Cosa vedere a Copenaghen in due giorni: tutti i consigli

Sirenetta e musei, tutto il fascino di Copenaghen in due giorni.

Copenaghen è una delle città più visitate in Europa (e a ragione, si potrebbe dire.) Con una qualità della vita altissima e una tradizione culinaria, artistica e storica che ha da sempre suggestionato e allo stesso tempo ispirato da vicino la cultura mitteleuropea, senza per questo perdere fascino o autenticità.

Copenaghen è il luogo perfetto per quanti abbiano intenzione di organizzare una vacanza all’insegna della scoperta: scoperta di un nuovo stile di vita, di nuovi luoghi e di nuove destinazioni. Un paradiso per coloro che siano amanti della bicicletta e dello spostamento ecofriendly, la capitale danese offre servizi davvero interessanti per visitare “da locale” il proprio centro storico, prevalentemente pedonale e sprovvisto di traffico.

Scordatevi l’inquinamento tipico delle più grandi metropoli: l’aria (pulita) che si trova in città è quella di un ambiente carico di idee, innovazioni e modernità che non potrete fare a meno di respirare a pieni polmoni!

Ma Copenaghen è anche Christiana, la quale da semplice quartiere costituitosi negli anni 70 si è trasformata dal 2011 in una città autonoma e autogestita.

O ancora la Sirenetta, il Nyhavn – la zona del porto vecchio – e il Kongens Have, il parco più antico della città! Ma andiamo con ordine! Cosa vedere a Copenaghen in due giorni? Non è poi così difficile!

Cosa vedere a Copenaghen in due giorni

Giorno 1

Innanzitutto non mettetevi fretta. Copenaghen ha ritmi diversi rispetto a quelli di molte altre capitali europee, e l’unico modo per godersi in pieno la città, è semplicemente gustarla in ogni piccolo dettaglio.

Dalla street art al take away da mangiare in un parco, cercate di creare nel vostro viaggio un’esperienza semplice ma indimenticabile!

Se volete inoltre dedicarvi alle mete classiche e storiche della città, il punto di partenza ideale è il Nyhavn, il quartiere portuale famoso per le casette dalle pareti strette e colorate, dai rossi tetti a spiovente e che vengono spesso immortalate come simbolo della città.

Non dimenticate di fare un salto ad ammirare la celebre Sirenetta, la statua realizzata da Edvard Eriksen all’inizio del 900 in onore dello scrittore locale Hans Christian Andersen.

Continuate a passeggiare lungo la costa, ammirando i colori caldi e allo stesso tempo luminosi provenienti dal riflesso emesso dalle barche a vela ormeggiate.

Continuando sulla medesima strada, infatti, vi imbatterete nella Stroget, la via dello shopping per eccellenza. Capace di avvicinarsi alle esigenze e ad i gusti di tutti i milioni di turisti annui, questa immensa avenue lascia il visitatore a bocca aperta. Perdetevi fra i negozietti tipici, e magari acquistate anche qualche piccolo souvenir. Questo è il posto più adatto.

Dopo la pausa pranzo non resta che continuare per raggiungere la destinazione che vi terrà occupati per l’intero pomeriggio: i magnifici giardini di Tivoli, vero e proprio simbolo di Copenaghen. Uno spazio ricreativo immenso ed affascinante in cui potrete scegliere liberamente quali attrazioni preferire per rendere unico il vostro viaggio. Un consiglio? Non perdetevi la vista dalla Ruota Panoramica della città!

Giorno 2

Se non vi dispiace l’idea di tuffarvi nella storia locale, non c’è niente di meglio che iniziare con una visita al National Museet di Ny Vestergade, e successivamente dirigetevi al Christiansborg palace sull’isola di Slotsholmen, situata al centro della città. Sede dei tre poteri del Paese, Christiansborg appare alla vista come un magnifico palazzo in stile rococò, dal cui punto panoramico potrete ammirare da un’altra prospettiva tutta la costa del porto vecchio che avete visitato il primo giorno.

Nel pomeriggio, per gli amanti dell’architettura e dell’arte, la destinazione ideale non può che essere il castello di Rosenborg, un mix fra stili e culture differenti racchiuso in tre piani curati in ogni dettaglio.

Consigliatissimo! Per chi invece avesse voglia di gettarsi nuovamente in strada alla ricerca degli spot più interessanti della capitale, non resta che andare a Christiana. Un buon modo di conoscere le due anime della città!
In serata tornate in centro per una passeggiata, scattate qualche foto e preparatevi a dire addio (o meglio arrivederci) a questa magica città!

Scritto da Redazione Online

Scrivi un commento

1000

Cosa vedere ad Ascoli Piceno in un giorno, guida

Valle dei Templi di Agrigento, storia dell’area archeologica siciliana

Leggi anche
  • zurigoZurigo: la città più grande della Svizzera

    Zurigo è una città svizzera ricca di attrattive, come il giardino zoologico. La maggior parte degli hotel sono ben collegati con il centro

  • paesi zona rossa coronavirusZona rossa: i paesi da vedere dopo l’emergenza Coronavirus

    Paesi della zona rossa colpiti dal Coronavirus: quali sono e cosa visitare dopo l’emergenza?

  • zona del barolo cosa vedereZona del Barolo: cosa vedere tra i comuni

    La zona del Barolo, in Piemonte, è ricca di luoghi incantevoli: la guida a cosa vedere.

  • ziplineZipline, le più adrenalitiche in Italia

    Zipline, una delle attività più adrenaliche e accessibili in tutta Italia.

  • 
    Loading...
  • zermatt estate 2020Zermatt estate 2020: tutte le informazioni

    Tutte le informazioni che servono per visitare Zermatt durante l’estate 2020.

Entire Digital Publishing - Learn to read again.