Meteo, torna il bel tempo nel week end

Gli italiani dovranno fare i conti con la pioggia per la giornata di venerdì, mentre possono aspettarsi cielo sereno per il fine settimana.

Tempo primaverile al week end. Secondo le previsioni, gli italiani dovranno fare i conti con la pioggia per la giornata di venerdì, mentre possono aspettarsi cielo sereno per il fine settimana. Il merito di questo cambiamento va all’arrivo dell’alta pressione delle Azzorre.

Quest’ultima sarà più docile della precedente, ma porterà anch’essa nuovamente il caldo. Gli esperti chiariscono che gli ultimi piovaschi si concentreranno nell’area della Sardegna, dell’Umbria, dell’alto Lazio e delle Marche. Al Sud il tempo rimane stabile.

Tempo sereno nel week end

Gli italiani possono dormire sonni tranquilli. Il fine settimana sembrerebbe non avere nulla a che fare con il maltempo che in queste ore si è stabilito al Nord Italia.

Advertisements

Secondo quanto specificato dagli esperti, la penisola subirà l’effetto benefico dell’anticiclone delle Azzorre. L’alta pressione sarà meno intensa rispetto all’anticiclone africano dei giorni passati, ma garantirà tempo sereno per tutto il week end. In particolare, i meteorologi si aspettano il bel tempo soprattutto nel corso di domenica 10 Marzo 2019. La giornata di Sabato 9 Marzo segnerà il passaggio del cambiamento climatico: si prevedono nuvole e alcuni residui delle piogge di metà settimana.

Meteo: arriva l’anticiclone

L’alta pressione arriva dall’oceano Atlantico. Secondo quanto riferito dal sito di Meteogiuliacci, i principali cambiamenti climatici dell’ultima settimana sulla penisola provengono dall’Atlantico. Dopo il dominio delle alte temperature dell’anticiclone nordafricano, i segni del ritorno del freddo sono arrivati prima dalla Siberia e poi – in modo più significativo – proprio dalle correnti atlantiche. Queste ultime sono le responsabili dello stravolgimento climatico di questi giorni.

eppure, è proprio dall’Atlantico che è previsto il ritorno dell’alta pressione.

Come sottolineato dagli esperti, l’anticiclone delle Azzorre deve il suo nome alle omonime isole portoghesi, dove ha origine. Queste isole si trovano – appunto – nell’oceano Atlantico. Negli anni Settanta e Sessanta, l’anticiclone delle Azzorre era considerato dagli addetti ai lavori come il principale protagonista di tutta la stagione estiva dello stivale italiano. Oggi, invece, viene spesso soppiantato dall’anticiclone subtropicale africano.

Quest’ultimo è ricordato dai meteorologi per la sua particolare capacità di portare vere e proprie ondate di caldo nei territori d’Europa, in particolare quelli che si trovano a Sud della stessa.

I “bordi” settentrionali dell’anticiclone si caratterizzano per essere particolarmente suscettibili alle perturbazioni delle correnti atlantiche, le stesse che hanno portato un clima più freddo sul territorio italiano.

Scritto da Andrea Danneo
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Super Luna di primavera: come e quando vederla

Sciopero 8 marzo 2019, come ottenere i rimborsi per i voli cancellati

Leggi anche
  • Zoom TorinoZoom Torino, il primo parco bioimmersivo d’Italia

    Alla scoperta del primo ed unico parco bioimmersivo d’Italia: zoom Torino

  • zocalo città del messicoZocalo, Città del Messico: storia e attrazioni

    Tutte le informazioni per conoscere Zocalo, da visitare a Città del Messico.

  • zanna biancaZanna Bianca, il film che ti porta in Canada

    Per celebrare l’uscita del film Zanna Bianca, Alidays e Geo Travel in collaborazione con Adler Entertainment hanno organizzato un concorso a premi.

  • Yosemite National Park: l'effetto delle cascate di fuoco al tramontoYosemite National Park: l’effetto delle cascate di fuoco al tramonto

    Nel mese di Febbraio le cascate del Yosemite National Park, le Horsetail Fall, sembrano far cadere della lava. Gli esperti: “è un’illusione ottica”.

  • 
    Loading...
  • yawarakan's cafe il bar dei pelucheYawarakan’s cafe: dove si trova il bar dei peluche?

    Tutte le informazioni e le curiosità sul Yawarakan’s cafe: il bar dei peluche.

Contents.media