Cammino Francescano della Marca: le tappe del percorso

Le tappe e le informazioni per percorrere il Cammino Francescano della Marca, anche in bicicletta.

Uno dei cammini più emozionanti e interessanti da intraprendere tra Marche e Umbria è il Cammino Francescano della Marca, tra tappe storiche e paesaggi mozzafiato. Un cammino di fede, che permette a pellegrini ed escursionisti di immergersi nella storia e nella bellezza di queste due splendide regioni.

Cammino Francescano della Marca: tappe

Ad unire le regioni dell’Umbria e delle Marche è San Francesco, il santo a cui è dedicato il cammino di 167 chilometri che si snoda su sentieri di montagna e strade sterrate.

Il percorso Francescano parte da Assisi e arriva ad Ascoli Piceno e ripercorre le orme di San Francesco che viaggiò a piedi tra queste due regioni.

Il percorso attraversa le due regioni passando per quattro province e 17 comuni. Il resto del percorso si snoda tra sentieri nel folto del bosco, guada fiumi e torrenti, passa per strade sterrate e costeggia antichi castelli e borghi remoti.

Le tappe dell’itinerario sono nove. Tra una tappa e l’altra ci sono dai 10 ai 30 chilometri di distanza da percorrere al giorno. I comuni interessanti sono quelli di Assisi, Spello, Foligno, Serravalle di Chienti, Muccia, Pievebovigliana, Fiastra, Camerino, Caldarola, Cessapalombo, San Ginesio, Sarnano, Amandola, Comunanza, Palmiano, Venarotta ed Ascoli Piceno.

Una parte dell’itinerario, da Assisi a Pievefavera, coincide con la Via Lauretana che nel Medioevo portava i pellegrini fino a Loreto.

Ma vediamo, adesso, quali sono le informazioni per intraprendere il cammino.

Cammino

In bicicletta

Il cammino può essere intrapreso anche in bicicletta. Il periodo migliore è quello che va da maggio ad ottobre, di cui si gode del clima ideale per una lunga pedalata.

Il dislivello è di 3500 metri per una lunghezza di 170 chilometri dei quali circa il 60% fuoristrada e circa il 40% su asfalto a traffico molto limitato.

Le tappe sono:

  1. Assisi
  2. Foligno
  3. Cofiorito
  4. Muccia
  5. Montaldo
  6. Sarnano
  7. Comunanza
  8. Ascoli Piceno

Lungo il percorso si attraversano altopiani, vallate, saliscendi fino ad entrare nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Si incontrano anche borghi storici caratteristici nell’entroterra come quello di Caldarola.

Alcuni tratti coincidono con il sentiero dei Partigiani e con il sentiero dei carbonai, percorsi storici e legati alla tradizione.

Prima di partire

Altre informazioni da conoscere prima della partenza riguardano le credenziali del pellegrino. Sul sito ufficiale del cammino Francescano si può richiedere la credenziale da timbrare per ottenre l’attestato finale in pergamena. L’attestato viene rilasciato a chiunque percorra almeno 100 chilometri del Cammino.

Lungo il percorso non sono numerosi gli alberghi del pellegrino. Infatti, in tanti scelgono strutture normali come b&b e hotel che si incrociano nel cammino.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Fuso orario in Brasile: tutto ciò che c’è da sapere

Home restaurant in Puglia: guida per turisti

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • 
    Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media