Notizie.it logo

Escursione in kayak Giardini Naxos cosa portare

Giardini Naxos

Informazioni su Giardini Naxos e sulle escursioni in kayak. Consigli utili su cosa portare in kayak: crema solare, cappello, macchina fotografica e orologio subacqueo.

canoaGiardini Naxos è una bellissima cittadina situata sul versante orientale della Sicilia, molto vicina alla probabilmente più famosa Taormina.

Giardini Naxos si trova, per questo motivo, in una straordinaria e strategica collocazione geografica a ridosso sul mare, che ne ha facilitato nel corso degli anni lo sviluppo e la storia.

Con i suoi 9000 abitanti circa, Giardini Naxos si trova al centro fra due famose città, ovvero tra quella di Catania e quella di Messina.

Ciò la rende facilmente raggiungibile da entrambe le direzioni.

In questo senso Giardini Naxos è una città semplice da raggiungere ed è possibile includerla in ogni modo nel vostro tour della Sicilia orientale, qualunque sia il punto di partenza.

Giardini Naxos: cosa visitare

Giardini Naxos sono, come abbiamo detto, una delle località più belle e suggestive di tutta la Sicilia orientale. Non si tratta, infatti, di una città grande, ma rimarrete estasiati da tutto ciò che è in grado da offrirvi. Alla fine del vostro soggiorno, tornerete a casa con la sensazione di aver fatto un bel viaggio e di aver visto qualcosa di nuovo pur sentendovi come a casa vostra.

Il suo mare è cristallino e per ciò vi darà l’impressione di trovarvi in un vero e proprio paradiso tropicale, avvolto com’è dalle colline che scendono verdeggianti fino alla spiaggia, circondando il mare e chiudendolo in una baia molto suggestiva.

Il mare risulta, infatti, l’attrazione principale della città, alla quale in molti accorrono proprio per questa ragione.

Qui, infatti, potrete godere dello stesso famoso mare di Taormina, ma senza i prezzi elevati di quest’ultima e con la possibilità di trovare spiagge libere. Le spiagge, inoltre, si presentano come un misto di sabbia e ciottoli. Tutto davvero molto affascinante.

Oltre al mare, però, Giardini Naxos offre anche molto altro da vedere e visitare.
Non potete innanzitutto non vedere la famosa scultura della Nike, che è il simbolo della città. L’opera d’arte fu realizzata da Mendola nel 1965 su commissione della città che la richiese come simbolo del gemellaggio con la Calcide Eubea.

Un itinerario da fare è certamente quello del centro storico, da visitare esclusivamente a piedi. Facendo una passeggiata tra le piccole vie e le piazze dalle quali è caratterizzato non perdete la Piazza Abbata Cacciola e la storica Via delle Rimembranze.

Se nelle vostre vacanza, invece, non deve mai mancare un pizzico di storia, non perdete la visita al sito archeologico, dove sono custoditi i resti di antichi edifici del periodo greco e romano nonché del più recente periodo normanno, del quale rimangono le rovine di un castello.

Una tappa obbligatoria del tour ai Giardini Naxos, inoltre, è rappresentata dai numerosi edifici religiosi.

Come in ogni città d’Italia e del Sud Italia in particolare, anche Giardini Naxos presenta molti edifici di culto, tutti molto belli.

Fra questi vi raccomandiamo di non perdere la Chiesa madre di Santa Maria Raccomandata, la chiesa di Santa Maria Immacolata e la chiesa di San Pancrazio.

Altro luogo di interesse della città è rappresentato dalla bellissima scultura della sfinge e dalla Porta di Naxos che fu edificata nel 2000 per simboleggiare il gemellaggio di Giardini Naxos con le isole Cicladi.

Giardini Naxos, però, non è soltanto una tappa da visitare in pieno giorno tra siti archeologici, mare, monumenti e passeggiate, ma è anche fra le città siciliane della costa orientale con un’offerta di vita notturna alquanto movimentata.

Troverete, infatti, molti locali e ristoranti in cui trascorrere splendide serata all’insegna del divertimento.

A tale proposito non potete tralasciare i piatti tipici della cucina siciliana.

Dal dolce al salato, la cucina regalerà momenti di pura estasi alle vostre papille gustative.

Giardini Naxos: dall’antichità ad oggi

Giardini Naxos era conosciuta in antichità con il nome di Naxos (ovvero Nasso) che le era stato dato dai coloni greci che, nel corso dell’VIII secolo a.C., l’avevano colonizzata.

In seguito, al tempo della Guerra del Peloponneso, la città di Naxos si schierò dalla parte sbagliata, ovvero parteggiò per gli Ateniesi.

Questa scelta le costò cara, al punto che, con la vittoria degli Spartani, venne completamente rasa al suolo e gli abitanti furono deportati in schiavitù.

Da quel preciso momento in poi tutto ciò che riguarda Naxos assume delle tinte poco delineate, i cui contorni si confondono con la storia locale della vicina Taormina, dalla quale rimase in un certo senso dipendente sino al 1850 circa.

Il nome greco originale di Naxos era intanto caduto in disuso ed era stato sostituito da quello di Giardini.
Solo negli anni recenti, ovvero dal 1978 in poi, con delibera del consiglio comunale si è ripreso il nome originario, integrandolo con quello più recente e dando vita a una nuova nomenclatura, quella di Giardini Naxos che ancora oggi rimane.

