Castelli francesi più belli: opulenti e ricchi di storia

I castelli francesi più affascinanti e fiabeschi di sempre.

Anche se la parola chateau è più spesso tradotta come castello in inglese, significa più spesso palazzo o casa padronale nella lingua francese. Per esempio, il famoso Château de Versailles non ha alcuna somiglianza con un castello, quindi è conosciuto in inglese come il Palazzo di Versailles.

Ancora più confuso è il fatto che il castello più famoso di Francia si chiama Palais des Papes, situato ad Avignone. In Francia ci sono tantissimi castelli, scopriamo i più belli.

Castelli francesi più belli

Ci sono migliaia di castelli in Francia che vanno dalle rovine a tenute elaborate. Alcuni dei castelli francesi più visitati sono quelli situati nel sud della Francia e nella Valle della Loira, favoriti dal loro stile architettonico rinascimentale.

Chateau de Chantilly

Situato a soli 40 chilometri (25 miglia) a nord di Parigi, Chateau de Chantilly e tutto il suo fascino si riflette sul suo fossato circostante. Costruito nel 1560, Chantilly presenta un pacchetto completo di stanze sontuose, una galleria d’arte, splendidi giardini e scuderie impressionanti. Un giro all’interno rivela le stanze riccamente decorate con i loro lampadari, gli intagli ornati, i mobili e le opere d’arte.

Da non perdere è la collezione di dipinti e miniature di libri nel Musée Condé, una delle migliori gallerie d’arte della Francia. Una passeggiata nel parco conduce i visitatori attraverso i giardini formali progettati con bellissimi padiglioni, sculture e fontane. Il castello si affaccia sulle Grandi Scuderie e sull’ippodromo di Chantilly, che è stato utilizzato come luogo per la scena dell’ippodromo nel film di James Bond “Bersaglio Mobile”.

Chateau de Pierrefonds

Spesso utilizzato come scenario per diversi show televisivi, lo Chateau de Pierrefonds si staglia come un castello da fiaba arroccato su una collina che domina un villaggio pittoresco. Costruito originariamente nel XII secolo, Pierrefonds fu poi assediato nel 1617 dal segretario di guerra, il cardinale Richelieu, quando il suo proprietario si unì a un partito politico che si opponeva al re Luigi XIII. Raso al suolo dalle truppe di Richelieu, il castello rimase in rovina per due secoli fino a quando Napoleone Bonaparte decise di intraprendere il progetto di restaurarlo a metà del 1800. Anche se Napoleone trasformò Pierrefonds in una tenuta molto più grande, le spaziose stanze furono lasciate non arredate. Tuttavia, i visitatori possono ancora apprezzare il suo splendore quando vedono l’affascinante ponte levatoio, il cortile, le torri, i corridoi, la cappella e le merlature così come la cripta sotterranea che contiene i resti di diversi re francesi.

Castello di Chaumont

Situato nella Valle della Loira, Chateau de Chaumont vanta una storia che è tanto vivida quanto il suo aspetto sorprendente. Il castello fu costruito per la prima volta nel 1465 sui resti di una fortezza del X secolo, solo per essere distrutto poco dopo quando il re Luigi XI scoprì che il suo proprietario, Pierre d’Amboise, si era coinvolto in una rivolta contro il re. Dopo essere stato ricostruito qualche decennio dopo, la famigerata moglie del re Enrico II, Caterina de Medici, acquistò Chaumont e spesso vi intrattenne personaggi famosi come l’astrologo Nostradamus. In seguito, il castello passò attraverso vari proprietari nel corso dei secoli fino ad essere donato nel 1938 al governo francese. Oggi, i visitatori possono visitare il castello per vedere i suoi interni eleganti, i giardini, le sontuose scuderie e le viste panoramiche del fiume Loira e della campagna.

Chateau de Chambord

Anch’esso situato nella Valle della Loira, lo Chateau Chambord è facilmente riconoscibile per le sue notevoli dimensioni e il suo design. Considerato come uno dei migliori esempi francesi di architettura rinascimentale, Chateau Chambord è stato costruito nel XVI secolo come rifugio di caccia per il re François I. In questo grande castello di 440 stanze e 300 camini, Chambord presenta molte caratteristiche sorprendenti come la sua scala a doppia elica e il tetto elaborato di camini, cupole, timpani e torri che assomigliano ad uno skyline cittadino. Circondano Charmond un bel fossato e una riserva di caccia murata che ospita cinghiali e cervi rossi.

Castello di Versailles

Come uno dei più famosi castelli di Francia, il castello di Versailles attira più di 3 milioni di visitatori ogni anno. Questo magnifico palazzo fu costruito nel 1624 come residenza di caccia per il re Luigi XIII e poi ampliato per diventare la residenza della famiglia reale francese. Tra le molte caratteristiche sorprendenti del palazzo c’è la Sala degli Specchi, un corridoio fiancheggiato da diciassette archi a specchio. Nella camera da letto della regina, i visitatori possono vedere una porta nascosta attraverso la quale Maria Antonietta fuggì durante la marcia su Versailles. Con i suoi sette saloni e i suoi soffitti dipinti, il Grande Appartamento del re Luigi XVI è uno spettacolo da vedere. Da non perdere sono i giardini formali di 250 acri del palazzo, che sono progettati in un modello geometrico di alberi, fiori e sentieri

Scritto da Sabrina Rossi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Gite di un giorno in Francia: dintorni da visitare

Cose da vedere in Occitania: i nostri consigli di viaggio

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media