Programma il tuo viaggio

Come andare in Marocco: documenti per entrare nel Paese

Visitare il Marocco in sicurezza: scoprite i documenti necessari per viaggiare!

Visitare il Marocco vuol dire prima di tutto organizzarsi in anticipo e sapere soprattutto quali documenti servono per andare nel Paese. Scoprite tutto il necessario.

Come andare in Marocco: documenti necessari

Per andare in Marocco è necessario in primo luogo il passaporto (con una validità residua di 6 mesi dalla data di ritorno), documento indispensabile per entrare nel territorio marocchino, per grandi e piccoli.

Anche quando valida per l’espatrio, la carta di identità non è sufficiente.

Se viaggi con minori al seguito, ricorda che devono essere muniti di un proprio passaporto individuale: da giugno 2012, infatti, l’iscrizione sul documento di riconoscimento dei genitori non è più riconosciuta dalla legge italiana.

Per il Marocco, invece, non ci sono vaccini obbligatori raccomandati per una vacanza da trascorrere nell’affascinante paese. Tuttavia, in caso di soggiorni lunghi, sono consigliati i vaccini contro la rabbia (soprattutto per i bambini), l’epatite A e B.

Prima di partire, verifica sempre lo stato delle tue vaccinazioni di base e sul posto, in particolar modo nelle regioni rurali, rispetta le normali regole di igiene alimentare ad esempio bevi solo acqua in bottiglia, cibo cotto.

E’ consentito l’ingresso senza visto per soggiorni turistici di una durata massima di 3 (tre) mesi. Per motivi di lavoro, studio, è necessario ottenere il relativo visto, da richiedersi presso un ufficio diplomatico/consolare marocchino presente in Italia.

Documenti per il Marocco: consigli per andare e viaggiare sicuri

Per andare in Marocco, come detto nel paragrafo precedente, è necessario il passaporto. Quest’ultimo deve avere una validità che copra almeno la durata del soggiorno in Marocco. Infatti non è possibile entrare in Marocco con la carta d’identità, è necessario il passaporto, requisito obbligatorio per entrare nel territorio marocchino. Anche se valida per l’espatrio, la carta di identità non è sufficiente. Il visto per il Marocco dipende dalla nazionalità del viaggiatore e dal motivo del viaggio. Ecco alcune linee guida generali.

Motivi turistici fino a 90 giorni: per molti paesi, inclusa l’Italia, i cittadini possono visitare il Marocco per motivi turistici fino a 90 giorni senza dover ottenere un visto in anticipo.

Soggiorni oltre i 90 giorni o altri motivi: se il soggiorno supera i 90 giorni o se si viaggia per altri motivi come studio, lavoro o affari, potrebbe essere necessario richiedere un visto presso l’ambasciata o il consolato marocchino nel proprio paese di residenza.

Ecco alcuni consigli generali per viaggiare sicuri in Marocco.

Informarsi sulle regioni che richiedono prudenza: prima di partire, informarsi sulle regioni o le zone che richiedono una maggiore cautela a causa di situazioni politiche, sociali o di sicurezza particolari.

Evitare le zone a elevato rischio di criminalità: come in qualsiasi altro paese, ci sono zone in Marocco che possono essere considerate a rischio di criminalità. Evita di addentrarti in queste zone, soprattutto di notte, e fai attenzione ai tuoi effetti personali.

Stipulare un’assicurazione viaggio: come menzionato in precedenza, assicurati di avere un’assicurazione viaggio che copra anche il rimpatrio sanitario. Questo ti darà la tranquillità di essere protetto in caso di emergenze.

Scritto da Chiara Sorice

Lascia un commento

Giardino delle Rose di Firenze: biglietto, orari e prezzo

Cambio guardia svizzera: orario e curiosità

Leggi anche
Contentsads.com