Percorsi trekking più belli del Trentino-Alto Adige

I percorsi trekking più suggestivi del Trentino-Alto Adige, tra natura e paesaggi incontaminati.

Il Trentino-Alto Adige è quella regione del nord Italia prevalentemente monutosa, ricca di percorsi trekking che permettono agli escursionisti di scoprirne le meraviglie. Lunghi itinerari e brevi passeggiate nella natura che si affacciano a panorami mozzafiato. Vediamo, quindi, quali sono i sentieri più belli da intraprendere.

Percorsi trekking Trentino-Alto Adige

Per gli amanti della natura, i sentieri trekking significano libertà, ma anche bellezza e natura. Un modo semplice e genuino di amare la natura e di apprezzarne i doni. Paesaggi sconfinati, colori accesi e aria pulita rinnovano lo spirito e rilassano il corpo e la mente.

Una delle regioni più belle dal punto di vista paesaggistico e naturalistico è proprio il Trentino-Alto Adige, al confine con la Svizzera e l’Austria.

Advertisements

Abbracciata dalle Alpi, la regione offre tantissimi sentieri trekking che permettono di esplorare i paesaggi incontaminati tra vallate e monti.

Vediamo, quindi, quali sono i sentieri più belli da intraprendere e il loro grado di difficoltà.

Anello delle Maddalene

Un’escursione che si snoda lungo le più belle e suggestive vette della catena monutosa delle Maddalene è un anello, al confine con l’Alto-Adige.

La passeggiata, di media difficoltà, passa tra la Cima Cornicoletto, la Cima Belmonte e Cima Vedetta Alta.

L’escursione non comporta particolari difficoltà tecniche se non la confidenza con l’ambiente di alta montagna e con sentieri e creste esposte. L’itinerario è sempre ben segnalato, l’unico tratto senza segnaletica a terra ma dalla traccia evidente è tra Cima Cornicoletto e Cima Belmonte.

La lunghezza del percorso è di 11,6 chilometri, per una durata di 6 ore di cammino. Il dislivello è importante, con ben 1175 metri in salita e in discesa.

Il punto di partenza è il parcheggio Hofmahd tra Val di Non e Val d’Ultimo, a quota 1688 metri.

Anello della Val Venegia

Altro percorso incantevole è l’anello della Val Venegia. Si tratta di una lunga camminata, di 12,3 chilometri, percorribili in circa 4 ore con un dislivello medio di 500 metri. Un cammino tra i boschi, le vallate e i paesaggi delle montagne, che parte da Pian dei Casoni a 1682 metri sopra il livello del mare.

Laghi di Lusia

Nella Val di Fiemme, un percorso imperdibile è quello tra i laghi di Lusia. Un percorso di poco più di 13 chilometri da percorrere in circa 5 ore di cammino, affrontanto un dislivello di 600 metri. Un sentiero di media difficoltà, che ripercorre alcuni dei luoghi segnati dalla Prima Guerra Mondiale.

Il percorso parte dagli Impianti Castelir di Bellamonte, a 1965 metri sopra il livello del mare, e giunge ai laghi di Lusia.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Monte Yamagata: la città giapponese tra i monti

Gubbio: l’albero di Natale più grande del mondo 2020

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media