Notizie.it logo

Rotterdam cosa vedere in 1 giorno: le tappe imperdibili

rotterdam cosa vedere in 1 giorno

Rotterdam, una città completa, ricca di fascino e modernità.

Una città dell’Europa continentale che negli ultimi anni è diventata meta molto apprezzata dai turisti di ogni parte del mondo è sicuramente Rotterdam. Questa realtà è una delle più importanti di tutta l’Olanda ed è particolarmente apprezzata da chi ama l’architettura. Forse non tutti lo sanno, ma Rotterdam è considerata una sorta di museo a cielo aperto ed anche un solo giorno trascorso in questa città è sufficiente per fare in modo che essa rimanga impressa nella mente dei turisti. E pensando di avere un solo giorno a disposizione per visitarla, quali sono le tappe imperdibili, quelle che bisogna assolutamente inserire nel proprio itinerario?

Rotterdam cosa vedere in 1 giorno

In mattinata

Sicuramente se si è arrivati a Rotterdam in treno, il primo luogo da vedere è la Stazione Centrale: la sua apertura al pubblico risale al 2014 ed è considerata il simbolo dell’ammodernamento di cui la città è stata oggetto negli ultimi anni.

Poco distante dalla stazione si trova il Delftse Poort: si tratta di una struttura architettonica abbastanza complessa costituita da due grattacieli: il più alto arriva a poco meno di 165 metri di altezza.

Si tratta, lo si può facilmente intuire, di un altro dei simboli architettonici di questa interessante città olandese.

La tappa successiva, sempre in mattinata, potrebbe essere il Maritiem Museum: come si può evincere dal suo nome, si tratta di un polo museale che racconta la storia di Rotterdam prestando particolare attenzione al rapporto che questa città, costruita letteralmente sull’acqua, ha con quest’ultima. Si tratta senza dubbio di un museo particolare, che merita di essere visitato.

Poco distante si trovano le Case Cubiche, una delle opere simbolo di Pier Blom, che per chi non lo sapesse è uno degli architetti olandesi più famosi a livello internazionale. Questa struttura architettonica si caratterizza per il fatto di essere formata da case la cui forma è quella di cubi rovesciati, collegati tra loro attraverso gli angoli.

Si tratta di un’opera davvero originale ed interessante, visitabile anche dall’interno, esperienza che ovviamente è assolutamente consigliata.

Nel pomeriggio

La giornata alla scoperta di Rotterdam potrebbe poi continuare con un pranzo al Markthal: questo è il mercato al coperto più esteso di tutta l’Olanda e si può davvero trovare cibo per tutti i gusti, da quello tipico olandese al sushi.

Dopo essersi rifocillati, ci si può avviare alla Chiesa di San Lorenzo, la quale si trova nelle vicinanze.

La sua importanza è data dal fatto che si tratta dell’unico edificio risalente all’epoca medioevale arrivato fino ai tempi attuali.

Dopo averla visitata e ammirata sia dall’esterno che dall’interno, ci si potrà recare al Museo Rotterdam, che a piedi dista soltanto pochi minuti. L’apertura al pubblico di questo polo museale risale agli inizi del 1900 e si caratterizza per il fatto di raccontare la storia della città da un punto di vista sociale. Molto interessante è la possibilità di poter vivere l’esperienza virtuale di una giornata sotto un bombardamento aereo nel corso di una guerra.

Arrivati a sera, vale sicuramente la pena spostarsi nella zona del porto, dove si potrà mangiare in uno dei tanti locali che danno sul fiume che bagna la città. Questa zona, dove mangiare ovviamente non costa pochissimo, si caratterizza per il fatto di essere il simbolo della riqualificazione di cui Rotterdam è stata oggetto negli ultimi anni.

A questo proposito basta pensare alle opere di tanti architetti che abbelliscono la zona e che hanno oggettivamente contribuito a rendere questa zona della città una delle più interessanti.

Tra i nomi che vanno citati in questa opera di riqualificazione figura anche quello di Renzo Piano.

Infine, prima di tornare in albergo e prepararsi alla partenza del mattino successivo, vale la pena salutare la città di Rotterdam con delle foto al Ponte Erasmuborg: questo ponte è famoso principalmente per la sua forma decisamente fuori dagli schemi, visto che ricorda nitidamente la figura di un cigno. Inoltre di notte viene illuminato e il gioco di luci che si crea è decisamente affascinante.

© Riproduzione riservata
Leggi anche