Pantelleria spiagge, scopriamo quelle libere e attrezzate

Pantelleria, un tripudio di spiagge davvero incantevoli e caratteristiche.

Pantelleria un’isola situata nel mediterraneo tra la Sicilia ovest e la Tunisia. ha una propria autonomia e il comune copre l’intera isola, al suo interno ha un aeroporto con voli giornalieri ed un porto con collegamenti giornalieri con Trapani e Mazara del Vallo.

Da scoprire, a Pantelleria, le spiagge.

Pantelleria spiagge

Territorio di origine vulcanica, presenta ancora molte coste e paesaggi incontaminati, le spiagge sono tutte prive di sabbia, il perimetro dell’isola e percorso da una strada asfaltata (circa 40 km) da cui piccole stradine che portano verso le coste, alcune basse a livello del mare, altre più alte.

Il clima è mediterraneo caratterizzato da venti di Scirocco e Maestrale, nella sua vegetazione è presente la “Macchia Mediterranea“, tra le coltivazioni più rinomate vi sono vigneti prestigiosi come lo “Zibibbo di Pantelleria”, al suo interno diverse siti archeologiche dell’era Puniche-Romane, le abitazioni tipiche dell’isola sono le “Dammuse“, abitazioni ricavate dalle rocce vulcaniche del posto, è presente anche un Parco Naturale Protetto, per la salvaguardia del territorio.

In tutta l’isola ci sono circa trenta punti di balneazione, la tipologia di coste rende difficoltosa l’insediamento di uno stabilimento.

Spiaggia attrezzata

A Lido shurhuq, l’unica area attrezzata, è possibile anche noleggiare canoe e servirsi del vicino bar tavola calda per le colazioni e pranzi ma anche delle ottime cene.

Spiagge libere

Tra le spiagge non attrezzate, ma di sicuro incanto, ci sono:

  • Balata dei Turchi, situata all’estremo punto sud, e raggiungile da una lastra vulcanica che facilità l’ingresso;
  • Porticciolo di Gadir, la più vulcanica, è un piccolo villaggio con un porticciolo.

    In passato utilizzato per rifornimenti di acqua ed oggi rimessaggio delle barche. Presenta delle vasche terapeutiche di acqua calda vicino al mare che erano state costruiti dai pescatori locali, un bella località di balneazione molto caratteristica;

  • Cala Cottone, un punto di balneazione molto isolata, utilizzata per il commercio del cotone nel 1800. Era raggiungibile da una stradina, oggi piena di lecci e corbezzoli, per questo motivo poco frequentata e contiene ancora un pozzo d’acqua ancora integro;
  • Le Balate di Kartibuale, lunga distesa piana di lava, presenta alcuni punti più profondi.

    Questo permetteva, in passato, a piccole imbarcazione di approdare. Per la sua forma piana, è chiamata anche “spiaggia per i bambini“, è quindi molto frequentata da famiglie;

  • Cala Levante, è la spiaggia con il panorama più bello, presenta nelle prossimità delle abitazione stile Dammuse. Queste sono utilizzate prevalentemente in estate da pescatori non professionisti, sono presenti dei Resort e villaggi turistici, con annessi due piccoli porticcioli organizzati per il Diving. E’ anche un sito archeologico marino per la presenza di navi Puniche e Romani;
  • Suakl, detta “spiaggia del tramonto” da qui è possibile vedere le coste africane (distante solo 65km). Grazie a questa sua particolarità è detta anche Spiaggia Romantica;
  • Bue Marino, una spiaggia protetta dal vento di scirocco ed è molto frequentata dagli abitanti dell’isola per la sua vicinanza alla Città di Pantelleria Centro. E’ caratterizzata anche da fondali bassi e non regolari;
  • La Martingana, una spiaggia esposta a sud dell’isola, protetta dal vento di tramontana. Qui matura per prima l’uva zibibbo;
  • Laghetto di Punta Spadillo, particolare in quanto le sue acque calde permettono la balneazione in tutte le stagioni, anche con mare mosso;
  • Lago Specchio di Venere, una spiaggia di sabbia, unica dell’isola e molto particolare in quanto Pantelleria è l’unica piccola isola del Mediterraneo con all’interno un Lago Naturale, con caratteristiche particolare come fondali trasparenti e riflettenti, comoda e confortevole;
  • Mursia, la spiaggia con i fondali più belli, utilizza come porticciolo fin dall’antichità;
  • La Spiaggia del Mito di Ulisse, dove secondo la leggenda Omero immaginava ci fosse la sede della Ninfa Calipso;
  • La Spiaggia dei Fiordi Vulcanici, presenta delle insenature vulcaniche, che rendono i fondali riflettori di luce. Una vera immersione nella natura, con bellissimi fondali e tramonti mozzafiato, una località da sogno.
Scritto da Redazione Online
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Oman quando andare, clima del Paese arabo

Irlanda cose da vedere, un viaggio tra storia e natura

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • zermatt estate 2020Zermatt estate 2020: tutte le informazioni

    Tutte le informazioni che servono per visitare Zermatt durante l’estate 2020.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.