest, come la Sinagoga e la Basilica di Santo Stefano.

Advertisements

Una delle attrazioni principali di Budapest sono le sue terme, note in tutto il mondo, dai tempi degli antichi romani.

Budapest terme: le più importanti

Budapest venne colonizzata ai tempi dei romani per diversi motivi.
Oltre ad essere un luogo strategico dal punto di vista bellico sull’oriente, come è stato detto prima, è una città ricca di sorgenti termali. Budapest è stata trasformata in un’attrazione turistica molto ambita dalle persone in cerca di terme dove rilassarsi.

In alcuni luoghi, è possibile visitare le antiche terme romane, ancora intatte. Mentre, per i più fortunati, è possibile fare il bagno in alcuni bagni turchi, risalenti al 1600 circa, ancora attivi e funzionanti. La ristrutturazione è iniziata circa negli anni venti.

Le terme più antiche e tipiche di Budapest sono i Bagni Rudas, risalenti al quattrocento. Ben diciotto fonti ricche di magnesio e calcio alimentano le terme, mentre da alcune di queste e anche possibile bere acqua potabile.

Le sorgenti potabili sono denominate: Hungaria, Juventus e Attila.

Quello che affascina di più di questa sorgente, è lo splendido lavoro di luci e finestre, creato sulla cupola che ricopre questi bagni. Il design viene risaltato nelle diverse serate di eventi che vengono realizzati in queste terme.

Poi, ci sono le Terme Gellért, le più famose della capitale ungherese. L’edificio è molto elegante e strutturato in modo da affascinare i suoi visitatori.

La decorazione più attraente sono i “Zsolnay”, ovvero dei mosaici in ceramica, che conferiscono a questo luogo una decorazione su una base che ricorda la Belle Époque ungherese.

La caratteristica è la presenza di diverse terrazze, che differiscono dalle tipiche terme, dando la possibilità ai visitatori di svolgere altre attività, grazie anche ad un parco naturale. È leggermente più cara rispetto ai Bagni Rudas, circa 15 euro al giorno.

Altre terme famose di Budapest sono i Bagni Rac, terme del quattrocento, fatte costruire da Re Mattia, collegate direttamente al Palazzo Reale, proprio per questo vengono chiamate “le terme reali”, dalla chiara impronta ottomana.
Oggi, le lussuose terme sono ospitate da uno dei migliori alberghi della capitale, il “Racz”.

Le Terme Széchenyi invece, sono le terme situate nel parco cittadino, si costituiscono di cinque piscine e dodici bagni termali. Questo stabilimento è il più antico della città ungherese, vanta anche il primato di essere uno dei più grandi in Europa.
Queste sono le terme più utilizzate in inverno, visto che la temperatura è molto alta, anche se quasi l’intero stabilimento è scoperto.

Ma Budapest è piena di misteri, infatti una delle terme meno conosciute di Budapest sono i Bagni Lukacs, poco frequentate dai turisti.
Ci sono dei buoni motivi per frequentare queste terme, ovvero il fatto che per chi possiede la “Budapest Card“, sono gratuite.

Per chi non avesse questa carta, il problema non si pone, infatti sono molto più economiche rispetto alle altre. Insomma, le terme consigliate per chi cerca un poco di intimità.

E’ opportuno ricordare ai turisti delle terme che bisogna munirsi di tutto l’occorrente, come ciabatte e accappatoio. Un altro consiglio è quello di poter visitare le terme alla sera, per rilassarsi al chiaro di luna, dopo un giro nella splendida capitale.

Scritto da Redazione Online
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cinque Terre spiagge più belle: quali sono le migliori

Singapore spiagge: le più belle, assolutamente da vedere

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media