Campli, cosa vedere: le migliori attrattive

Tutte le informazioni che servono per conoscere Campli e sapere cosa vedere nello splendido borgo abruzzese.

Durante una vacanza in Abruzzo, è possibile visitare splendidi borghi ricchi di fascino e di attrattive interessanti. Uno dei paesini più caratteristici da vedere nel corso del viaggio è quello di Campli, che si trova nell’area della provincia di Teramo.

Campli, cosa vedere

L’Abruzzo è una magnifica regione, piena di località interessanti da visitare durante una vacanza all’insenga del relax e della cultura. All’interno della zona territoriale della provincia di Teramo, si possono ammirare splendidi paesini. Il borgo di Campli costituisce una meta da non perdere, per godersi il fascino delle sue attrattive e l’atmosfera quieta e tranquilla del posto. Passeggiando per le sue vie si può godere al massimo del relax, visitando edifici storici e splendidi luoghi di culto.

Per trascorrere una magnifica vacanza nel borgo di Campli, è molto interessante sapere quali sono le mete da non perdere durante il soggiorno.

Casa del Medico e dello Speziale

Passeggiando lungo la via principale del borgo si può ammirare la Casa del Medico e dello Speziale. Si tratta di un maestoso palazzo, che in origine era un luogo di culto di tipo religioso. In seguito la sua funzione divenne quella residenziale, diventando a tutti gli effetti un’abitazione nobiliare.

L’ampio loggiato dell’edificio e i suoi splendidi cortili la rendono una struttura ricca di fascino. Si tratta di un luogo perfetto per godersi il relax durante la visita di Campli.

campli abruzzo

Chiesa di Santa Maria in Platea

All’interno della piazza principale di Campli si può notare l’imponente struttura della Chiesa di Santa Maria in Platea. La maestosa cattedrale del paese deve il suo nome alla statua collocata al suo interno. La scultura rappresenta la Madonna col Bambino, che rivolge il suo sguardo verso la piazza della località. L’edificio rappresenta uno dei luoghi di culto più importanti dell’area in provincia di Teramo.

Palazzo Farnese

Nell’ambito della Piazza Vittorio Emanuele, nei pressi della cattedrale, si può ammirare il bellissimo Palazzo Farnese. Si tratta di uno degli edifici storici di maggior prestigio presenti all’interno del centro storico di Campli. Inoltre, è uno dei palazzi storici più antichi che si possano vedere entro il territorio abruzzese. Attualmente il Palazzo è la sede del Municipio del comune di Campli.

Il Museo Archeologico

All’interno di un antico convento dedicato a San Francesco ha sede il Museo Archeologico del borgo di Campli. Si tratta di una meta da non perdere assolutamente, grazie al fascino degli oggetti contenuti nell’edificio. Visitando il museo si possono ammirare preziosi reperti archeologici che risalgono a tempi decisamente antichi. Le testimonianze storiche presenti nel museo derivano da scavi compiuti negli anni nel contesto territoriale intorno al bellissimo borgo.

Scritto da Debora Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Strade colorate di Londra: le più belle da scoprire

Viterbo, casa sull’albero nella lavanda: per una vacanza perfetta

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • 
    Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.