Vie ferrate dell’Emilia-Romagna: le più emozionanti

Le più belle vie ferrate dell'Emilia-Romagna da intraprendere tra brivido e adrenalina, ammirando paesaggi mozzafiato.

In Emilia-Romagna l’adrenalina scorre in abbondanza lungo le vie ferrate più incredibili degli appennini. Esperienze indimenticabili tra fatica e meraviglia, per raggiungere splendide vette e godersi i panorami più sensazionali della regione. Vediamo, quindi, quali sono i percorsi più belli da non perdere tra le montagne della regione.

Vie ferrate dell’Emilia-Romagna

La regione dell’Emilia-Romagna detiene il primato italiano per numero di percorsi tra i monti. Parliamo della regione con il maggior numero di vie ferrate d’Italia. Queste si trovano di tutte le tipologie e adatte a tutti i livelli di esperienza, ma capaci di regalare emozioni indimenticabili.

Le vie attrezzate romagnole sono generalmente piuttosto brevi tuttavia varie sia per livello di difficoltà che esposizione e tipologia di passaggi.

Inoltre, data la quota bassa a cui si sviluppano gli itinerari, questi possono essere percorsi lungo gran parte dell’anno.

La maggior parte delle ferrate si trova in provincia di Reggio Emilia dove in un’ora di automobile si incontrano 5 ferrate con livello di difficoltà dal facile. Parliamo della Ferrata Ovest alla Pietra di Bismantova e Balze del Malpasso, fino alla più difficile Penna e Barranco del Dolo.

Invece, sul crinale appenninico si trova il lungo e faticoso Sentiero Attrezzato dei Groppi di Camporaghena e la breve Ferrata del Monte Alto.

Ma vediamo quali sono le più interessanti da non perdere per gli amanti dell’avventura e del brivido in alta quota.

Ferrata

Pietra di Bismantova

Il punto di partenza della ferrata di Pietra di Bismantova è il piazzale Dante situato sotto i monti sopra Castelnuovo ne Monti, in provincia di Reggio Emilia.

La ferrata dura circa un’ora, con un itinerario di due ore, percorrendo un dislivello di 100 metri in ferrata e 280 di cammino. Si raggiunge, quindi, un’altitudine massima di 1046 metri.

Questa ferrata è di media difficoltà ma può essere percorsa nelle mezze stagioni.

L’Ultimo Sole

La ferrata Ovest o dell’Ultimo Sole è una delle più emozionanti da vivere per i principianti. Infatti, la ferrata dura circa 45 minuti con un dislivello di 70 metri. In totale si percorrono tre chilometri partendo dal piazzale Dante in provincia a Castelnuovo ne Monti, sempre in provincia di Reggio Emilia.

Un percorso facile e divertente, ricco di adrenalina ma in piena sicurezza.

Barranco Dolo

Passiamo, infine, ad una delle più emozionanti e complesse dell’Emilia-Romagna. Parliamo della ferrata Barranco Dolo, in provincia di Reggio Emilia. La partenza è in prossimità di Civago, nell’alto Appennino Reggiano, regalando paesaggi meravigliosi. La ferrata dura circa un’ora, con un dislivello di 135 metri.

Sicura ma complessa, questa ferrata è ideale per i più esperti o per chi ha una certa esperienza e agilità nelle vie ferrate.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Necropoli di Saqqara: un viaggio nella storia

Oga, Valtellina: cosa fare nello splendido borgo vicino Bormio

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • zermatt estate 2020Zermatt estate 2020: tutte le informazioni

    Tutte le informazioni che servono per visitare Zermatt durante l’estate 2020.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.