Città sotterranee del Nord Italia: cosa vedere

Una guida per conoscere le più belle città sotterranee del Nord Italia e sapere cosa vedere.

Nel Nord Italia ci sono bellissime città sotterranee da visitare. Durante una vacanza è interessante esplorare queste zone del sottosuolo dell’Italia settentrionale.

Città sotterranee Nord Italia

L’Italia è un paese pieno di meraviglie da vedere. Alcune di queste sono decisamente insolite e molto interessanti.

Durante un viaggio nel Nord della penisola si può visitare il sottosuolo di numerose località. Si tratta di un’esperienza da fare assolutamente. Questo contribuisce ad arricchire la conoscenza del bellissimo territorio del settentrione. Sono infatti presenti sottoterra tesori inaspettati e bellissime zone da esplorare. La scelta su quali visitare è molto ampia. Tutte le città sotterranee del territorio presentano caratteristiche peculiari. Un tour tra le località del sottosuolo può rivelarsi molto interessante durante un viaggio.

Advertisements

Le atmosfere suggestive che si possono percepire sotto le città rendono il tour imperdibile. Prima di partire basta selezionale le più belle mete da visitare.

Aosta

Sotto il suolo della bellissima città di Aosta si trova un interessante sistema sotterraneo. Si tratta del criptoportico forense, bellissima costruzione di epoca romana. La struttura architettonica è costituita da una pianta quadrata e presenta un’atmosfera suggestiva. Vi si può accedere gratuitamente, attraverso il giardino della cattedrale della città.

Nel sottosuolo si possono ammirare le meravigliose gallerie romane. Passeggiare tra le navate, con le loro volte a botte, è decisamente interessante. Le colonne di travertino completano la cornice sotterranea, sorreggendo la parte superiore.

5737553

Torino

Nel sottosuolo di Torino è possibile visitare le gallerie scavate nel ‘700, durante l’epoca sabauda. Si tratta di 14 chilometri in cui si snoda uno spettacolare labirinto difensivo. Questo sistema sotterraneo è ubicato precisamente sotto il meraviglioso centro storico della città. L’accesso alle gallerie è consentito previo pagamento di un biglietto. Si entra direttamente dal bellissimo museo Pietro Micca. Sotto Torino si trovano anche 40 rifugi antiaerei, utilizzati durante i bombardamenti del secondo conflitto mondiale.

Anche il bellissimo Museo Diocesano si trova sotto terra, esattamente al di sotto dello splendido Duomo. Un’altra interessante meta sotterranea da visitare è la cripta della Basilica di Superga.

Brescia

La zona ubicata sotto il castello di Brescia è ricca di gallerie. Una delle più importanti è costituita dalla Galleria del Soccorso, realizzata nel XVI secolo con funzioni difensive. Al suo interno si trovano addirittura ponti levatoi e interessanti sbarramenti a ghigliottina. Sotto il centro storico invece si trova una vasta rete sotterranea di canali, che sono collegati ai principali corsi d’acqua della bellissima città.

210121009

Scritto da Debora Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

App per prenotare la spiaggia: tutte le informazioni

Villa Medicea di Poggio a Caiano: tutte le informazioni per la visita

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • 
    Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.