Notizie.it logo

Trastevere: come arrivare, cosa vedere, dove mangiare

Trastevere

Trastevere è l'anima pulsante e genuina di Roma. In questa guida vi porteremo a Trastevere, vi consiglieremo cosa e dove mangiare e vi daremo informazioni utili su come raggiungere il quartiere.

Trastevere è l’anima pulsante e genuina di Roma; con i suoi vicoli, i suoi reperti archeologici e la sua vitalità. In questa guida vi porteremo nei luoghi più suggestivi di Trastevere, assolutamente da non perdere. Vi consiglieremo anche cosa e dove mangiare per assaporare la vera cucina romana e vi daremo informazioni utili su come raggiungere il quartiere con i mezzi pubblici o in taxi, oppure facendo una piacevole passeggiata.

Trastevere, un antico quartiere popolare nel centro di Roma

Trastevere è certamente uno dei quartieri di Roma più conosciuti ed amati, poiché molto caratteristico, con i suoi stretti vicoli, le trattorie tipiche, i mercatini e le botteghe di artigiani. A tutte le ore del giorno e della notte, questo caratteristico quartiere è sempre affollato di turisti ed abitanti, e la sera numerosi giovani affollano le strade per una chiacchiera ed un bicchiere di birra, nei tanti locali del luogo.

Da dove deriva, però, il nome Trastevere? Ovviamente dal latino; da trans Tiberim, ovvero “al di là del Tevere”.

Il primo nucleo della Roma antica, infatti, si è sviluppato nella sponda opposta del fiume, e per questo il quartiere Trastevere, inizialmente, era abitato dalle classi sociali più basse di Roma. Oggi, invece, il quartiere è gettonatissimo non solo per la sua vitalità, ma anche grazie ai numerosi monumenti, alle chiese ed alle opere d’arte di grande valore. Ad esempio, non può mancare una visita alla famosa Basilica di Santa Maria nell’omonima piazza, con i suoi mosaici ed affreschi medievali.

Un altro scorcio imperdibile di Trastevere è Piazza di Sant’Egidio, sede del Museo di Roma in Trastevere; ed ancora, imperdibili, sono la Chiesa di Santa Maria della Scala in onore della Vergine e Piazza Sonnino con la Chiesa di San Crisogono e la Chiesa di Sant’Agata.

Celeberrima è poi Piazza Trilussa, affacciata sul Lungotevere Raffaello Sanzio, in corrispondenza di Ponte Sisto, in cui si respira un’aria bohémien, grazie alla presenza di musicisti ed artisti di strada, presenti a qualunque ora del giorno.

I Sapori di Roma

Trastevere, incantevole da visitare di giorno, diventa magico la sera, poiché si trasforma nel fulcro della movida giovanile. E’ possibile trascorrervi una serata all’insegna del relax e della buona cucina, tra ristoranti tipici, pizzerie, bancarelle e negozietti. I luoghi più affollati sono certamente Piazza Trilussa, dove è possibile gustare un aperitivo, e piazza Santa Maria in Trastevere, solitamente frequentati fino all’alba.

Come detto prima, Trastevere è sinonimo di buona cucina: carbonara, gricia, trippa e molti altri imperdibili piatti tradizionali romani. Se volete assaporare al meglio la vera Roma, non potete perdere l’occasione di cenare nei ristoranti più famosi del quartiere: il goliardico “Cencio – La parolaccia”, in cui vi divertirete con irriverenti botta e risposta con lo staff del locale; oltre questo strano ristorante, non dimenticate trattorie come “Il Rugantino”, “da Gigetto”, “La tana de Noantri”, “Zi’ Umberto” e “Carlo Menta”.

Dopo la cena, godetevi una bella passeggiata per smaltire le pietanze assaggiate, magari partendo da Piazza Trilussa ed attraversando il Ponte Sisto, per sbucare al di là del Tevere, a pochi passi dal mercato di Campo de’ Fiori e dalla celeberrima piazza Navona.

