Notizie.it logo

Madeira spiagge naturiste: consigli per i nudisti

madeira spiagge naturiste

Madeira, il sogno portoghese.

L’arcipelago portoghese di Madeira possiede le spiagge più belle d’Europa a meno di 500 km dalle coste africane e nonostante si trovino in prossimità dell’Oceano Atlantico. Le uniche isole abitate dell’arcipelago sono due: Madeira e Porto Santo.

Le spiagge sono tra le più amate dai turisti poiché il clima dell’isola è estremamente mite e piacevole per tutto l’anno mentre la flora e la fauna hanno le fattezze di quelle tropicali. Una volta sull’isola i turisti rimangono esterrefatti dalla bellezza delle alte scogliere che cadono a picco sulla spiaggia, dalle piante tropicali giganti e verdi ed i pappagalli colorati che volano per tutta l’isola allietando le vacanze dei turisti.

La spiagge dell’arcipelago sono di origine vulcanica e dunque caratterizzate da sabbia nera e ciottoli. In alcune zone particolarmente suggestive la lava modellata dall’acqua ha dato vita a vere e proprie piscine naturali ideali per i naturisti, scopriamo le spiagge.

Madeira spiagge naturiste

Foz Do Harelho

Questa piccola laguna è un posto riparato e mite dove immergersi in totale sicurezza, uno spettacolo della natura dove l’oceano si incontra con le acque limpide del fiume.

Luogo perfetto per chi vuole farsi il bagno nelle acque pulite e calde anche quando l’Oceano è troppo agitato.

Grotte di Benalgil, Algarve

Questo luogo turistico è uno dei più belli D’Europa, si tratta di grotte che si trovano a meno di 100 metri dalla spiaggia omonima. Irraggiungibile con l’auto o via terra possono essere visitate solo andandoci a nuoto oppure in barca, perfette per prendersi il sole in tutta tranquillità sono uno dei luoghi più frequentati dai naturisti in cerca di riservatezza.

La scogliera che compone la parete superiore offre uno spettacolo incredibilmente suggestivo, sono da visitare in particolare modo quando c’è la bassa marea che consente di esplorare ogni angolo delle grotte e prendersi il sole sdraiati sulla roccia vulcanica.

Spiaggia di Dona Ana, Algos

Questa piccola pietra incantata incastonata nel lussureggiante verde che ricopre la zona a pochi km da Lisbona, è una pietra miliare del turismo. Si tratta di una spiaggia molto riparata abbastanza difficile da raggiungere.

Dona Ana è situata nella parte più a Nord dell’sola ed è raggiungibile solo attraverso una ripida scalinata in legno.

Sulla vetta c’è uno degli spettacoli più belli del mondo ed una spiaggia da godersi appieno grazie anche alla poca presenza di turisti che possono disturbare il soggiorno. Un toccasana per lo spirito ed il corpo anche se l’acqua è estremamente gelata, nemmeno 10 gradi.

Pego do Inferno, Tavira

Luogo incantato che seppur vero sembra dipinto, Pego do Inferno è una delle spiagge più piccole ma suggestive dall’arcipelago maderiano. La zona è caratterizzata da una cascata che finisce in un piccolo laghetto con acque verdi cristalline e spiaggia nera.

La leggenda narra che una carrozza vi cadde dentro e non venne mai più ritrovata infatti si dice che i sommozzatori non siano riusciti a vedere il fondo del lago. La zona seppur visitata dai turisti nel mese di luglio ed agosto, è molto tranquilla per il resto dell’anno e consente di godersi la pace e la tranquillità delle spiagge naturiste.

Cabo do roca

Il luogo più abitato dalla fauna dell’arcipelago di Madeira, ricco di piante tropicali, gabbiani, volpi e tanto altro.

La spiaggia si trova all’interno del Parto Naturale di Sintra Cascais ed è un luogo ricco di fascino anche se spesso tormentato dal vento in ogni periodo dell’anno.

La spiaggia è dotata di tutti i servizi e una sabbia fine e delicata le acque sono cristalline.

Boca do inferno, Cascais

Spettacolare spiaggia creata da una spaccatura nella roccia di origine vulcanica è uno dei luoghi più suggestivi da visitare sull’arcipelago. Quando c’è il vento, attraverso le rocce produce un suono sordo e roco che lascia di stucco.

© Riproduzione riservata
Leggi anche