The Spur: aperto il parco sopraelevato a New York

Il 5 giugno verrà inaugurata l'ultima sezione della High Line: uno spazio ricco di cultura nel cuore di New York

Fin dalla sua apertura, circa dieci anni fa, l’High Line di New York è diventato una meta obbligatoria per chiunque visiti la grande mela. Questo parco lineare è stato realizzato su una sezione in disuso della ferrovia sopraelevata chiamata West Side Line che da rettilineo si è trasformato in uno spazio aperto ispirato alle tipiche piazze europee.

Per i turisti e i cittadini è in arrivo una buona notizia: l’ultima sezione della High Line verrà presto inaugurata e si chiamerà “The Spur“.
Se state pensando di partire per New York, consigliamo di consultare expedia o volagratis per le migliori offerte sui voli, invece per i migliori hotel e B&B consigliamo di dare un occhio a booking

Il parco lineare di New York

L’ultimo pezzo della High Line aprirà al pubblico il prossimo 5 giugno e verrà chiamato “The Spur”, cioè lo sperone. Rappresenterà un luogo molto speciale perché si tratterà di una fusione tra arte, natura e storia (da qui infatti passavano i vecchi treni che finivano dentro all’ufficio postale). Il suo nome particolare deriva dalla forma delle rotaie che in questa specifica area formano un semicerchio. Al centro della piazza si trova un grandissimo piedistallo (The Plinth) su cui è collocata una scultura alta 5 metri, la “Brick House“, realizzata da Simone Leigh, che riproduce una “mammy”, una caricatura della donna afro-americana.

Nel 2008 venne creato un progetto in sostegno di questo spazio chiamato “Save the Spur” in cui attraverso una raccolta fondi si cercava di salvare questo ultimo pezzo di ferrovia. Dieci anni dopo finalmente questo progetto si realizzerà. “The Spur” è stato concepito come uno spazio disegnato dalla gente per la gente. Così almeno dicono i firmatari del progetto, coloro che hanno realizzato anche le altre sezioni dello High Line (James Corner Field Operations Project Lead, Diller Scofidio + Renfro, and Planting Designer Piet Oudolf) che hanno ascoltato i bisogni e i desideri che i visitatori e i cittadini volevano per questo spazio.

Questo si è quindi tradotto in più spazio per gli eventi pubblici, più cibo, più arte, più bagni, più verde e più punti di accesso.

Tra arte e natura

Questo spazio è stato progettato per creare momenti d’interazione tra le persone e lo spazio urbano che le circonda. Il “The Spur” si divide in tre parti: il “Coach Passage“, un’area dove sarà presente una grande piazza pubblica al cui centro sorgerà una scultura (la “Brick House”) e uno spazio adibito alle piante. La piazza inoltre fornirà ai visitatori una veduta panoramica dalla 10th Avenue fino alla 30th Street per una vista inusuale sulla città. Il “The Spur” fornisce anche uno spazio per il nuovo High Line Shop, un piccolo negozio ristrutturato dove qualsiasi vendita verrà utilizzata per il mantenimento dell’intera High Line.

Il “The Spur” cambierà spesso il suo volto, infatti secondo la curatrice d’arte per la High Line, Cecilia Alemani: “abbiamo lanciato un programma di arte pubblica che consente ad un artista selezionato tra vari di esporre la sua opera sul Plinth. Ogni 18 mesi ci sarà un lavoro diverso e non sarà necessariamente di carattere monumentale come Brick House”.

Scritto da Alice Sacchi
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Marrakech: cosa vedere e le esperienze da non perdere

Meteo, le previsioni di oggi 4 giugno

Leggi anche
  • Zoom TorinoZoom Torino, il primo parco bioimmersivo d’Italia

    Alla scoperta del primo ed unico parco bioimmersivo d’Italia: zoom Torino

  • zocalo città del messicoZocalo, Città del Messico: storia e attrazioni

    Tutte le informazioni per conoscere Zocalo, da visitare a Città del Messico.

  • zanna biancaZanna Bianca, il film che ti porta in Canada

    Per celebrare l’uscita del film Zanna Bianca, Alidays e Geo Travel in collaborazione con Adler Entertainment hanno organizzato un concorso a premi.

  • YulefestYulefest
  • 
    Loading...
  • Yosemite National Park: l'effetto delle cascate di fuoco al tramontoYosemite National Park: l’effetto delle cascate di fuoco al tramonto

    Nel mese di Febbraio le cascate del Yosemite National Park, le Horsetail Fall, sembrano far cadere della lava. Gli esperti: “è un’illusione ottica”.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.