Marettimo: spiagge e cosa vedere

Marettimo, mare, sabbia bianca e profumo di timo.

La Sicilia, di per sè, è già un luogo bellissimo dove trascorrere le vacanze. Dalla giovialità della popolazione, alle meravigliose spiagge, è una perfetta meta vacanziera per turtisti, italiani e non. Ma la Sicilia riserva anche molte sorprese, tra le quali le meravigliose isole Egadi, in particolar modo la più famosa isola di Marettimo.

Questo piccolo paradiso ha un’estensione di appena 12,3 km², che valgono la pena di essere esplorati centimetro per centimetro. È la più selvaggia e incontaminata delle Egadi, e attira turisti da tutto il mondo per le sue spiagge, le sue grotte e le molte attività che offre.

In origine, l’isola prendeva il nome di Lera, ovvero ‘ la sacra ‘, mentre il nome attuale dell’isola potrebbe venire dalla combinazione delle parole mare e timo, data l’abbondanza di quest’ultimo sull’isola.

Marettimo conserva un patrimonio faunistico e vegetativo preziosissimo, dove è possibile trovare spece rare e quasi uniche nel mediterraneo.

Spiagge e grotte di Marettimo

Le attività predilette dai visitatori di Marettimo sono visitare le grotte dell’isola e rilassarsi sulle sue meravigliose spiagge ( anche se quelle raggiungibili via terra, data la conformazione geomorfologica dell’isola, sono meno rispetto alle altre sorelle delle Egadi ).

L’isola di Marettimo è infatti ricchissima di grotte, sia emerse che sommerse, e arriva a contarne circa 400, la maggior parte di queste visitabili liberamente o con l’accompagnamento di guide specializzate.

Tra le più famose ci sono la Grotta del Tuono, celebre per le sue stalattiti e stalagmiti, la Grotta del Cammello, la Grotta della Pipa e la Grotta del presepe, nella quale i depositi calcarei formano figure simili ai personaggi della natività.

Fra le poche spiagge raggiungibili via terra, ci sono la Cala Bianca e la spiaggia sassosa situata alle pendici di Punta Troia, dalle cui rocce sorge il castello, risalente al XVII secolo.

Per visitare l’isola, e raggiungere tutti quei luoghi altrimenti inaccessibili, sono presenti molte escursioni in barca, che solitamente offrono un tour completo dell’isola e di tutte le sue attrazioni. La forma frastagliata dell’isola, ricca di strapiombi e insenature, rende il giro in barca un’esperienza suggestiva e affascinante.

Trekking ed escursioni

Essendo l’isola più montuosa delle Egadi, con la punta più alta, il Monte Falcone, che raggiunge i 686 metri sopra il livello del mare, Marettimo è anche perfetta per le escursioni e il trekking.

Esistono infatti diversi percorsi suggeriti, e vengono anche organizzate escursioni guidate di gruppo. Queste esperienze permettono di immergersi nella lussureggiante natura dell’isola, tra gli splendidi colori e gli ammalianti odori del luogo, un misto delle varie piante aromatiche che crescono sull’isola, come il Timo, il Rosmarino, la Cineraria e molte altre.

Tra i vari itinerari, ve ne sono anche alcuni che permettono di scoprire la storia e l’archeologia dell’isola. Le tappe di questi percorsi comprendono la visita alle antiche case Romane, che trasmettono tutta la forza dell’antichità dei Marettimo ed erano costruite per svolgere anche funzioni militari, trovandosi in una posizione strategica e avendo un perfetto controllo del mare e circostante. Vicino al complesso Romano sorge la chiesetta Bizantina, che i monaci Basiliani vollero costruire vicino alle case Romane per poter sfruttare i resti del complesso come monastero.

L’isola di Marettimo rappresenta l’opzione perfetta per chi è alla ricerca di una vacanza a cui non manchi nulla, dai panorami mozzafiato alle divertenti escursioni, dall’esplorazione di grotte mozzafiato al relax su spiagge paradisiache!

Scritto da Redazione Online
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Zante: come arrivare, cosa vedere e dove dormire

Patente nautica, cos’è e come funziona

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • 
    Loading...
  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.