Trabocchi, Abruzzo: cosa sono, tutte le informazioni

Tutte le informazioni per sapere cosa sono i Trabocchi, da ammirare durante una vacanza in Abruzzo.

Prima di partire per una bellissima vacanza in Abruzzo, è interessante sapere cosa sono i Trabocchi e dove si possono ammirare.

Trabocchi, Abruzzo: cosa sono

L’Abruzzo è una magnifica regione, ricca di splendide attrattive da visitare. Lungo il litorale abruzzese si possono ammirare i Trabocchi, un particolare tipo di palafitte autoctone, che si trovano lungo la costa e galleggiano sulle acque del Mar Adriatico.

All’interno di queste suggestive strutture è custodita una parte importante della storia antica dei villaggi di pescatori della regione. Le palafitte venivano infatti utilizzate dalle famiglie meno abbienti dei pescatori del luogo. In particolare, la loro funzione era quella di coadiuvare gli uomini all’interno delle attività legate alla pesca.

Si tratta di importanti costruzioni, legate profondamente alle tradizioni marittime dell’Abruzzo. All’interno dei Trabocchi non si lavorava soltanto.

Advertisements

Queste caratteristiche palafitte fungevano infatti anche da vere e proprie abitazioni. La gente che viveva nei pressi del mare li utilizzava per potersi procurare il cibo senza doversi spostare. Inoltre, l’uso delle palafitte costituiva un indubbio vantaggio, risparmiando ai pescatori la necessità di procurarsi un’imbarcazione.

trabocchi

La storia del nome

Riguardo l’origine del nome delle palafitte tipiche del litorale abruzzese non c’è un accordo preciso. Si ipotizza che il termine Trabocchi possa derivare da un termine dialettale, che probabilmente corrisponde alla parola Travocche. Molto probabilmente questo sostantivo deriva dal latino e indica esattamente un’abitazione costruita servendosi di tronchi di alberi. Un’altra corrente di pensiero riconosce invece l’origine del termine nel sostantivo Trabocchetto.

Questa parola indica una particolare tecnica utilizzata nell’ambito della pesca. Per utilizzarla, vengono impiegati pali, che si usano tra gli scogli.

Trabocchi: cosa vedere

I Trabocchi sono costituiti da pali ricavati dal legno di pino d’Aleppo. Si tratta di una specie di albero molto comune nelle zone dell’Abruzzo nei pressi del Mar Adriatico. La tecnica di pesca utilizzata dai pescatori del luogo è antichissima, si pensa che possa risalire addirittura all’epoca dei fenici.

Ammirare i Trabocchi è un’esperienza decisamente affascinante. Per ammirarli basta recarsi presso quella che è conosciuta come la Costa dei Trabocchi. Si tratta di un magnifico tratto del litorale abruzzese che dà sul Mar Adriatico. La zona in cui si trova la maggiore concentrazione delle caratteristiche palafitte si trova all’interno della provincia di Chieti. Il tratto di costa in cui si possono ammirare i Trabocchi si estende addirittura da Francavilla fino a San Salvo. Arrivare in riva al mare e vedere queste antiche strutture che si reggono ancora sopra il livello dell’acqua è un’esperienza ricca di fascino.

Scritto da Debora Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Haiku Stairs delle Hawaii: la scala più pericolosa del mondo

Villa Buttafava: il luogo dei sogni nella provincia di Varese

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media