Cambio guardia svizzera: orario e curiosità

Vestite con le loro iconiche uniformi gialle, rosse e blu, le Guardie Svizzere sono tra i pilastri del Vaticano.

Vorreste sapere l’orario del cambio della guardia svizzera? Ecco tutto ciò che dovreste sapere in merito, più alcune curiosità molto interessanti.

Cambio guardia svizzera: orario e curiosità

In Vaticano, il cambio si effettua ogni 4 ore, mentre al Quirinale ogni 6 ore.

Vestite con le loro iconiche uniformi gialle, rosse e blu, le Guardie Svizzere del Vaticano potrebbero ricordare i giullari del Rinascimento. Ma non lasciatevi ingannare dai loro abiti eccentrici: queste guardie costituiscono uno degli eserciti più abili al mondo. Questo combattimento colorato è composto da sole 135 guardie, il che lo rende l’esercito più piccolo del mondo.

Queste guardie hanno il compito di proteggere il Papa e il Palazzo Apostolico.

I visitatori che visitano il Vaticano sono sempre affascinati da queste guardie, e ora potrete esserlo anche voi!

Storia delle Guardie Svizzere

La Svizzera è oggi uno dei Paesi più ricchi d’Europa, ma 500 anni fa l’economia elvetica era in difficoltà e i giovani si recavano spesso all’estero come mercenari. Questi mercenari erano combattenti abilmente addestrati e di conseguenza erano molto ricercati nell’Europa rinascimentale.

Nel 1506, Papa Giulio II istituì la Guardia Svizzera Pontificia, rendendola una delle più antiche unità militari in attività.

Le Guardie Svizzere che vedrete durante il vostro tour in Vaticano conservano ancora molte delle abitudini e delle stranezze che avevano durante il Rinascimento.

I requisiti

Prima di presentare domanda di assunzione, i candidati devono assicurarsi di soddisfare dei requisiti molto rigidi. Ogni recluta deve essere un maschio celibe di cittadinanza svizzera. Deve avere un’altezza minima di 1,80 m e un’età compresa tra i 19 e i 30 anni.

Devono essere istruiti e possedere un diploma di scuola superiore o un diploma professionale. Ovviamente, ogni recluta deve essere un devoto cattolico romano e la sua domanda deve essere approvata dal parroco locale.

L’addestramento

Ogni recluta deve completare l’addestramento militare di base in Svizzera. Seguirà un corso di addestramento di cinque settimane a Roma. Dopo questo primo periodo di formazione, i soldati svizzeri sono chiamati alabardieri.

Questo titolo deriva dalle armi primarie, le alabarde, che i mercenari svizzeri usavano nel XIV e XV secolo. Al termine dell’addestramento, gli alabardieri prestano giuramento e sono invitati, insieme alle loro famiglie, a un’udienza privata con il Papa.

LEGGI ANCHE:

Scritto da Alice Sacchi

Lascia un commento

Come organizzare un viaggio in Giordania: attenzione a questi errori

Le cose più strane da vedere a Praga: quali sono

Leggi anche
Contentsads.com