Cosa vedere al Louvre con bambini: tutti i consigli per la visita

Non è mai troppo presto per imparare, iniziamo dal Louvre.

Il Museo del Louvre è il più imponenete e importante di tutta Parigi. Collocato nel primo arrondissement, accoglie ogni anno più di otto milioni di visitatori, provenienti da ogni parte del mondo per ammirare, tra le opere più celebri, la Gioconda di Leonardo da Vinci o la statua di Amore e Psiche di Antonio Canova.

Molti potrebbero pensare che visitare un posto simile insieme ai bambini possa essere eccessivamente stancante e noioso per loro. In realtà, il Louvre offre molte possibilità interessanti per coinvolgere e divertire anche i più piccoli. Quindi cosa vedere al Louvre con bambini?

Prima di parlare di questo, ecco alcuni consigli per rendere la visita più piacevole: una buona idea è quella di acquistare i biglietti per saltare la coda. Spesso, infatti, per entrare nel Louvre, è necessario stare in coda anche ore.

Per i bambini potrebbe essere molto stancante e demotivante; un altro suggerimento sarebbe quello di mangiare prima di arrivare, perché anche i ristoranti prensenti all’interno del Louvre sono generalmente molto affollati ed è difficile trovare dei posti liberi; nel caso i bambini siano molto piccoli, si consiglia vivamente di usare il passeggino: il museo è davvero molto grande e si possono impiegare ore per visitarlo.

Cosa vedere al Louvre con bambini

Prima ancora di arrivare al museo, è possibile incuriosire i bambini, scaricando un’applicazione chiamata LouvreKids. Anche se è disponibile sono in inglese e francese, l’app avvicina i bambini all’arte e fa prendere loro dimestichezza con alcune delle opere conservate al museo in modo divertente.

Inoltre, si può consultare online una serie di percorsi di visita e di gioco, in modo da non arrivare impreparati e sapere subito dove dirigersi, senza perdersi negli enormi corridio del museo.

Una volta all’ingresso, si possono chiedere esplicitamente alcuni percorsi cartacei appositamente concepiti per i bambini.

Visita

Il Louvre offre diversi percorsi di visita alle famiglie con bambini a partire dai sette anni. Molto originali anche le cosiddette “visite raccontate”, che, come si può intuire, rapiscono l’attenzione dei piccoli attraverso la narrazione di aneddoti, leggende e storie connesse alle opere conservate al Louvre.

Infine, per tutto l’anno il Louvre mette a disposizione dei bambini dai quattro ai tredici anni una serie di laboratori, preceduti da piccole visite guidate.

Materiale interattivo per bambini

Se non si ha la possibilità di visitare il Louvre di persona, è comunque possibile conoscere il museo e prendere dimestichezza con le sue opere attraverso materiale online.

  • Questions d’enfants è una raccolta di video di breve durata che mette in comunicazione gli alunni, dalle materne all’università, con alcuni esperti del Louvre, sempre disponibili a rispondere alle curiosità degli studenti.
  • Mini-sites du Louvre sono, come si può intuire, dei piccoli siti costruiti ad hoc per mostre o eventi particolari organizzati al museo. Racchiudono materiale scritto e grafico, attraverso cui i bambini e ragazzi possono accostarsi ai grandi temi dell’arte e dell’archeologia.
  • Louvre raconté aux enfants è un insieme di cartoni animati che hanno il fine di spiegare il Louvre e le sue opere ai bambini. I racconti e gli aneddoti sono affidati alle parole del protagonista Denon, che ha vissuto per molto tempo nel museo, conoscendone artisti, personale, visitatori e molti dei segreti custoditi fra le mura del museo.

Infine, all’interno del museo è presente una boutique dove si possono acquistare libri e giochi educativi che permettono ai bambini di scoprire il museo e le collezioni d’arte contenute al suo interno.

Scritto da Redazione Online
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Cosa vedere a Copenaghen in quattro giorni: la guida

Corinto, cosa vedere nella città Greca

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • 
    Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.