Come si forma lo Tsunami

Si è sentito parlare spesso al telegiornale dello tsunami, un’incredibile onda anomala che ha coinvolto alcune località turistiche cerando disagi anche alle persone che si trovavano lì in vacanza.

I siti maggiormente a rischio tsunami sono quelli che affacciano sull’Oceano: il Giappone, le isole Hawaii, l’India e l’Indonesia.

Ma cos’è esattamente uno tsunami, e come si forma?

Il termine tsunami significa “onda del porto” in giapponese, e l’equivalente italiano è “maremoto”. Infatti, altro non è che la reazione delle masse d’acqua del mare a dei terremoti sottomarini. Può accadere infatti che vi sia un movimento tellurico molto forte, in genere superiore agli 8 gradi della scala Richter, che quindi crea un movimento dei mari dapprima quasi non percepibile.

Le onde sono piccole e senza conseguenze: ma, mano a mano che si avvicinano alla riva, per via dell’abbassarsi del fondale, si fanno sempre più importanti. Le onde di uno tsunami possono arrivare fino a trenta metri di altezza, e abbattersi in modo assolutamente imprevisto sulle rive, poichè non sono accompagnate da nessun altro segno.

Scritto da Cristina Marziali

Scrivi un commento

1000

Come raggiungere ristorante kosher Parigi

Vestirsi per il Kilimangiaro

Leggi anche
  • Visita a Orlando in ottobreVisita a Orlando in ottobre
  • Valencia: la location, il climaValencia: la location, il clima
  • Una vacanza in AntartideUna vacanza in Antartide
  • Temperature Madagascar a novembreTemperature Madagascar a novembre
  • 
    Loading...
  • Temperature in Sicilia nel mese di novembreTemperature in Sicilia nel mese di novembre

    In Sicilia, a Novembre, il clima generalmente mite, potrebbe variare dalla mattina alla sera di quasi 10°

Entire Digital Publishing - Learn to read again.