Castello San Giorgio di Mantova: info sulla visita

Tutte le informazioni per visitare il maestoso castello San Giorgio di Mantova, uno dei luoghi simbolo della città lombarda.

Il castello San Giorgio è uno dei monumenti più rappresentativi della città di Mantova, un gioiello realizzato dalla famiglia dei Gonzaga. Vediamo, quindi, tutte le informazioni per visitare l’importante rocca.

Castello San Giorgio di Mantova

Una delle tappe più importanti di un viaggio a Mantova è la Reggia dei Gonzaga.

Di questo importante complesso fa parte il possente castello San Giorgio, voluto da Francesco I Gonzaga.

Costruito sulle macerie della chiesa di Santa Maria di Capo di Bove a partire dal 1395 e concluso nel 1406, il progetto di Bartolino da Novara è diventato uno dei simboli della città.

Il castello di San Giorgio è un edificio a pianta quadrata costituito da quattro torri angolari e cinto da un fossato con tre porte e relativi ponti levatoi, volto a difesa della città.

Advertisements

Il maniero fu per lunghi anni la residenza di Isabella d’Este, moglie di Francesco II Gonzaga, tra le più celebri nobildonne del Rinascimento. Isabella volle presso la corte numerosi artisti e umanisti dell’epoca, quali Andrea Mantegna, il Perugino, Leonardo da Vinci, Ludovico Ariosto e Baldassarre Castiglione. In quel tempo la nobildonna rese Mantova una delle maggiori corti europee e centro artistico e letterario.

Il castello, assieme ad altri edifici adiacenti, rimane residenza del principe per circa un secolo, fino al momento in cui Guglielmo Gonzaga trasferirà i propri appartamenti nella Corte Vecchia ristrutturata.

Poi, dal 1815 con l’occupazione austriaca della città, il castello divenne il carcere di massima sicurezza in cui vennero richiusi gli oppositori. Dal 1852 nel castello vennero rinchiusi i Martiri di Belfiore e alcuni patrioti.

Mantova

Le sale del castello

Durante la visita al castello si possono ammirare alcune delle sale più importanti, tra cui la Sala dei Soli, ricca di affreschi del Quattrocento. Molto interessante, poi, è la Sala degli Stemmi, a cui si accede salendo una scala a chiocciola.

Per ripercorrere la vita di Isabella d’Este, una tappa importante è la Sala delle Sigle, la camera nuziale della nobildonna, così come la Saletta della Grotta.

Ricca di arte e di opere è, poi, la Sala degli Affreschi. Una delle stanze più importanti, poi, è la Sala dello Zodiaco, con tracce di dipinti di Giulio Romano, dove fu tenuto prigioniero Pietro Frattini, uno dei Martiri di Belfiore e di Ciro Menotti.

Infine, tra i luoghi più celebri del castello troviamo la Camera degli Sposi, famosa per il ciclo di affreschi che ricopre le sue pareti, capolavoro di Andrea Mantegna, realizzato tra il 1465 e il 1474.

Orari

Le visite si effettuano dal martedì al sabato dalle 8.45 alle 19.15 e a domenica dalle 8.45 alle 13.15. Invece, la prima domenica del mese dalle 8.45 alle 19.15.

Prezzi

Il prezzo dei biglietti è di €12 intero e € 7,50 ridotto per la visita delle sezioni museali di Corte Vecchia e del Castello di San Giorgio. La visita comprende anche la Camera degli Sposi e la mostra della collezione Freddi.

Scritto da Ilenia Albanese
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

La meravigliosa spiaggia di Boccadasse nel cuore di Genova

Palazzo Ducale, Venezia: storia e informazioni

Leggi anche
  • Zungri cosa vedereZungri: cosa vedere nel paesino calabrese

    Cosa vedere nel piccolo paesino calabrese di Zungri, in provincia di Vibo Valentia, e nei dintorni.

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • Zibello cosa vedereZibello: cosa vedere, cosa fare e cosa mangiare

    Cosa vedere nel meraviglioso borgo di Zibello, in Emilia-Romagna, e le specialità da gustare.

Contents.media