Come si forma lo Tsunami

tsunami_SS_128759000_082913-617x416

Si è sentito parlare spesso al telegiornale dello tsunami, un’incredibile onda anomala che ha coinvolto alcune località turistiche cerando disagi anche alle persone che si trovavano lì in vacanza.

I siti maggiormente a rischio tsunami sono quelli che affacciano sull’Oceano: il Giappone, le isole Hawaii, l’India e l’Indonesia. Ma cos’è esattamente uno tsunami, e come si forma?

Il termine tsunami significa “onda del porto” in giapponese, e l’equivalente italiano è “maremoto”. Infatti, altro non è che la reazione delle masse d’acqua del mare a dei terremoti sottomarini. Può accadere infatti che vi sia un movimento tellurico molto forte, in genere superiore agli 8 gradi della scala Richter, che quindi crea un movimento dei mari dapprima quasi non percepibile.

Le onde sono piccole e senza conseguenze: ma, mano a mano che si avvicinano alla riva, per via dell’abbassarsi del fondale, si fanno sempre più importanti. Le onde di uno tsunami possono arrivare fino a trenta metri di altezza, e abbattersi in modo assolutamente imprevisto sulle rive, poichè non sono accompagnate da nessun altro segno.

© Riproduzione riservata
Leggi anche
  • untitledVisita a Orlando in ottobreL’evento principale del mese di ottobre a Orlando, in Florida, è anche una delle celebrazioni più grandi ...
Windrose Merino Charmbox portagioie scatola per gioielli 21 cm ...
175 €
Compra ora
Littlelife Portamerenda termico - LittleLife - Coccodrillo
23 €
Compra ora
y not? Borsa Reversibile Taglia Media Y Not Con Tracolla ...
45 €
89.5 € -50 %
Compra ora