Notizie.it logo

Cosa vedere ad Haifa, in Israele: il meglio della città

cosa vedere ad haifa

Ecco cosa vedere in una delle città più importanti dopo Israele!

Le zone da visitare nel mondo sono tantissime, riportarle e descriverle tutte sarebbe molto difficile, quello che si limiterà a fare in questo contesto è approfondire cosa ha da offrire la terza città più famosa di Israele dopo Telaviv e Gerusalemme ovvero Haifa. Capiamo cosa vedere ad Haifa.

Questa località è il centro industriale di Israele, oltre ad essere anche una zona turistica. Haifa presenta un clima prettamente mediterraneo, da Giugno a Settembre le temperature variano da un minimo di 20 a temperature che superano sistematicamente i 30 C°.
L’inverno invece è mite, con temperature che stabilmente scendono di poco sotto i 20 C°, mentre tra Novembre e Marzo, in questa località si concentrano la maggior parte delle precipitazioni.

Cosa vedere ad Haifa

Località che è sottovalutata ma che attrae moltissime persone, infatti nella parte alta di Haifa, il turista potrà visitare piacevoli e meravigliosi quartieri residenziali, avendo anche l’opportunità di fare lunghe passeggiate in tutta tranquillità da soli o in compagnia, osservando stupende panoramiche dell’area.

Nella parte più bassa ci sono delle attrattive storiche come il tempio Bahai, e poi numerose località affascinanti che meritano una visita.
Per far maggior chiarezza diciamo che Haifa si può suddividere in 3 settori principali, che sono posizionati in senso verticale lungo tutte le pendici del monte.

Le zone più povere si trovano alla base, mentre quelle più ricche in cima.

Quello che si può trovare e visitare in questa località è il tempio del Bab che è facilmente distinguibile a causa della sua cupola dorata, poi vi è anche la Casa universale della giustizia che è proprio alle spalle del tempio bahai.

Proseguendo il turista potrà anche visitare il giardino delle sculture, un particolare giardino dove al suo interno si possono trovare sculture realizzate in bronzo, non mancano anche i musei. Infatti ad Haifa il turista potrà entrare se lo si desidera nel museo d’arte Mané Katz, in quello Tikotin, dove è presente invece moltissima arte giapponese ed il museo di preistoria M. Stekellis, questo si trova all’interno del parco della madre, una zona ricolma di verde, dove sono allestiti una quantità e varietà di negozi, ed anche un piccolo zoo.

Non mancano ad Haifa i mosaici della Cesarea Romana ed altre zone ricche di cultura del posto come la Casa Chagall, poi vi è il centro culturale arabo-israeliano Beit Hagefen, che cerca di realizzare un percorso di dialogo e socializzazione tra arabi ed ebrei, il Museo nazionale della scienza, che presenta più di 200 installazioni che sono attualmente attive ed interattive realizzate proprio per i bambini.

Un luogo particolarmente caratteristico di Haifa è la Grotta di Elia e il monastero carmelitano, descrivendo sinteticamente la prima attrattiva, si ritiene che sia quella famosa grotta dove si rifugiò il profeta Elia che utilizzò per rifugiarsi dall’ira del re Acab dopo l’uccisione dei profeti di baall, un dio pagano.

La seconda attrattiva riguarda la Sacra Famiglia che si pensa che si sia rifugiata proprio in questo monastero al ritorno dall’Egitto.
Le spiagge di Haifa anche se non troppo pulite a causa dei detriti che provengono dal mare e dal porto, risultano essere molto attenzionate dai turisti, grazie anche al clima favorevole.

La spiaggia più vicina al centro è l’HaShaqet, ma vi è anche le spiaggia di Bat Galim, queste risultano però un po’ affollate, per coloro che vogliono stare in spiagge più tranquille, il turista dovrà cercare di fare un piccolo sforzo, allontanandosi dal centro della città, troverà così la più bella spiaggia della zona di Haifa ovvero HaCarmel, cercando nelle vicinanze ci sono altre due spiagge molto belle e rilassanti come quelle di Zamir e Dado situate proprio a sud di HaCarmel.

© Riproduzione riservata

Scrivi un commento

1000
Leggi anche
Leggi anche