Treno, autobus, tram, taxi e automobile

Raggiungere Trastevere con i mezzi pubblici è molto semplice, e noi vi daremo tutte le dritte per non perdervi in giro per l’Urbe!
Se siete in metro, prendete la linea B fino alla fermata Colosseo, poi proseguite a piedi per 850 metri fino alla fermata Piazza Venezia, dove potete prendere la Linea 8 alla fermata Piazza Venezia-Casaletto e scendere alla fermata Belli.

Da qui basterà proseguire a piedi per circa 400 metri e giungerete nella zona centrale del quartiere, vicino Piazza Santa Maria in Trastevere.

Un’alternativa a questo percorso potrebbe essere quella di scendere a Piramide, sempre con la linea B della metropolitana, e prendere l’autobus 3B, direzione Stazione Trastevere, scendendo alla fermata Trastevere/Ministero Pubblica Istruzione. Da qui proseguite per circa 650 metri e così giungerete nella zona centrale del quartiere.

Se siete appena arrivati a Roma, in treno, dalla stazione Termini sarà un gioco da ragazzi raggiungere Trastevere, poiché basterà prendere l’autobus linea H e dopo sole 5 fermate scendere alla fermata Sonnino – San Gallicano e vi troverete nel cuore del quartiere, ovvero in Piazza Sant’Egidio.

Se vi trovate invece alla stazione ferroviaria di Roma Ostiense, prendete l’autobus linea 23 alla fermata Ostiense – Matteucci, che in 9 fermate vi condurrà alla fermata Vallati – Pettinari, a soli 400 metri circa dalla centrale Piazza Sant’Egidio.

Ricordate sempre che le corse sia di metro che autobus sono attive dalle 5.30 del mattino fino alle 23.30, mentre nei week-end le ultime corse sono all’1.30 di notte.

Se poi avete deciso di fare una vacanza romana nel segno del relax e senza badare al portafogli, potete sempre optare per il taxi, di certo il mezzo più veloce, ma anche il più caro. Dalla stazione di Roma Termini, per raggiungere Trastevere spenderete intorno ai 30 euro, e, se viaggiate tra le 22.30 e le 6 del mattino, pagherete anche un supplemento di 3 euro. Se invece volete usare un’auto propria, ricordate che Trastevere subisce le limitazioni al traffico, essendo una cosiddetta zona ZTL, come altre altre zone centrali di Roma.

Tutte le strade portano a Trastevere

Se il noto detto recita “tutte le strade portano a Roma”, possiamo ben affermare che tutte le strade di Roma portano a Trastevere! Con il nostro articolo vi abbiamo illustrato i modi più semplici per raggiungere con mezzi pubblici il bellissimo quartiere, ed ora che vi siete giunti, non vi resta altro che seguire i nostri consigli di girare per i vicoli, visitare le piazze e perdervi nella magia di Trastevere.

Il nostro itinerario inizia in Piazza Trilussa, da qui attraversate Ponte Sisto per giungere in Via dei Pettinari; svoltando a sinistra su Vicolo Delle Grotte, giungerete ad ammirare Palazzo Farnese.

Proseguendo poi su Via dei Farnesi, girate a destra ed entrerete nella splendida Campo de’ Fiori; proseguendo entrerete in largo Dei Librari, poi in Via dei Giubbonari e poi in Via Sant’Ambrogio, ingresso del ghetto ebraico.

Arriverete così al Portico d’Ottavia e, proseguendo sul lungotevere, svoltate a sinistra in Via del Foro Obitorio e poi in Via del Vicolo Jugario.

Ora attraversate il Ponte Palatino ed entrate in Via dei Vascellari. Da qui proseguite su Via dei Genovesi e poi su Via della Lungaretta; svoltate ora a sinistra su Via dei Fienaroli e poi in Via delle Fratte di Trastevere, la quale conduce a Piazza Santa Maria in Trastevere. Entrate ora da Via della Pelliccia e proseguite su Vicolo del Cinque. Da qui, poi, non resta che tornare su Piazza Trilussa per un ultimo saluto a Trastevere.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche