Programma il tuo viaggio

Arrivare a Orio al Serio da Milano: come raggiungere l’aeroporto

Da Milano a Orio al Serio? Scoprite come raggiungere l'aeroporto, con le modalità più facili.

Siete diretti all’aeroporto di Orio al Serio e vi trovate a Milano? Scoprite quale percorso fare per raggiungere la provincia di Bergamo partendo dalla città di Milano, seguendo i nostri consigli di viaggio e le modalità più comode.

Come raggiungere Orio al Serio da Milano: modalità e consigli

L’aeroporto di Bergamo denominato Orio al Serio rappresenta uno dei tre aeroporti di Milano con Malpensa e Linate, ed è il terzo scalo italiano per numero di passeggeri. Dista da 50 chilometri dal centro di Milano ed è piuttosto ben collegato. Ma come raggiungere Orio al Serio a Bergamo facilmente partendo da Milano? Scoprite tutte le modalità di viaggio, dal treno all’auto.

In auto

E’ facile arrivare all’aeroporto Orio al Serio in macchina se si parte da Milano, prendendo l’autostrada A4 per chi arriva da Milano uscendo a Bergamo o a Seriate.

In autobus

Si arriva all’aeroporto Orio al Serio con l’autobus grazie alle varie società di trasporto che assicurano un collegamento diretto da Milano all’aeroporto in un tempo abbastanza breve (traffico permettendo).

In treno

Vista l’importanza che ha l’aeroporto di Bergamo Orio al Serio, raggiungerlo in treno è molto facile. Ci sono vari treni i treni regionali che collegano Milano e Brescia a Bergamo. Bisogna contare 50 minuti dalla stazione centrale di Milano con corse dirette ogni mezz’ora da quest’ultima città.

In taxi

Un’altra possibile soluzione per raggiungere l’Aeroporto di Bergamo-Orio al Serio è quella di optare per un taxi o un servizio di Noleggio Con Conducente (NCC). Questi servizi offrono il vantaggio di partire direttamente dalla tua posizione, arrivando fino all’ingresso dell’aeroporto senza necessità di fermate intermedie. Tuttavia, anche in questo caso è cruciale essere consapevoli degli svantaggi.

Per prima cosa, i costi sono spesso superiori rispetto ad altre modalità di trasporto, e l’impatto ambientale è maggiore. Senza contare che ultimamente la disponibilità di taxi è sempre più limitata, specialmente in periodi di grande richiesta, portando a possibili attese e incertezze legate al traffico.

Scritto da Chiara Sorice

Lascia un commento

Cosa vedere a Barcellona in 3 giorni: tutte le attività gratis

Location di “Stanizza d’amuri”: quali sono le città del film

Leggi anche
Contentsads.com