Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Notizie.it logo

Cicloturismo all’estero, guida agli itinerari migliori

cicloturismo

Scopri il cicloturismo e gli itinerari più consigliati per te e la tua famiglia.

Forse anche voi avete sentito parlare di cicloturismo. E forse, come moltissimi, non avete esattamente idea di cosa sia. Il concetto di per sé è semplice: turismo in bicicletta. Molte persone sono colpite positivamente dall’idea di viaggiare in bicicletta, ma non sanno da dove cominciare. I ciclisti esperti sanno che la semplicità e la naturalezza del viaggio in bicicletta è uno dei suoi maggiori punti di forza. Tuttavia questo elemento distintivo per chi è del tutto nuovo in questo mondo può apparire sconcertante. Se anche voi avete dubbi e curiosità, ecco alcuni suggerimenti per affrontare con fiducia e gioia la sfida del cicloturismo.

Cicloturismo

Chi viaggia in bicicletta? C’è una categoria di viaggiatori a cui si rivolge specificamente il cicloturismo? Viaggiare in bicicletta attrae un ampio spettro di persone, molto diverse tra loro. Ci sono gli amanti della natura e dell’impatto zero sull’ambiente, gli appassionati di sport e vita all’aria aperta e anche i semplici curiosi, che cercano una vacanza diversa dal solito.

Di fatto ci sono moltissimi modi per praticare il cicloturismo, adatti a soddisfare le esigenze di tutti.

Esso può essere praticato individualmente, con gli amici o con un tour operator commerciale, specializzato in questa tipologia di vacanza. Persone di tutte le età, provenienti da tutte le regioni del mondo scelgono la bicicletta come mezzo di viaggio preferito. Dagli adulti settantenni fino ai ragazzi adolescenti (e più giovani!). I viaggi in bicicletta insomma sono un’attrazione turistica per molti e per tantissime differenti ragioni. Innanzitutto si tratta di una sfida eccitante che permette di esplorare nuovi paesaggi e culture. Ma anche di rinvigorire la forma fisica e provare la gioia di respirare aria fresca e incontrare nuove persone ogni giorno.

Insomma la buona notizia è che non è necessario essere un super-atleta per divertirsi in bicicletta e affrontare il serenità il cicloturismo. Tuttavia, è consigliabile dedicare un po ‘di tempo all’allenamento su una bicicletta prima di iniziare il viaggio.

La cosa migliore da fare è essere realistici su ciò che si può fare e pianificare obiettivi realizzabili. Quindi, considera di mantenere intatta la tua forza muscolare pianificando di coprire distanze giornaliere adatte, calcolando anche il peso dell’attrezzatura con cui intendi viaggiare.

Sei fisicamente pronto se riesci a fare escursioni giornaliere lunghe più o meno quanto le tappe che stai pianificando per il tuo tour e soprattutto se senti di poter riprendere la bici di nuovo il terzo giorno. Uno dei piaceri del viaggio in bicicletta è che ti manterrai sempre più in forma e ti sentirai meglio man mano che proseguirai con il percorso.

Cicloturismo itinerari

Se devi scegliere un itinerario di cicloturismo, davvero non hai che l’imbarazzo della scelta. Ecco alcuni suggerimenti. La Provenza ad esempio è una meta non troppo distante dall’Italia ma davvero ricca di fascino. Innanzitutto si tratta di una antica provincia romana, che impressiona i turisti di tutto il mondo con panorami stupendi, affascinanti villaggi e meravigliose opere dell’antica Roma, ancora in piedi dopo quasi 2.000 anni.

Le arene, i teatri e i monumenti romani si trovano nel cuore della Provenza.

Qui la terra è soprattutto coltivata e dunque pianeggiante e ricca di acque e corsi, soprattutto vicino al fiume Rodano. Andare in bicicletta in questa regione centrale della Provenza è facile. Qui infatti ci sono solo piccole pendenze occasionali o piccole colline leggermente ondulate. Bisogna solo fare molta attenzione a non viaggiare quando il maestrale soffia.

Quest’area è davvero ricca di piste ciclabili. Inoltre è possibile attuare delle variazioni sul percorso della principale pista ciclabile vicino al fiume Rodano. In questo modo si potranno visitare meravigliosi centri come Nimes, Aix-en-Provence, una città universitaria di arte e architettura, chiese e musei. Verso nord invece ci si può fermare a Séguret, Vaison-la-Romaine e le Dentelles de Montmirai, dove visitare le rovine romane, i villaggi del vino e godere di incredibili panorami e scorci sulle montagne.

Ciclabili Europa con bambini

Se desiderate affrontare un’avventura di cicloturismo con i vostri bambini, sappiate che è possibile. Basta scegliere il percorso giusto.

Ad esempio quasi tutta la superficie dei Paesi Bassi è coperta da piste ciclabili sicure e (soprattutto) pianeggianti. Ci sono letteralmente dozzine (se non centinaia) di posti che potrebbero essere raccomandati per un viaggio con la bicicletta. Ecco gli itinerari più consigliati dai viaggiatori, rigorosamente accompagnati da bambini.

Si può scegliere la strada costiera olandese. Come suggerisce il nome, la rotta costiera olandese segue la costa olandese. Combina infatti due percorsi a lunga distanza, la LF1 (la sezione olandese della North Cycle Route) e la LF10. L’accesso alla spiaggia è davvero agevole, le piste ciclabili sono senza traffico. Queste ultime attraversano le dune di sabbia e le numerose cittadine che si incontrano lungo la strada. Sono questi elementi specifici che rendono questa via una buona opzione per le famiglie. Varie città e paesi nelle vicinanze offrono un collegamento ferroviario facile (ad esempio L’Aia, Haarlem, Alkmaar e Den Helder), per avere un supporto in caso di emergenza o fatica.

© Riproduzione riservata
Leggi anche