La storia di questa cittadina è attestata in ogni era.

E non c’è epoca in cui non venga anche solo citata.

Ragione di ciò ne è la posizione geografica abbastanza strategica. Non per ultimo, infatti, il suo porto servì per il lancio della spedizione di Garibaldi in Calabria nel 1860.

Messo di lato il passato glorioso, oggi Giardini Naxos vive di pesca, di artigianato locale nel campo della lavorazione dei metalli e delle ceramiche, e, soprattutto, di turismo.

In particolar modo negli ultimi anni, la città si è concentrata u quest’ultimo aspetto, tralasciando sempre di più gli altri due.

Motivo di ciò ne è il numeroso afflusso di turisti che ogni anno, fin dall’inizio della bella stagione, si riversa nella città.

Il suo turismo è legato, infatti, ai lidi balneari tra i più belli ed attrezzati della Sicilia, nei quali non a caso accorrono ogni anno moltissimi bagnanti provenienti da ogni parte della Sicilia e non solo.

Il flusso dei turisti, sia di nazionalità italiana che straniera, che giunge a Giardini Naxos, è decisamente molto alto.

In virtù di ciò la città ha visto una lenta trasformazione del proprio assetto e della propria offerta di strutture e servizi.

Escursioni in kayak

Giardini Naxos è una piccola città ma ha davvero tanto da offrire.

Se vi recherete lì, infatti, potrete passare le giornate a girovagare per la città, a prendere il sole su una sdraio, a nuotare in mare, o, ancora, a ballare tutta la notte.

Ma se cercate anche un pizzico di avventura per allietare al meglio le vostre giornate allora non perdete l’escursione in kayak nella baia di Giardini Naxos.

Ogni giorno, infatti, sono molte le escursioni alle quali è possibile partecipare per regalarsi ore di puro sport e divertimento.

Tali escursioni generalmente hanno la durata di 2 ore e il loro prezzo si aggira intorno ai 25 euro a persona.

L’unico requisito richiesto è la capacità di saper nuotare.

L’attrezzatura, infatti, viene già fornita, insieme all’istruttore che vi guiderà passo per passo. Vediamo, però, insieme cosa è necessario portare con voi e dove acquistarlo.

Cosa portare

Due ore sotto il sole non sono certo poche, soprattutto non sotto il Sole caldo e afoso della Sicilia d’estate.

Proprio per questo motivo non potete dimenticare a casa la crema solare.

In modo particolare, se la vostra carnagione è molto chiara, sensibile e delicata, se non siete abituati a quelle temperature e se vi scottate facilmente, non potete tralasciare questo importante articolo.

Un altro motivo per acquistare una crema solare è la presenza di bambini, che per natura sono più sensibili alle scottature e ai raggi solari.

Di creme solari in commercio ne esistono veramente tante, di tutte le marche e di tutti i tipi. Ci sono quelle con una bassa protezione e quelle a protezione completa, fino a quelle abbronzanti che catturano solo i raggi buoni.

Davvero quando si parla di creme solari ce n’è per tutti i gusti e per tutte le esigenze.

Ognuno deve optare per quella che più si confà al proprio tipo di pelle e carnagione.

Noi di Viaggiamo, qui di seguito vi proponiamo le migliori creme solari che potrete acquistare su Amazon. Date una sbirciatina e scegliete quella più adatta.

Cappello

Un altro accessorio da non dimenticare assolutamente a riva è il cappello. Vale lo stesso discorso che abbiamo fatto per la crema solare. Non vale la pena di prendere un’insolazione o di scottare sotto il sole cocente. E poi diciamolo: il cappello fa sempre molto chic, molto turista!

Di cappelli in commercio be ne sono una quantità davvero infinita. Con o senza visiera, da donna, da uomo o da bambino, in cotone o in paglia, spartani o adornati di nastri e fiori.

Insomma avrete proprio una vasta gamma di prodotti tra i quali scegliere.

Scegliete allora il cappello che più vi piace e indossatelo con stile!

Macchina fotografica

Non potete di certo pensare di tornare a casa da un’escursione in kayak ai Giardini Naxos senza portare con voi un bel racconto delle vostre avventure corredato di un vasto repertorio fotografico.

Per questo motivo, dunque, è importante portare con voi una buona macchina fotografica che immortali ogni vostro momento fra le acque cristalline, immersi nella baia in pose da sogno. Farete invidia davvero a tutti!

Ecco le migliori macchine fotografiche che abbiamo scelto per voi. Fra tutte abbiamo scelto quelle impermeabili e subacquee.

Orologio subacqueo

Se avete in mente un’escursione in kayak 2.0 allora non potete non portare con voi un orologio subacqueo.

Se in genere, infatti, durante l’acquisto di un orologio non valutate mai la profondità massima, in questo caso dovrete farlo.

Vi sarà molto utile nel corso delle vostre immersioni per calcolare al meglio il tempo che spesso sotto acqua sembra cristallizzarsi e non trascorrere mai.

In commercio esistono tantissimi modelli di orologio subacqueo le cui caratteristiche sono varie e difficili da confrontare. Ecco perché noi abbiamo selezionato qualche modello che vi guidi nella scelta del migliore.

© Riproduzione riservata
Leggi anche