Notizie.it logo

Bari incoronata meta europea del turismo 2019

bari

Lonely Planet ha premiato Bari, selezionandola tra le mete del turismo 2019 da non perdere. Ecco una lista di cose da vedere nella città.

Secondo Lonely Planet la città di Bari è una delle mete del turismo 2019. Quella che viene definita come la bibbia del turismo ha riconosciuto nel capoluogo pugliese un merito che nessun’altra città della penisola possiede: la sua rinascita. Infatti, nel giro di un decennio Bari è passata dall’essere una città portuale a gioiellino del Mediterraneo. Ad esultare per la scelta di Bari è innanzitutto il sindaco della città, Antonio Decaro. In un lungo post su Facebook, il primo cittadino ha ringraziato per il prestigioso titolo e ha descritto in cosa consista il segreto del capoluogo pugliese.

Bari meta europea del turismo 2019

Lonely Planet non ha dubbi: la città di Bari è una delle mete turistiche da visitare assolutamente nel 2019. Il risultato di questo traguardo è frutto di una serie di sinergie e di impegno da parte dei cittadini, ha spiegato sul proprio profilo Facebook il sindaco della città, Antonio Decaro.

Proprio lui nel suo lungo post ha definito come la città abbia saputo sfatare ogni singolo stereotipo che le era stata additata nel corso degli anni: “Ci dicevano: ‘Al Sud non esiste il lavoro di squadra’.

E noi abbiamo risposto lavorando gomito a gomito con la Regione Puglia, con le associazioni di categoria, con le strutture ricettive e con il sistema pubblico e privato dei trasporti”.

In effetti è proprio questo il merito del capoluogo pugliese: la capacità di saper rilanciare se stesso, superando i propri “scogli” del passato e dimostrando una certa lungimiranza.

Cosa vedere nel capoluogo

La città di Bari non è certo priva di attrazioni e punti di interesse. Infatti, secondo un proverbio barese, si dice che se Parigi avesse il mare sarebbe una piccola Bari. I turisti desiderosi di conoscere la città non potranno fare a meno di visitare i 2 edifici storici della città: Chiesa di San Nicola e il castello Svevo-Normanno, tra i monumenti in stile romanico più importanti del capoluogo pugliese. Un altro interessante punto di interesse è rappresentato dal nucleo di Bari Vecchia, che vanta di risalire addirittura al Medioevo. Addentrandosi nei suoi vicoli è possibile immergersi nella tradizione della Puglia stessa.

Infatti, per esempio, è possibile sentire le donne che preparano le celebri orecchiette sugli spianatoi, come da tradizione.

Eppure, il posto d’onore tra le bellezze della città è riservato al lungomare. Quest’ultimo è una vera e propria attrazione imprescindibile per iniziare la propria passeggiata per la città. Il lungomare di Bari è stato inaugurato nel 1927, nel pieno dell’ascesa del regime fascista sulla penisola. Percorrerlo significa godersi una camminata che consente di osservare una serie di palazzi in stile liberty da un lato e un mare cristallino dall’altro. Quest’ultimo, a partire da quest’anno vanterà un’attenzione particolare da parte della Regione Puglia. Infatti, l’estate 2019 per i pugliesi sarà all’insegna del plastic free.


© Riproduzione riservata
Leggi anche