Notizie.it logo

Come arrivare al Museo di Arte Orientale di Torino

Come arrivare al Museo di Arte Orientale di Torino

Il Museo di Arte Orientale è una delle principali attrazioni di Torino. La città piemontese, nota già per monumenti come la Mole Antonelliana e il museo del cinema, il Museo Archeologico con la sua incomparabile collezione di antichità egizie, il Duomo, dove è conservata la Sacra Sindone, e il Salone del Libro, offre altre numerose attrazioni, tra cui questo fantastico museo dove sono conservate collezioni di oggetti e opere d’arte provenienti dall’India, dall’Himalaya, da Cina, Giappone, Sudest Asiatico e dai territori islamici. Le mostre temporanee, come quella fotografica “Sulla rotta delle spezie”, in collaborazione con National Geographic, “Parole sospese. Lo sguardo arabo sulla Sicilia” o la mostra di oggetti provenienti da Gerusalemme e risalenti al I secolo a.C., raccontano di paesi e culture lontane e sconosciute, che in qualche momento della storia di sono sfiorate con la nostra cultura personale e che oggi più che mai, con la globalizzazione e le emigrazioni, hanno bisogno di farsi conoscere.

Il Museo di Arte Orientale si presenta così perfetto sia per i curiosi nei confronti di queste culture straniere, sia per gli amanti dell’arte e della storia. In questo articolo vi spiegheremo come arrivare al museo nel modo più semplice.

Il Museo di Arte Orientale si può raggiungere facilmente sia a piedi, sia con i mezzi di trasporto. Situato in via San Domenico (civico 9), dista una ventina di minuti dalla stazione Torino Porta Nuova dei treni. Una volta usciti dalla stazione bisogna dirigersi in direzione nordovest e poi girare a destra in Via Sacchi. Dovrete poi continuare sempre dritti in Via XX Settembre fino a Via Giuseppe Garibaldi, che troverete sulla sinistra. Al primo incrocio girate a destra in Via San Francesco Bellezia e proseguire per 200 metri fino a Via San Domenico, situata sul lato sinistro della strada. Troverete il palazzo del museo sulla sinistra. Girare a piedi è il miglior modo per conoscere una città.

Se non avete troppa fretta di arrivare a destinazione o vi rimane un po’ di tempo libero dopo la visita del museo, potreste tornare in Via XX settembre e proseguite poco oltre l’incrocio con Via Giuseppe Garibaldi. Vi ritroverete così in Piazza Castello, dove potrete ammirare il Palazzo Reale di Torino e la Cattedrale di San Giovanni Battista.

Se invece preferite risparmiare un po’ di tempo potete prendere il tram, servizio di cui la città è molto ben fornita. Il tram numero 4 parte dalla stazione dei treni ogni 6 minuti e percorre via XX Settembre, in direzione “Falchera Cap”. Alla fermata “Garibaldi” scendete e raggiungete il museo a piedi seguendo le indicazioni riportate qui sopra. Il tram numero 52 in direzione “Scajola Capolinea” passa invece per Corso Galileo Ferraris. Dovrete scendere alla fermata “Garibaldi” e procedere lungo Via Garibaldi in direzione sudest. Girare a sinistra in Via Sant’Agostino e poi a destra in Via San Domenico.

Il tram passa ogni 12 minuti. Infine, anche il tram numero 11 porta in direzione del museo. Passa ogni 8 minuti e segue lo stesso percorso del numero 4. Prendendolo in direzione “De Gasperi Cap”, scendere alla fermata “Garibaldi” e raggiungete il museo seguendo le stesse direzioni indicate qua sopra.

Se invece volete raggiungere il museo in macchina dovete tenere presente che il centro storico è zona a traffico limitato e il transito comporta il pagamento di un pedaggio. Essendo Via San Domenico esterna alla zona ZTL, potreste arrivarci da est, e quindi dalla parte della città opposta alla stazione. Tuttavia, per comodità, noi vi consigliamo di lasciare la macchina vicino alla stazione e di muovervi poi a piedi o con l’autobus per evitare multe o spiacevoli inconvenienti.

© Riproduzione riservata
Leggi anche
  • ZagatZagatZagat esiste dal 1979, raccogliendo le recensioni dei clienti sui vari ristoranti, bar e luoghi di intrattenimento di tutto il mondo. Prima ...