7 cose da sapere prima di prenotare un Safari in Africa

Prenotare un safari potrebbe apparire relativamente semplice, tuttavia esistono alcune cose che è fondamentale sapere prima di partire.

Prima di partire è facile cadere nella convinzione che un safari sia molto facile da organizzare, ma non è stato affatto così. Se stai cercando di andare presto a fare un safari e vuoi risparmiarti lo stress, ecco 7 cose che vale la pena sapere prima di prenotare il tuo viaggio!

7 cose da sapere prima di prenotare un Safari

1.) Non si può prenotare online per molti posti

Questa è la più grande sorpresa: per molti lodge è necessario mandare un’email per scoprire se hanno disponibilità e una volta confermato, si va avanti e indietro via email (o per telefono) per sistemare i pagamenti e le prenotazioni.

L’invio di pagamenti con carta di credito via e-mail o per telefono è tutt’altro che sicuro, quindi questo esclude un bel po’ di lodge

2.) C’è una grande differenza tra riserve di caccia private e pubbliche

Le riserve pubbliche (come il Kruger National Park) sono quelle che sono aperte ai safari lodge vicini che non hanno le loro riserve di caccia e permettono ai visitatori di guidare attraverso il parco con i loro ranger safari in cerca di animali selvatici. Quelli privati possiedono le loro riserve di caccia ma sono ancora così grandi che si potrebbe facilmente passare una settimana qui e sentirsi come se non si fosse visto tutto.

La più grande differenza (e quella che conta per la tua esperienza di safari) ha a che fare con i sentieri che ti è permesso prendere quando guidi attraverso i parchi safari. Quelli pubblici possono attenersi solo ai loro percorsi di guida, mentre quelli privati possono andare fuori strada. Andare fuori strada è quasi essenziale per assicurarsi di vedere quanti più animali possibile, dato che molti di essi non si trovano solo camminando sui sentieri principali. Saranno nei cespugli, nascosti nelle boscaglie e forse anche appollaiati sugli alberi per un pisolino.

Per farla breve – puoi vedere molto durante un safari, indipendentemente dal fatto che tu vada in fuoristrada o meno, ma per aumentare le tue possibilità di vedere gli animali (o di vederli da vicino), alloggiare in una riserva privata è altamente raccomandato e ne vale davvero la pena!

3.) I drive iniziano molto presto

La norma è di avere due game drive al giorno (della durata di circa 3 ore ciascuno). Uno al mattino (alle 6) e uno alla sera (alle 4 o alle 5 – non ricordo quale) – entrambi i quali includono una sosta per bere qualcosa a metà strada. Tè/caffè al mattino con spuntini e bevande alcoliche per il tramonto la sera.

Il punto è che la mattina si viene svegliati alle 5 (tramite una telefonata) e poi ci si incontra al piano di sotto alle 5.30 per un caffè e una sorta di colazione leggera (si fa la colazione vera e propria quando si torna più tardi).

4.) Le temperature cambieranno rapidamente

Per cominciare, sarà abbastanza freddo al mattino. Da qualche parte a metà strada, il sole uscirà e comincerete a scaldarvi in modo rapido quando le temperature cominceranno a salire verso i 30C. L’inverso accade durante il viaggio serale, quindi il consiglio è sempre quello di vestirsi a cipolla: vestirsi a strati.

Indossate i vostri strati al mattino e toglieteli man mano che la mattina diventa più luminosa e calda e la sera, portate con voi i vostri strati in modo da potervi lentamente avvolgere più caldi quando il freddo della sera inizia a farsi sentire.

5.) La malaria non è davvero una grande preoccupazione

La maggior parte delle persone pensa solo che l’Africa = rischio malaria, ma il rischio di malaria può essere abbastanza basso in un sacco di posti dove si va in safari in Sudafrica. Per cominciare, la maggior parte dei lodge prendono un sacco di precauzioni per evitarla. Inoltre, ci sono alcuni luoghi in Sudafrica dove il rischio è letteralmente pari a 0 in quanto le zanzare che portano il parassita della malaria sono state completamente sradicate, ma se sei davvero preoccupato per la malaria, il periodo meno rischioso da visitare è tra i mesi di maggio a novembre in quanto questa è la stagione secca. In ogni caso, prendere un farmaco contro la malaria prima di partire ne vale la pena ed è sicuramente raccomandato per avere un divertimento senza stress durante il safari.

6.) Si finisce per avere molto tempo libero durante il giorno

Questa non è una brutta cosa! In realtà, è proprio il contrario – questo è il punto in cui si recupera il sonno da alzarsi presto, sfruttare al meglio la piscina e le strutture termali

7.) I bufali sono di gran lunga più pericolosi dei leoni

Data la fortuna, questo non dovrebbe mai preoccuparvi, ma vale comunque la pena notare che i bufali non sono docili come le mucche. La loro mentalità di protezione del branco e il loro bisogno di vendetta hanno fatto guadagnare a questi animali la reputazione di essere i più pericolosi dei grandi 5 e infatti, solo un leone molto stupido (o molto disperato) potrebbe tentare di attaccare un branco di bufali.

Scritto da Redazione Viaggiamo
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Viaggio in Africa: 11 paesi da visitare

Sudafrica: itinerario di una settimana sulla costa orientale

Leggi anche
  • zanzibarZanzibar: scopri tutto su questa magnifica destinazione

    Zanzibar è meta di turisti, attratti anche da tantissimi animali e da pesci e delfini.

  • zanzibar 2042787 1280Zanzibar: dove si trova, cosa vedere e quando andare
  • Loading...
  • giraffe-2191662_1280Visitare l’Africa: i luoghi da non perdere

    L’Africa non è solo Safari e animali selvatici: tutti i luoghi da non perdere per una vacanza nel continente equatoriale.

  • Visita necropoli Dashur Il CairoVisita alla Necropoli di Dahshur a Il Cairo
  • maxresdefaultVideo villaggio Agadir Marocco
Contents.media