Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Notizie.it logo

Gola del Furlo, dove si trova e come visitarla in moto

gola del furlo

Gola del Furlo a Fermignano, un passo straordinario tra le montagne, a cui gli appassionati di moto non possono resistere.

Nel comune di Fermignano, a ridosso del fiume Candigliano, esiste un’attrazione turistica che con gli anni è divenuta la meta più ambita dai giovani, soprattutto di quelli amanti dei motori a trecentosessanta gradi. La località può essere considerata come una vera e propria meraviglia paesaggistica, dal momento che è forte di una geologia apprezzabile sotto ogni punto di vista. Per lungo tempo territorio di conquiste ed annessioni, Gola del Furlo ha con gli anni conservato tutta la sua importanza, tanto che vale sempre la pena farci un giro in moto ed osservare la sua grande bellezza in compagnia di amici, familiari o conoscenti.
Se state pensando di partire per gola del furlo, consigliamo di consultare expedia per le migliori offerte sui voli, invece per i migliori hotel e B&B consigliamo di dare un occhio a booking

Geologia e cenni storici della Gola del Furlo

Gola del Furlo rappresenta un sito di interesse turistico soprattutto per la sua estensione, che è capace di catturare anche l’attenzione del turista più scettico. La vallata si contraddistingue per la presenza di rocce calcaree ben affiorate che hanno origine mesozoica e si dividono in Rosso Ammonitico, Calcari del Bugarone, Maiolica, Scaglie, Calcare Massiccio e Corniola. Ed è proprio la ricca abbondanza di queste risorse che ha consentito a numerosi appassionati di collezionare fossili ricavati a seguito delle numerose altre eruzioni a partire dal mese di febbraio del 2001.

La località è stata dichiarata, in quell’anno, una meraviglia paesaggistica mediante l’appellativo di Riserva Naturale Gola del Furlo. Anche la storia ha posto qui le sue più importanti radici a partire dall’Impero Romano, quando Onorio, a seguito della Vittoria su Alarico, fece registrare il suo Trionfo a Roma nel 404 d.C. Successivamente, Gola del Furlo è stata attraversata da numerose personalità politiche che hanno fatto la storia dell’Italia e dell’Europa.

Si apprezzano, in successione, importanti popoli conquistatori e di uomini politici dei tempi che furono, quali ad esempio Giulio II (detto anche Giuliano della Rovere, Vescovo di Roma dal 1503) e Lucrezia Borgia (una giovane e nobile donna dalle mere origini spagnole).

Nonostante anni di ricchezza e prosperità sotto diversi aspetti, Gola del Furlo visse momenti di forte tensione all’indomani della Seconda Guerra Mondiale, allorché i bombardamenti portarono delle devastazioni importanti che ne deteriorarono buona parte del paesaggio.

Sebbene la sua posizione geografica sia particolarmente sfavorevole nei mesi di freddo, Gola del Furlo può essere visitata dai turisti in qualsiasi momento dell’anno. La maggior parte di essi sceglie la motocicletta come mezzo di trasporto per eccellenza per attraversare questo straordinario tratto paesaggistico del nord della Penisola, in tutta comodità e serenità.

La visita alla Gola di Furlo in moto

Chi ama andare in moto per visitare le numerose attrazioni turistiche che la Penisola Italiana offre a persone straniere e a residenti ha, nel caso di Gola del Furlo, una serie di alternative a proprio favore. Alla luce della presenza di un paesaggio così ben organizzato dal punto di vista morfologico, il centauro può stilare da Urbino ad Ancona un perfetto itinerario di viaggio che gli consenta sia di divertirsi su due ruote, sia di osservare la grande bellezza di una località sempre più apprezzata dai turisti di tutto il mondo.

Nella fattispecie, il territorio marchigiano può vantare una vera e propria ricchezza paesaggistica dal momento che è stato sempre oggetto di discussione da parte delle numerose personalità del mondo politico che hanno quotidianamente dimostrato di apprezzare il posto.

Ed è con questo proposito che l’imperatore Vespasiano fece costruire, a ridosso degli ammassi rocciosi, la galleria, la quale ha sempre avuto il ruolo di rendere più agevole e fluido il passaggio di pedoni e mezzi stradali.

Con una estensione pari a circa 38,30 metri, la galleria di Gola del Furlo può essere attraversata dai centauri a qualsiasi ora del giorno e nel pieno della serenità e della consapevolezza di visitare un meraviglioso paesaggio, reso ancora più ricco ed interessante a causa di un forte senso di attaccamento delle persone del posto che hanno fin dagli inizi avuto sempre a cuore le sorti dello straordinario tratto paesaggistico.

© Riproduzione riservata
Leggi anche