Terme di Petriolo: storia, ieri e oggi

Una guida completa per conoscere la storia delle bellissime Terme di Petriolo, in Toscana.

Le Terme di Petriolo sono costituiscono la meta perfetta per chiunque sia in cerca di relax e benessere. La loro storia presenta radici antichissime e la bellezza del luogo lo rende uno dei posti più affascinanti della Toscana.

Terme di Petriolo: la storia

In Toscana ci sono luoghi perfetti per trascorrere una bellissima vacanza all’insegna del relax. Il posto perfetto per godersi una fantastica sensazione di benessere si trova nel territorio della città di Siena. Si tratta delle meravigliose Terme di Petriolo, un luogo ricco di storia, che ha origini molto antiche. Si ritiene che le terme in questione fossero già presenti durante l’epoca romana. Con molta probabilità si tratta di quelle citate dai grandissimi Cicerone e Marziale all’interno delle loro opere.

L’antichità di questo luogo è testimoniata da alcuni preziosi ritrovamenti di reperti risalenti agli antichi romani.

Le prime notizie certe risalenti alle origini delle Terme di Petriolo sono da attribuire all’anno 1230. Le testimonianze successive sono legate alla menzione delle stationes. Si tratta di antiche cabine che in quel periodo storico venivano affittate ai bagnanti. Nel 1266 la Signoria di Siena ordinò la costruzione ex novo di un bagno, da utilizzare in qualità di luogo ricreativo.

Nel 1300 le Terme acquisirono ancora più importanza. Il celebre medico Gentile da Foligno le citò infatti nel suo Tractatus de Balneis. All’interno del testo i bagni solfurei sono consigliati come rimedio per le affezioni dell’apparato respiratorio e per alleviare i dolori alle articolazioni.

3121793

Le Terme nel Medioevo

Nei primi anni del XV secolo furono edificate alte cinte murarie. Lo scopo di tale precauzione era proteggere il territorio e tutelare i visitatori del bagno. Si tratta dell’unico esempio di terme fortificate. Durante tutto il Medioevo la fama delle terme continuò a crescere. Molti personaggi illustri si recarono in questo luogo di benessere persino dall’estero. Persino il Papa Pio II era solito frequentare il posto, a dimostrazione della rilevanza della sua grandissima fama. La bellezza dei bagni di Petriolo fu decantata persino da Lorenzo il Magnifico, all’interno di alcune lettere destinate a Lucrezia Donati. Nel corso dei secoli non compaiono altre notizie particolari a proposito del posto. Nel 1980 vennero ripresi i lavori, al fine di costruire un nuovo impianto termale. Le Nuove Terme sono operative dal 2000.

Le Terme oggi

Oggi le Terme sono utilizzate sia per fini curativi che per ottenere relax e benessere. Le acque sulfuree costituiscono preziosi alleati della salute e sono molto amate dai visitatori. La bellezza del luogo consente un contatto diretto con la natura. In più, l’importante storia di questo luogo termale arricchisce la bellissima esperienza di chi si reca a Petriolo.

Scritto da Debora Albanese

Scrivi un commento

1000

Palazzo Avino di Ravello: un luogo da favola per le vacanze

Val di Funes: le escursioni estive da non perdere

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • zermatt estate 2020Zermatt estate 2020: tutte le informazioni

    Tutte le informazioni che servono per visitare Zermatt durante l’estate 2020.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.