Osaka: Parco a tema Attacco dei Giganti

Tutte le informazioni che servono per conoscere il parco a tema Attacco dei Giganti di Osaka.

Il Giappone e la sua cultura hanno dei tratti decisamente caratteristici, come quello che riguarda il culto degli anime e dei manga. Nel contesto territoriale di Osaka per un certo periodo all’interno di un parco divertimenti è stato possibile ammirare delle attrazioni incentrate sull’anime Attacco dei Giganti.

Osaka: Parco a tema Attacco dei Giganti

La cultura giapponese è nota per la sua incredibile particolarità sotto molti aspetti. Anche quando si tratta di attrazioni turistiche, il Giappone offre una vasta scelta e dà ampio risalto alla cultura tipica dell’area nipponica. Presso la città di Osaka si trova un parco divertimenti decisamente interessante da visitare. Al suo interno per un lungo periodo è stato possibile vedere delle attrazioni a tema dedicate all’anime Attacco dei Giganti.

Advertisements

In questo contesto erano presenti diverse statue a grandezza naturale dei personaggi dell’anime o del manga.

I soggetti in questione si presentano come degli inquietanti giganti, pronti a mangiare gli esseri umani come fossero pietanze prelibate. Alcune delle statue maggiormente note ritraevano i personaggi di Eren e di Annie. Si trattava di imponenti strutture della misura di circa 14-15 metri di altezza. Un’altra delle attrazioni più in voga durante il periodo di permanenza del parco rappresentava un gigante così grande che un uomo poteva entrare nel palmo della sua mano.

attacco dei giganti parco

Informazioni sul parco di Osaka

Il parco si trova presso gli Universal Studios della città di Osaka. Durante il 2017 è stato confermato per il terzo anno consecutivo l’angolo che ospitava le enormi statue dell’anime Shingeki no Kyojin.

Il famosissimo anime giapponese Attacco dei Giganti è uno dei più apprezzati tra quelli prodotti negli ultimi anni. Nel corso del terzo anno di esposizione presso il parco delle attrazioni a tema dedicate a questi personaggi andava in onda la seconda stagione di Shingeki no Kyojin. Naturalmente, la presenza delle statue a grandezza naturale dei giganti ha riscosso un notevole successo e ha attirato un’ampia mole di visitatori presso il parco.

La dimensione delle statue ha contribuito in modo importante alla possibilità di ricreare un’atmosfera che fosse fedele all’anime giapponese. La grandezza dei giganti era infatti decisamente imponente. Inoltre, la cura dei dettagli somatici dei personaggi di Attacco dei Giganti era notevole.

L’episodio in 4D

All’interno del parco di Osaka, durante il 2017, è stato possibile persino guardare un nuovo episodio dell’anime in 4D. All’interno della sala cinematografica 4D del parco degli Universal Studios di Osaka è stato infatti proiettato un episodio interamente creato in versione computer grafica. In questa sala erano presenti sedili motorizzati, vari effetti di illuminazione, ventilatori e addirittura spruzzatori. In particolare, la presenza degli spruzzatori ha contribuito a rendere realistiche le scene più cruente dell’episodio.

Scritto da Debora Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Churchill Arms, Londra: cosa vedere a Natale

Ferrovia turistica Vigezzina – Centovalli: percorso panoramico

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media