Notizie.it logo

La Russia cambia il nome degli aeroporti: il motivo

La Russia cambia il nome degli aeroporti: il motivo

La Russia cambia nome dei suoi aeroporti per rendere omaggio alle più importanti figure della storia del Paese: da Alexander Pushkin a Andrei Tupolev.

La Russia cambia il nome dei suoi aeroporti. Per tutti coloro che hanno intenzione di raggiungere il Paese in questo periodo, si segnala di tenere d’occhio in quale scalo aeroportuale atterrerà il proprio aereo. Infatti, secondo un decreto firmato dal presidente russo Vladimir Putin, i principali aeroporti del Paese cambieranno presto nome. Il motivo di questo cambiamento sarebbe dovuto alla volontà dell’esecutivo di rendere omaggio ai più grandi personaggi della storia della Russia, dando il loro nome agli aeroporti del Paese.

La Russia rinomina gli aeroporti

Fare attenzione ai nomi. Secondo quanto stabilito da un decreto firmato dal presidente russo Vladimir Putin, in Russia gli aeroporti cambieranno presto nome. Ecco quindi che lo scalo Mosca-Šeremet’evo si chiamerà aerodromo Alexander Pushkin. Quest’ultimo ha lasciato il segno nella storia del Paese in qualità di poeta, scrittore e drammaturgo considerato il fondatore della lingua letteraria russa contemporanea.

A cambiare il nome sarà anche l’aeroporto di Mosca-Domodedovo, che sarà noto agli addetti ai lavori e ai turisti con il nome di aeroporto Mikhail Lomonosov. Una scelta che sembrerebbe essere stata dettata da una certa ricorrenza italiana.

Infatti, lo scienziato e linguista Michail Vasil’evič Lomonosov è passato alla storia come il Leonardo da Vinci russo, titolo attribuitogli per il contributo dato alla cultura e alla scienza del Paese, e per aver spinto la sua patria alla modernizzazione e ad un ruolo di rilievo nel mondo.

Infine, anche l’aeroporto di Mosca-Vnukovo cambierà nome e sarà dedicato ad Andrei Tupolev, ingegnere aeronautico sovietico che progettò in carriera più di cento tipi di velivoli, per un totale di 78 diversi primati mondiali.

Il cambio nomi degli scali in Italia

Non è una novità che ai principali scali aeroportuali sia cambiato il nome. Spesso, gli addetti ai lavori decidono di adottare una nuova denominazione per “svecchiare” la struttura e renderla un punto di riferimento all’interno del Paese.

Infatti, come accaduto in Russia, l’assegnazione di un nome che ha segnato la storia dello Stato rappresentano un segnale di rinnovamento dell’aeroporto, ma anche un tentativo di omaggiare e rendere culturalmente più importante una struttura.

Non sono pochi i Paesi che hanno adottato tale filosofia. Tuttavia, è anche vero che solo in tempi recenti, i Paesi hanno iniziato a metterla in pratica. Ad esempio, in Italia, nel 2011 il sistema aeroportuale milanese – costituito dall’aeroporto di Orio al Serio, di Milano-Malpensa e di Milano-Linate – è stato ribattezzato in onore di Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio.


© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche