Abbazia di San Pietro di Sorres: luoghi da visitare in Sardegna

Abbazia di San Pietro di Sorres, in Sardegna, una chiesa storica riconosciuta come monumento nazionale. Le informazioni per la visita.

L’abbazia di San Pietro di Sorres, in Sardegna, è un’ex cattedrale di rara bellezza, situata nella provincia di Sassari. Un luogo ricco di storia, riconosciuto anche come monumento nazionale. Tutte le informazioni per la visita.

Abbazia di San Pietro di Sorres in Sardegna

Ci troviamo nel comune di Borutta, un piccolo centro del Meilogu, in provincia di Sassari, in Sardegna. Qui è dove sorge, su un colle di origine vulcanica, la meravigliosa abbazia di San Pietro di Sorres.

Questa splendida chiesa appartiene da ormai cinquant’anni ai Monaci Benedettini Sublacensi, e vanta una storia secolare. Infatti, la chiesa romanica fu edificata tra l’XI e il XII secolo, per diventare la cattedrale della diocesi di Sorres.

Advertisements

Il sito dove sorge risulta abitato sin dal neolitico, stando ai ritrovamenti archeologici, che attestano il passaggio anche dei punici e dei romani.

A seguito della soppressione della diocesi di Sorres, incorporata alla sede arcivescovile di Sassari, la cattedrale e la canonica vennero abbandonate, portando alla perdita di varie opere d’arte e documenti.

San Pietro di Sorres rimase abbandonata fino al 1947, quando padre Agostino Lanzani, monaco e ingegnere, la scelse per la fondazione di un monastero benedettino.

Dal 1950, infatti, cominciarono i lavori di restauro degli antichi ambienti. Si costituì, così, l’attuale complesso tornato agli antichi splendori.

Dal 1970 il monastero ospita anche un importante laboratorio di restauro del libro, punto di riferimento per la Sardegna. Infine, nel 1974 il monastero di San Pietro di Sorres è stato elevato al rango di Abbazia.

Sorres

Il museo

All’interno dell’ex foresteria del monastero dal 2011 c’è il museo della Cattedrale di Sorres. Articolato su due piani, il museo è diviso in numerose sezioni che illustrano la storia del sito di Sorres dalle fasi della prima evangelizzazione ad oggi.

All’interno sono visibili opere d’arte di carattere religioso di varie epoche, una raccolta numismatica e numerosi manufatti architettonici provenienti dai restauri della chiesa cattedrale avvenuti alla fine del XIX secolo.

Altre sezioni sono, poi, dedicate all’epoca preistorica, protostorica e romana.

San Pietro di Sorres

Attività

All’interno dell’abbazia vi sono numerose attività interessanti a cui anche i fedeli possono partecipare. Come abbiamo già visto, dal 1970 il monastero ospita anche un laboratorio del restauro del libro, ma non solo. Infatti è anche possibile visitare la biblioteca con i suoi libri storici. In più è possibile partecipare al corso di Iconografia Cristiana.

Infine, è possibile anche soggiornare nel monastero in una delle numerose camere. L’occasione ideale per ritrovare un po’ di pace e serenità durante un viaggio in Sardegna.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Giro del Sass di Putia: tutte le informazioni

Come organizzare le vacanze estive 2020: consigli di viaggio

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • 
    Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.