Notizie.it logo

Coronavirus: cosa fare a casa quando non si può viaggiare

Coronavirus cosa fare a casa quando non si può viaggiare

Coronavirus: cosa fare a casa quando non si può viaggiare. Idee per impiegare le giornate.

Le disposizioni del Ministero stanno rivoluzionando la quotidianità di tutto il paese, per salvaguardarci dal Coronavirus. Una misura necessaria che ci porta a rimanere a casa. Ma sono tanti i modi per sfruttare il tempo in modo costruttivo. Vediamo cosa fare a casa, quando purtroppo non si può nè uscire nè viaggiare.

Coronavirus: cosa fare a casa

L’hashtag che sta circolando in questi giorni, #IoRestoACasa, è un incoraggiamento da parte di artisti e personaggi famosi italiani a non violare le disposizioni del Governo.

Queste misure di contenimento decise dal Presidente Conte sono diventate fondamentali per sconfiggere il Coronavirus e ridurre al minimo i contagi, permettendo così alle strutture sanitarie di non sovraffollarsi.

Per gli amanti dei viaggi e l’idea di stare a casa fino al 3 aprile sembrerà un’impresa impossibile. Ma niente panico.

Per vincere la battaglia contro il Covid-19 è richiesto un piccolo sforzo da parte di tutti.

Sono tanti, però i modi per viaggiare anche rimanendo seduti sul proprio divano.

Ma ricordiamo, prima di tutto, quali sono le disposizioni emanate dal Governo.

Le norme del Governo

Dal 10 marzo 2020 sono entrati in vigore i nuovi provvedimenti preannunciati dal Presidente Conte, che saranno validi fino al 3 aprile 2020.

Le disposizioni sono:

  • muoversi solo se necessario
  • evitare ogni spostamento salvo esigenze lavorative, motivi di salute o necessità (se ci si sposta serve l’autodichiarazione)
  • evitare gli assembramenti in luoghi pubblici aperti o chiusi
  • garantire le distanze di sicurezza
  • chiudere palestre, spa, piscine, centri ricreativi

Ricordiamo, inoltre, che in caso di sintomi o dubbi, è fondamentale rimanere in casa, non recarsi al pronto soccorso o presso gli studi medici ma chiamare al telefono il medico di famiglia, il pediatra o la guardia medica.

Oppure chiamare il numero verde regionale.

I numeri verdi sono:

  • Basilicata: 800 99 66 88
  • Calabria: 800 76 76 76
  • Campania: 800 90 96 99
  • Emilia-Romagna: 800 033 033
  • Friuli Venezia Giulia: 800 500 300
  • Lazio: 800 11 88 00
  • Lombardia: 800 89 45 45
  • Marche: 800 93 66 77
  • Piemonte:
    • 800 19 20 20 attivo 24 ore su 24
    • 800 333 444 attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle 20
  • Provincia autonoma di Trento: 800 867 388
  • Provincia autonoma di Bolzano: 800 751 751
  • Puglia: 800 713 931
  • Sardegna: 800 311 377
  • Sicilia: 800 45 87 87
  • Toscana: 800 55 60 60
  • Umbria: 800 63 63 63
  • Val d’Aosta: 800 122 121
  • Veneto: 800 462 340

Inoltre, è attivo anche il numero di pubblica utilità 1500 del Ministero della Salute.

viaggio

Cosa fare a casa quando non si può viaggiare

Con il Coronavirus non si può viaggiare, ma cosa si può fare a casa?

Il modo più semplice e innocuo è quello di iniziare ad organizzare il prossimo viaggio, studiando destinazioni, leggendo guide turistiche o informandosi sui siti di viaggi. La positività è un grande rimedio contro il Coronavirus. Infatti, pensare a cose che ci fanno star bene, come affermano gli psicologi, è fondamentale.

Armatevi di atlante, libri guide, smartphone e iniziate a scegliere la destinazione per il prossimo viaggio, solo quando tutto sarà tornato alla normalità. O ancora, rilassatevi sul divano guardando documentari di viaggio.

Non si può viaggiare fisicamente ma, chi ha detto che non si possa farlo con la mente? Infine, progettate gite, escursioni stravaganti in giro per il mondo per scoprire pienamente ogni cultura, sempre quando sarà concesso.

Dall’Italia all’Europa, sogniamo ad occhi aperti di riabbracciare al più presto il nostro fantastico paese.

La speranza di poter tornare presto a viaggiare liberamente è in tutti noi. Per tale motivo, per sfruttare al meglio questi giorni di tensione, potrete rilassarvi scegliendo le prossime mete da visitare appena la situazione sarà tornata alla normalità.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche
Entire Digital Publishing - Learn to read again.