Notizie.it logo

Cosa fare a settembre nelle Marche: tutte le idee

cosa fare a settembre nelle marche

Le Marche a settembre hanno molto da offrire, natura ed escursioni meravigliose.

La regione Marche a settembre regala splendide giornate di sole e un clima piacevole, prima dell’arrivo della stagione autunnale contraddistinta da piogge e temperature più rigide. Una vacanza nelle Marche durante il mese di settembre è l’ideale per chi ha un budget di spesa piccolo e non vuole spostarsi dall’Italia. Dalla natura alle città d’arte, ecco tutte le idee su cosa fare a settembre nelle Marche.

Cosa fare a settembre nelle Marche, idee

Località di Portonovo

La Riviera del Conero si estende dalla località di Portonovo fino a raggiungere Sirolo e Numana, lungo la costa nei dintorni di Ancona. Le spiagge e l’acqua sono molto diverse rispetto a quelle che si incontrano qualche km più a nord e più a sud, tanto che non sembra nemmeno di essere lungo la costa adriatica che accomuna Marche ed Emilia-Romagna.

Tra le spiagge più belle si segnalano la spiaggia di Mezzavalle e la spiaggia delle Due Sorelle. Un luogo incantevole, dove anche a settembre sembra ancora di essere in piena estate.

Festa del Rosso Conero a Camerano

Nella seconda settimana di settembre a Camerano si svolge la Festa del Rosso Conero.

Camerano è un piccolo borgo immerso nel parco del monte Conero, distante dieci minuti di auto dalle più rinomate Sirolo e Numana.

Dal venerdì alla domenica Camerano ospita migliaia di visitatori attratti dall’eccellente vino Rosso Conero. Inoltre, il borgo storico marchigiano ospita le famose grotte sotterranee, autentico gioiello della città.

Senigallia Food Festival

Nella prima parte del mese di settembre la mondana Senigallia ospita il Senigallia Food Festival, uno degli eventi più importanti di tutto l’anno nella città simbolo delle Marche per chi è alla ricerca di locali esclusivi e una vita notturna movimentata.

In occasione del Senigallia Food Festival diversi chef italiani e stranieri allestiscono un invitante street food gourmet, per la gioia di tanti amanti del buon cibo. L’ingresso all’evento è gratuito.

La fisarmonica a Castelfidardo

Pochi sanno che Castelfidardo è la patria mondiale della fisarmonica. Agli inizi della seconda metà dell’Ottocento il celebre strumento musicale venne inventato dal genio di Paolo Soprani, che cambiò il destino della sua città.

Oggi Castelfidardo ospita perfino il Museo Internazionale della Fisarmonica.

Nel mese di settembre si celebra il PIF (Premio Internazionale della Fisarmonica di Castelfidardo), l’evento più importante dell’anno per tutti gli appassionati di questo strumento musicale.

Escursione sul Monte Vettore

Il Monte Vettore è la montagna più alta della regione Marche, meta di tanti escursionisti nei weekend di sole. A settembre c’è il clima perfetto per una passeggiata sul simbolo del Parco nazionale dei Sibillini.

La classica escursione sul Monte Vettore ha inizio da Forca di Presta, che segna tradizionalmente il confine tra le regioni di Marche e Umbria. Per chi desidera compiere un’escursione relativamente semplice, l’obiettivo è arrivare fino al lago di Pilato, situato a quasi duemila metri d’altitudine.

Escursione al lago di Fiastra

Un’altra escursione consigliata a settembre nelle Marche è quella che ha per oggetto il lago di Fiastra, una delle principali attrazioni dei Sibillini. Sono in tanti ad arrivare qui durante la stagione estiva, ma il mese di settembre rimane il periodo migliore per godersi la tranquillità del lago.

Si può inoltre compiere anche il percorso intorno alle sponde del lago, così da ammirare da una prospettiva diversa lo specchio d’acqua che sorge nel cuore del Parco nazionale dei Monti Sibillini.

Visitare Urbino, la patria di Raffaello

Settembre è noto per essere un mese in cui riprendono le mostre su tutto il territorio nazionale.

La regione Marche può vantarsi di ospitare una delle città più importanti per il Rinascimento italiano. Si sta parlando di Urbino, la patria di Raffaello.

Visitare Urbino nel mese di settembre è un’idea intelligente, perché l’atmosfera della città riesce a essere ancora più suggestiva qualora uno o più musei ospitino una rassegna espositiva dedicata al genio del Rinascimento.

© Riproduzione riservata
Leggi anche