Giro del Sass di Putia: tutte le informazioni

Una guida completa per un bellissimo giro del Sass di Putia, sulle splendide Dolomiti.

Un giro del Sass di Putia è l’ideale per chiunque desideri visitare gli splendidi territori delle Dolomiti.

Giro del Sass di Putia: cosa vedere

Il maestoso Sass di Putia è un altissimo monte che fa parte delle splendide Dolomiti. Con i suoi 2875 metri di altezza, regala a tutti coloro che amano i paesaggi di montagna la possibilità di fare escursioni indimenticabili.

Un modo alternativo per visitare questo splendido monte è fare un percorso ad anello intorno al Sass di Putia. Per chi desidera raggiungere la vetta, è possibile associare alla bellissima escursione intorno al Sass anche un percorso che salga fino alla cima. Se sono presenti le condizioni climatiche adeguate, la vista a 360 dalla cima regala infatti un panorama spettacolare.

sass2

Giro del Sass di Putia: il percorso

Il percorso circolare intorno al Sass di Putia parte dal Passo delle Erbe, che si trova appena sopra il borgo di San Martino in Badia. Il paesaggio che ci si trova davanti appare meraviglioso già dal punto di partenza. Un sentiero sterrato conduce nel cuore del Parco Naturale del Puez-Odle, in cui la vegetazione incontaminata si manifesta in tutto il suo splendore.

Durante il cammino si incontrano i pascoli della Furnella, una zona in cui il verde domina la visuale e l’aria è fresca e pulita. La bellezza di questo paesaggio bucolico è arricchita dalla presenza di graziose baite e da una suggestiva croce in legno.

Proseguendo, si arriva presso una zona in cui i boschi sono fitti ed ombrosi. Il paesaggio cambia nuovamente poco dopo, regalando la vista di meravigliosi prati in cui crescono piccoli fiori.

Andando ancora avanti, superata la baita Utia de Goma, si entra nel Bosch de Goma per arrivare sul versante sud del Sass di Putia. Anche qui il panorama è spettacolare. La vista si apre sul paesaggio che abbraccia le Alpi, dei verdi pascoli e delle bellissime baite.

Continuando il cammino, si arriva attraverso alcuni saliscendi ad una strada sterrata più ripida, che conduce fino alla forcella di Putia. Da questo punto si può decidere di salire sulla vetta del monte o se proseguire lungo il percorso circolare. In direzione del solco di fondovalle la strada sterrata appare sempre più ripida. Il paesaggio cambia continuamente e regala visuali degne di una fiaba.

dolom

Il tratto finale del giro

La parte finale del percorso parte dal fondovalle, presso cui si trova un bivio. Andando verso destra si procede verso il Passo delle Erbe. In questo punto le pareti delle Odle sono spettacolari, grazie alla presenza delle rocce chiare tappezzate dal verde dell’erba rigogliosa. Dopo una piccola salita si raggiunge una zona in cui vi sono pareti friabili, per poi tornare verso la strada sterrata che porta verso il Passo delle Erbe, esattamente al punto di partenza.

Scritto da Debora Albanese

Scrivi un commento

1000

Palazzo Altieri di Roma: guida alla visita

Abbazia di San Pietro di Sorres: luoghi da visitare in Sardegna

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • zanzibarZanzibar: scopri tutto su questa magnifica destinazione

    Zanzibar è meta di turisti, attratti anche da tantissimi animali e da pesci e delfini.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.